American Skin di Nate Parker aggiunto a Venezia 2019, è subito polemica

American Skin di Nate Parker aggiunto a Venezia 2019, è subito polemica
di

Le polemiche intorno a Venezia 2019 sono destinate a riaccendersi, ora che è stato ufficialmente annunciato che American Skin, il secondo film di Nate Parker, è stato incluso al programma ufficiale della Mostra

Il film è un dramma sulla violenza della polizia e il razzismo negli Stati Uniti ed è stato scritto, diretto e interpretato da Parker: curiosamente il film d'esordio del cineasta, il crudissimo The Birth of a Nation, era passato anche quello per l'Italia, dato che venne presentato alla Festa del Cinema di Roma nel 2016.

Negli Stati Uniti è già polemica per l'aggiunta di American Skin al Lido: poco dopo l'uscita di The Birth of a Nation, infatti, Parker si ritrovò al centro di uno scandalo mediatico che riesumò un'antica accusa di stupro risalente al 1999, quando frequentava il college; il processo all'epoca durò due ani ma l'allora ventenne Nate Parker fu dichiarato innocente dopo che la ragazza accusatrice rivelò che il rapporto sessuale che ebbero fu consensuale.

Le aspettative da Oscar del suo bel film d'esordio, quadrato, preciso e piuttosto crudo per come ritraeva l'America ai tempi della schiavitù, furono ovviamente seppellite dallo scandalo, nonostante alcune settimane prima Parker avesse già vinto premi importanti al Sundance fosse stato nominato "miglior regista per un'opera prima" ai Directors' Guild Awards.

In American Skin Parker interpreta Lincoln Jefferson, un veterano dei marine ora bidello in una prestigiosa scuola media in California, che sta cercando di riparare il suo rapporto con suo figlio dopo il divorzio. Un giorno, durante un controllo di polizia di routine, il ragazzo viene ucciso, ma l'ufficiale colpevole di averlo sparato viene dichiarato innocente senza dover affrontare un processo. Scoraggiato per l'essenza di un processo equo, Lincoln prende in ostaggio l'intera stazione di polizia e mette in scena un processo farsa in cui i detenuti nella stazione e gli altri civili presenti fungono da membri della giuria, che dovranno agire al posto del governo per dare finalmente giustizia al bambino morto.

Alla premiere del film al Lido sarà presente anche Spike Lee, che insieme a Parker terrà una discussione post-proiezione. Lee oggi ha elogiato il film, dicendo che "ha inventato un coraggioso tour de force. Non c'è stato un film capace di sconvolgermi su così tanti livelli come ha fatto questo da tanto, tanto tempo. Spero e prego che il pubblico del cinema comprenda questa battaglia tra amore e odio che ha diviso il nostro mondo. Bravo Nate, bravo."

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
1