Aperta nuova inchiesta nei confronti del regista Luc Besson per presunto stupro

Aperta nuova inchiesta nei confronti del regista Luc Besson per presunto stupro
di

Una nuova indagine per presunto stupro è stata aperta nei confronti del regista Luc Besson. L'inchiesta è nata dopo l'emersione di nuove accuse nei confronti del cineasta francese. I pubblici ministeri francesi aveva interrotto a febbraio l'indagine che verteva sulle accuse secondo le quali il regista avrebbe violentato l'attrice Sand Van Roy.

L'inchiesta venne chiusa per insufficienza di prove, come affermato dalla procura di Parigi. L'attrice Van Roy ha affermato di essere stata violentata più volte dal regista di Nikita, Léon e Il quinto elemento. Besson aveva definito le parole di Van Roy come 'accuse fantasiose'. Sand Van Roy ha avuto ruoli secondari in in alcuni film del regista francese, tra cui Valerian e la città dei mille pianeti. Dopo la denuncia di Van Roy altre otto donne si sono fatte avanti con delle accuse nei confronti di Besson.

L'ultimo film diretto da Luc Besson è Anna, interpretato dall'attrice e modella russa Sasha Luss. Il film, scritto, diretto e prodotto da Besson stesso, comprende nel cast anche star come Cillian Murphy, Luke Evans e soprattutto Helen Mirren.
Lo studio francese Europacorp dovette lottare molto per l'uscita del penultimo film girato da Besson, Valerian e la città dei mille pianeti, uno dei film più costosi mai realizzati in Europa. La società aveva registrato una perdita di 101 milioni di dollari nel mese di dicembre e dovette ricorrere alla riduzione dei costi generali e del personale.
Nell'aprile 2018 si era parlato della possibilità che Netflix acquistasse la Europacorp di Besson ma non se ne fece più nulla.

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
1