Comic-Con 2018

Aquaman: James Wan a tutto tondo sul film, da Arthur e Mera a Zack Snyder!

Aquaman: James Wan a tutto tondo sul film, da Arthur e Mera a Zack Snyder!
di

Pochi minuti fa, nel corso di un'intervista al San Diego Comic-Con 2018, il regista James Wan ha parlato a tutto tondo del suo nuovo film, Aquaman, rivelando tantissimi dettagli su Jason Momoa, Amber Heard e Zack Snyder.

Dopo l'avvincente trailer rilasciato online nelle scorse ore, il regista ha parlato a ruota libera del nuovo film del DCEU.

Qui di seguito vi riportiamo alcuni estratti della lunga intervista esclusiva di Fandango.

- Sulla creazione dei personaggi:

"Sicuramente la cosa più importante che ho imparato, e ho cercato di trasmetterla in tutti i miei film, è quanto sia importante creare personaggi che piacciono prima di tutto a te stesso ... Questa è una delle cose più importanti che ho imparato nel corso della mia carriera, già ai tempi del mio primo film horror [Saw - L'Enigmista, ndr.]: creare personaggi con i quali, da artista, puoi relazionarti, e che quindi avrai voglia di accompagnare lungo il viaggio del film."

- Sul romanticismo:

So che molti fan sono entusiasti della storia d'amore tra Arthur (Jason Momoa)e Mera (Amber Heard), ma per me il film è più sulla storia d'amore tra Tom Curry e la regina Atlanna (Nicole Kidman). Lei viene da un regno completamente diverso, molto più civile rispetto a quello umano, ed è curioso che si innamori di un semplice essere umano. Volevo giocare col tema romantico del marinaio che si imbatte in una sirena e poi finisce con l'innamorarsene, quel genere di cose. Questa è, secondo me, l'essenza del film. Ha quel romantico nautico ... Mostra davvero il potere dell'amore, come l'amore sia davvero cieco, come non guardi le differenze di razza. E attraverso il loro amore nascerà Arthur. Ho pensato che il rapporto fra Tom e Atlanna doveva essere una spina dorsale emotiva molto importante da avere, perché fondamentalmente guiderà l'intero arco emotivo di Arthur attraverso tutto il film.

- Sul rapporto fra Arthur e Mera:

All'inseguimento della pietra verde [di Robert Zemeckis, 1984, ndr. ] è stata la mia primissima aspirazione. Di quel film mi piace molto l'alchimia che si crea fra Kathleen Turner e Michael Douglasm col suo fascino malandrino. Penso che funzioni bene perché il personaggio di Amber dovrebbe essere molto primitivo. È un'educazione regale e non è una fan del mondo di superficie. Così lei, quando visiterà il modo di superficie insieme ad Arthur, si annoterà tutte le differenze, tutte le brutture del nostro mondo. Per Arthur, beh, lui è Jason Momoa, è semplicemente un grande. Penso che le loro dinamiche personali siano davvero ciò che rende divertente questo film.

- Sul contributo di Zack Snyder:

"All'inizio, mentre stavo scrivendo la storia e la sceneggiatura, ho contattato la DC. Ho parlato anche con Zack Snyder. Gli dissi: "Potresti farmi un favore? Per favore, nel tuo film [Justice League, ndr] non andare ad Atlantide. Volevo che il pubblico vedesse il personaggio andare ad Atlantide per la prima volta nel corso del mio film. L'elemento del viaggio, del ritorno a casa, è una parte molto importante della storia che stavo scrivendo, e se l'avesse raccontata qualcun altro in qualche altro film, non avrebbe fatto altro che distruggere tutto quello che avevo creato. Certo, Zack è stato fantastico. Molto comprensivo. Ha detto, 'Certamente, non preoccuparti. Non lo farei mai e poi mai'. Quindi lui ci ha mostrato un piccolo antipasto, diciamo che ci ha portato alle porte di Atlantide. Nel corso del mio film varcheremo quelle porte."

- Sulle storie di origini:

"Per me, ciò che rende davvero avvincenti le storie di origini e le storie di supereroi in generale è semplicemente osservare le sequenze di allenamento, inteso come crescita personale ed emotiva. Osservare come i personaggi diventano quello che sono. C'è questa sequenza nel film, in cui Arthur è faccia a faccia col suo mentore, Vulko [interpretato da Willem Dafoe, ndr]. Il maestro sta allenando il ragazzo, gli sta insegnando come usare il tridente. Parlando con Willem, ci trovammo immediatamente d'accordo sulle caratteristiche del suo personaggio, una specie di guerriero samurai vecchio stile, quello che Obi Wan Kenobi fu per Luke Skywalker. Questa è stata l'influenza, e Willem è un grande fan di Toshiro Mifune. Ha modellato il suo personaggio come su quelli di Mifune nei classici film di Kurosawa. Anche nel look, per esempio. I suoi capelli sono raccolti in una crocchia come un guerriero samurai, e la sua spada è riposta dietro la schiena."

- Su Atlantide e gli altri regni sottomarini:

Atlantide è così in profondità rispetto al nostro mondo, che è riuscita a restare nascosta per tutto questo tempo. L'unica cosa che interessa agli atlantidei è rimanere invisibili al mondo di superficie, restarsene in disparte. Hanno la loro tecnologia, la bioluminescenza gioca un ruolo importante in questo mondo. Hanno la loro propria fonte di luce laggiù, non hanno bisogno di salire da noi. Voglio che sia magico. Voglio che i diversi regni che andremo a visitare siano come qualcosa che non avete mai visto prima. I soldati di Atlantide indossano armature bianche e cavalcano squali corazzati. Ma non vedremo solo Atlantide. Vedremo i draghi marini, che appartengono al regno di Xebel, abitato dagli Xebelliani, ed è qui che incontreremo il personaggio di Dolph Lungdren. È il re di quel regno e Mera è sua figlia."

Aquaman arriverà in Italia l'1 gennaio 2019.

FONTE: Fandango
Quanto è interessante?
2

Home is calling. #Aquaman – in theaters December 21. Watch the new trailer this Saturday.

Un post condiviso da Aquaman Movie (@aquamanmovie) in data:

Regram from @amberheard: Coming soon (ish)......

Un post condiviso da Aquaman Movie (@aquamanmovie) in data: