Ad Astra, la bravura di Brad Pitt ha "costretto" James Gray a sfidare anche la scienza

Ad Astra, la bravura di Brad Pitt ha 'costretto' James Gray a sfidare anche la scienza
di

Una lacrima sul visooooo... Cantava Bobby Solo. E per una lacrima sul viso di Brad Pitt, James Gray ha deciso di sfidare i principi della fisica nel suo Ad Astra.

Dopo essere stato presentato alla settantaseiesima Mostra del Cinema di Venezia (qui potete leggere la nostra recensione), il dramma spaziale fantascientifico con protagonista Brad Pitt, Ad Astra, arriverà presto anche nelle sale.

E se durante la sua realizzazione si è puntato alla massima accuratezza scientifica, affidandosi anche alla NASA per far sì che il tutto potesse essere il più verosimile possibile, c'è stato un particolare che Gray non ne ha proprio voluto sapere di modificare.

In uno dei momenti più emozionanti del film, infatti, Pitt (Roy McBride) si lascia scappare una lacrima (non presente nella sceneggiatura), che gli scivola sul viso. Ma la scena si svolge all'interno di una navicella spaziale, in assenza di gravità, e suddetta lacrima non dovrebbe, secondo i principi della fisica, seguire quella traiettoria.

"Devi sistemare quella lacrima, non è così che funziona in condizioni di gravità zero" avrebbe detto Pitt al regista. Gray, estremamente soddisfatto della scena, avrebbe però ribattuto "Mi spiace, la terremo così. La recitazione in quella scena è fenomenale, amico".

Insomma, anche la scienza si deve arrendere di fronte a Brad Pitt.

Ad Astra arriverà nelle sale italiane il 26 settembre 2019.

FONTE: IndieWire
Quanto è interessante?
5