Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald, le prime recensioni sono miste

Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald, le prime recensioni sono miste
di

La stampa d'oltreoceano, che ha visto in anteprima Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald, ha espresso il suo giudizio. Ecco cosa pensano i colleghi della seconda pellicola sceneggiata da J.K. Rowling sulle avventure di Newt e company.

Da noi, ve lo ricordiamo, Animali Fantastici: i Crimini di Grindelwald, arriva il 15 novembre.

Indie Wire

La storia di basa completamente su una grande battaglia tra bene e male - il marchio della Rowling, se mai ha avuto un marchio - che mette a repentaglio alcune relazioni chiave e pone le basi per ulteriori traumi futuri. Lo scontro finale è impressionante e anche alcune delle rivelazioni, ma questo incanto avrebbe bisogno di ulteriore magia.[C+]

AV Club

Politicamente in linea con i rimproveri della Rowling al trumpismo. Dal punto di vista drammatico è un po' debole perché il film rende l'unica defezione significativa al lato oscuro come un sottoprodotto dato della necessità della narrazione, non ha quindi una motivazione credibile. Newt, nel frattempo, non trasmette mai nulla che assomigli ad un impulso impuro. È docile come le bestie più coccolose che si insinuano nella sua valigia, e molto meno fantastico delle serie da lui intitolate. [C]

Time Out

Questa storia sarebbe elettrizzante e potrebbe dare sfogo ad una bella saga letteraria in romanzi da 500 pagine. In un film di 135 minuti invece, è un po' tutto confuso e affrettato. Diversi personaggi importanti, in particolare la strega governativa ribelle, Tina (Katherine Waterston), non ha molto da fare perché c'è troppo da raccontare. Con i suoi richiami all'universo di Potter e un occhio attento ai dettagli,I Crimini di Grindelwald ha dei momenti di fascino intermittente e una calda familiarità. Ma troppo spesso, sembra una bestia da soma che è stata sovraccaricata. [3/5]

The New York Times

Il suo pedigree e il talento dietro le quinte assicurano che "I Crimini di Grindelwald" sia disseminato di piaceri minori, per lo più ornamentali - la filigrana che invoca vecchi mondi, l'elfo vagante che ricorda le avventure passate. C'è anche lo Zouwu, un affascinante mostro con una faccia da gatto e un lungo e sinuoso corpo che gira come un drago cinese mettendo in ombra chiunque condivida lo schermo con lui. Eppure, quando la Rowling ha riunito tutte le sue linee narrative e una sonnolenta Zoë Kravitz nei panni di Leta Lestrange ti guida attraverso un'altra digressione, il film allenta decisamente la sua presa su di te. Questo cambia solo quando la storia si sposta in modo allettante verso Hogwarts, dove Silente, i bei ricordi e la promessa di storie migliori ci attendono.

Empire Online

Una piacevole incursione nell'immaginario di JK Rowling, rafforzata da un più accattivante Eddie Redmayne, ma non si può fare a meno di pensare che I Crimini di Grindelwald stia semplicemente gettando le basi per ciò che deve ancora venirenei prossimi capitoli. [3/5]

We Live Entertainment

Le immagini in I Crimini di Grindelwald sono affascinanti tanto quanto le performance. Come accennato in precedenza, la scena d'apertura imposta il livello davvero in alto ma i momenti visivamente sorprendenti continuano per tutto il film. Un'altra scena che spicca è quella di Tina e Newt al Ministero della Magia di Parigi e si snodano tra gli scaffali degli archivi. Ci sono molte scene come questa che stimolano l'immaginazione di chi guarda come solo J.K. Rowling sa fare. Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald è un momento magico da non perdere! Un episodio più audace e oscuro rispetto al primo che, di certo, delizierà i fan di Harry Potter vecchi e nuovi. Una grafica e una storia avvincenti con un finale che lascerà tutti senza parole mentre cominceranno immediatamente a fare il conto alla rovescia per vedere l'arrivo del capitolo successivo. [8.5 / 10]

Mirror Online

Avendo diretto gli ultimi quattro film di Harry Potter e il primo Animali Fantastici, David Yates è la mano più sicura per destreggiarsi tra il caos magico e la praticità. La Rowling riconosce che il suo pubblico è cresciuto e ha modificato i suoi scritti per rispecchiare questo fatto così, mentre il primo Harry Potter era certificato PG, questo è decisamente un 12A e potrebbe essere troppo scuro di tono per bambini molto piccoli. Non sono un fan di Harry Potter, eppure sono rimasto incantato dal film per tutto il tempo. [5/5]

Mashable

Al contrario, I Crimini di Grindelwald sembra calare un po' a tutti i livelli, a partire dalle motivazioni dei personaggi fino alla costruzione del mondo. Non c'è nulla di specifico o speciale in questa versione di Parigi; potete tranquillamente trovare una rappresentazione più magica della città su ogni cartolina da 99 centesimi. I nostri eroi sembrano meno familiari di quanto non fossero quando sono stati introdotti nel primo film, grazie ad una serie di decisioni sconcertanti. E, anche se si esplorano temi profondi come la famiglia, il peso del rimpianto e il fascino oscuro della paura - la vera forza trainante de I Crimini di Grindelwald sembra essere un desiderio ardente di creare un sequel. Se solo si fosse preso la briga di farmi venire voglia di vederlo, un sequel.

Screen Daily

Il sentimento maggiore è l'oscurità, con un viaggio a Hogwarts che ci regala alcuni spazi di sereno. Il fascismo influenza l'art deco degli anni '20 e dà a tutto un aspetto sinistro. Le scene in strada sono illuminate come cartoline usurate dal tempo che sfumano e scompaiono, senza colore. Le previsioni di Grindelwald sono agghiaccianti. Quando Silente evoca la nebbia su Londra per oscurare la sua conversazione con Newt, è un promemoria di come i ripetuti sequel, i parchi a tema, la finta piattaforma di Kings Cross e i set di bacchette hanno oscurato il genio creativo che pulsa nel cuore più profondo delle storie di Harry Potter e di tutte le sue iterazioni e spin-off cinematografici. C'è vera magia qui, e niente di falso nelle emozioni che lo guidano.

Naturalmente, come spesso accade, le opinioni possono differire. In questo caso, almeno stando ai giudizi che abbiamo riportato, la pellicola sembra piacere moltissimo o non piacere affatto, non c'è una via di mezzo. non ci resta che attendere l'arrivo di Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald in sala, il 15 novembre e cercare di farci un'opinione per conto nostro.

Quanto è interessante?
6

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!

Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald

Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald
  • Genere: Fantastico
  • Regia: David Yates
  • Interpreti: Eddie Redmayne, Katherine Waterston, Dan Fogler, Alison Sudol, Ezra Miller, Jude Law, Johnny Depp, Zoë Kravitz, Claudia Kim, Carmen Ejogo, Callum Turner, Victoria Yeates, Ólafur Darri Ólafsson, Kevin Guthrie, Fiona Glascott
  • Sceneggiatura: J.K. Rowling
  • +

Nelle sale Italiane dal: 15/11/2018

Che voto dai a: Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald

Media Voto Utenti
Voti: 4
7.5
nd