Amsterdam, il cast stellare non basta: il flop causerà una perdita di 100 milioni

Amsterdam, il cast stellare non basta: il flop causerà una perdita di 100 milioni
di

Nonostante la presenza nel cast di nomi illustri quali Christian Bale, Margot Robbie, Robert De Niro e Anya Taylor-Joy, il film Amsterdam si è rivelato un sonoro flop al box-office statunitense. La pellicola che ha segnato il ritorno alla regia di David O. Russell ha incassato solamente 10 milioni di dollari nel suo primo weekend di programmazione.

Con un'apertura di 6,5 milioni di dollari in 3.005 sale, favorita dalle vendite di biglietti IMAX e PLF che hanno rappresentato più di un terzo di tale cifra, il film ha ottenuto complessivamente un misero incasso di 10 milioni di dollari in tutto il mondo. Russell stava cercando di replicare il successo di American Hustle, il suo film più ricco di star e candidato a 10 Oscar, che ha ottenuto un'apertura nazionale di 19,1 milioni di dollari a Natale 2013 e un incasso di oltre 150 milioni di dollari negli Stati Uniti e 251,1 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un costo di produzione di 40 milioni di dollari.

Amsterdam, interamente finanziato dalla New Regency in base al suo accordo con i Disney/20th Century Studios, ha avuto un costo doppio, pari a 80 milioni di dollari, e questo è stato l'aspetto più problematico del film. Quello che avrebbe dovuto essere un film da premiare per la sua originalità si è rivelato una delusione su tutti i fronti: Amsterdam è stato bocciato dalla critica con il 34% su Rotten Tomatoes.

Secondo quanto riportato da Deadline, sulla base di un incasso globale previsto di 35 milioni di dollari, di una spesa di marketing globale stimata in 70 milioni di dollari - che, a quanto dicono, è il minimo indispensabile per un grande film come questo - sostenuta dalla Regency, Amsterdam, dopo tutte le spese accessorie, perderà circa 100 milioni di dollari (97 milioni di dollari per l'esattezza).

A fari lievitare il budget, però, non sarebbe stato il cast ricco di stelle che per buona parte ha lavorato a condizioni economiche meno vantaggiose del solito per poter lavorare con Russell. Il problema più grande, infatti, è costituito dal cambio di location a produzione in corso da Boston a Los Angeles, e al fatto che la produzione è stata frenata dall'arrivo della pandemia nel marzo 2020.

In quell'occasione, Amsterdam avrebbe dovuto essere girato e la data di inizio è stata spostata a gennaio 2021. Nessuno del cast voleva recarsi a Boston a causa del Covid, quindi Los Angeles era più adatta. Il fatto che fosse un film in costume e il passaggio da Boston a Los Angeles hanno fatto lievitare il costo di produzione dai 50 milioni di dollari previsti a 80 milioni di dollari. Questo con un credito d'imposta di 2,5 milioni di dollari per la California.

Amsterdam esordirà nei cinema italiani il 27 ottobre prossimo; recentemente, Christian Bale ha parlato del lavoro con Chris Rock.

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
2