Argo, Sheila Vand ricorda: 'Ben Affleck? Energia contagiosa e piedi per terra'

Argo, Sheila Vand ricorda: 'Ben Affleck? Energia contagiosa e piedi per terra'
di

Quando il tuo esordio sul grande schermo avviene con un film ambizioso come Argo (non a caso trionfatore agli Oscar quell'anno), imbottito di attori di primo livello e con Ben Affleck dietro la macchina da presa, il risultato può facilmente essere quello di provare paura e timore reverenziale.

Niente di tutto ciò andò però ad intralciare il percorso di Sheila Vand, che proprio nel film di Affleck trovò la sua prima, importantissima occasione in quel di Hollywood: l'attrice, all'epoca ventisettenne e con alle spalle solo corti e qualche comparsa in TV, serba infatti un ottimo ricordo dei giorni trascorsi sul set.

"Ben Affleck ha un'energia contagiosa ed è una persona davvero con i piedi per terra. Io ero così nervosa! Era il mio primo film importante. Mi piace un sacco dirlo. E poi era un film con un cast importantissimo, John Goodman e tutta questa gente fantastica, io mi sentivo una novellina, ma lui ti mette subito a tuo agio. Creò un ambiente così sicuro e accogliente che fui subito sicura di poter fare un ottimo lavoro, perché non ero più impaurita" ha raccontato Vand.

L'attrice ha poi proseguito: "Io non riesco a lavorare bene con i registi dal fare tirannico. Lui non è assolutamente così. Non so se sia perché è un attore anche lui, ma sembrò che rispettasse davvero il nostro lavoro, voleva creare per noi un ambiente il più confortevole possibile. E poi, in generale, lui è così amichevole che non ha mai quell'atteggiamento da: 'Sono una celebrità, sono intoccabile'".

Proprio il suo film premio Oscar ha però creato qualche grattacapo ad Affleck recentemente: l'attore è infatti stato accusato di whitewashing per la sua interpretazione in Argo.

FONTE: collider
Quanto è interessante?
1