Marvel

Ant-Man and the Wasp, Evangeline Lilly parla per la prima volta del suo anno buio

Ant-Man and the Wasp, Evangeline Lilly parla per la prima volta del suo anno buio
di

Sembra proprio che non sia stato un anno facile per Evangeline Lilly: l'attrice vista in Ant-Man and the Wasp e di recente apparsa anche in Avengers: Endgame ha infatti scritto un lungo post su Instagram nel quale ha confessato i problemi che l'hanno afflitta nel corso degli ultimi mesi.

"Beh, eccomi qui, più o meno un anno fa. Ho passato un anno davvero duro, ma non volevo condividere con voi queste cose perché non volevo essere una nuvola grigia nel vostro mondo. Tutto ciò che volevo era portare gioia nel mondo. Portare luce. Non volevo rattristarvi una bella giornata con un mio post. Ma ho combattuto fortemente con il sentimento di essere soltanto ciò che gli altri volessero che fossi. Mi sono sentita spesso sola e invisibile" ha spiegato l'attrice.

"Ho sempre saputo di essere forte. Abbastanza forte, credevo, da tenere per me tutto il dolore. Così ho tenuto tutto il dolore dentro di me e fatto spazio anche per contenere quello altrui. In pubblico ho nascosto tutto, sorriso dei miei traumi e riso in faccia al mio dolore più profondo. Finché, l'anno scorso, non sono scoppiata. All'improvviso sono stata costretta a guardare in faccia le mie debolezze, i miei limiti, i miei traumi e le mie paure. [...] Sto uscendo da quel posto buio, lentamente. Penso sia inutile condividere la luce senza mostrare l'oscurità. Mi sento persa e apatica riguardo a questo spazio che condividiamo. Ma mi chiedo... Sareste venuti con me nella mia oscurità se l'avessi condivisa?" ha poi concluso Evangeline Lilly.

Recentemente, intanto, i Marvel Studios hanno dato il via libera per Ant-Man 3; il regista Peyton Reed ha invece ricordato una visita di Kirk Douglas sul set di Ant-Man insieme al figlio Michael.

Quanto è interessante?
3
Visualizza questo post su Instagram

#fbf #flashbackfriday Yesterday many of you said “brunette”. Well, here she is, about a year ago today. I had such a rough year last year but I didn’t want to share all of it with you because i didn’t want to be a dark cloud in your world. All I’ve ever wanted to do was put joy in the world. To add sunshine. I didn’t want you to be having a perfectly good day and then have my post make you sad. But I struggle deeply with feeling that all I ever am is what I feel everyone else wants and needs me to be. I often feel alone and unseen. . I have always known I was strong. Strong enough, I believed, to hold all my pain and everyone else’s also. So I kept it all inside, kept it to myself, and made space in there to hold your pain, too. Publicly, I hid and made light of my deepest traumas and laughed in the face of my most profound pain. . Until, last year, I broke. Suddenly I was forced to face my weakness and my limitations, my trauma and fears. I was left with no choice but to accept that I am limited or...carry on down a road of perfectionist denial that would inevitably kill me. . I am coming out of that deep place, slowly. As I start to breathe the fresh air, as I start to find my new, limited footing, I feel disconnected from you. I feel it’s pointless to share the light when you don’t know my darkness. I feel lost and apathetic about this space we share. . But I ask myself...would you have wanted to come along in my darkness had I shared it? . 📷 taken by my four-year-old son #whenbabieshavecameras . #lightanddarkness

Un post condiviso da Evangeline Lilly (@evangelinelillyofficial) in data: