Amber Heard vs Johnny Deep, i legali dell'attrice abbandonano la causa: cos'è successo?

Amber Heard vs Johnny Deep, i legali dell'attrice abbandonano la causa: cos'è successo?
di

Dopo una pausa obbligata a causa dei recenti eventi globali di natura pandemica, il caso diffamatorio di Johnny Depp contro Amber Heard ha da poco avuto il via libera per andare finalmente a processo, e la novità fresca delle ultime ora riguarda il team di legali della Heard, che ha deciso di dimettersi per intero dal caso.

Il team di avvocati era guidato da Roberta Kaplan e composto da John Quinn, Julie Fink e Davida Brook. La prima, soprattutto, è una delle più note avvocate di Hollywood, associata al movimento Times Up di Los Angeles e anche co-fondatrice del fondo per la difesa legale dello stesso. Il caso contro la Heard non si sta tuttavia svolgendo a Los Angeles ma in Virginia e dunque l'attrice dovrà ora mantenere degli avvocati locali fino alla fine del caso.

La Heard ha già firmato i documenti per la modifica dei suoi difensori. I motivi delle dimissioni del team della Kaplan sono da rintracciare a detta dei diretti interessati "nei costi troppo alti relativi alla logistica e ai viaggi, soprattutto dopo la recente Pandemia da Coronavirus", elemento che a quanto pare ha messo in ginocchio anche i tribunali e tutto l'apparato lavorativo che gli gravita attorno.

CinemaBlend fa però notare che al momento i biglietti aerei e gli hotel per e nelle zone interessate sono ai minimi, il che fa sorgere qualche dubbio sulla concretezza del commento del team, che magari si è dovuto dimettere per motivi legati sì, alle finanze, ma della loro assistita, anche se non è possibile quantificare il patrimonio della star.

Sempre il sito fa però notare che potrebbe essere stata la Heard a licenziare il team per motivi legati al Codice Penale della Virginia, dato che non c'è una legge penale unificata negli Stati Uniti d'America e che anzi cambia di stato in stato, e non è inusuale che qualcuno cerchi un team di esperti conoscitori della legge in un determinato stato.

In tutto questo, comunque, l'avvocato di Johnny Depp è arrivato a gettare un po' d'ombra sulla questione, dato che ha dichiarato a The Blast: "Gli avvocati della signora Heard, uno dei quali è co-fondatore del movimento Times Up, hanno adesso improvvisamente e apparentemente deciso di prendere distanza dalla truffa a lungo termine dell'ormai ex-assistita. Abbiamo intenzione di scoprire il perché".

Cosa ne pensate?

Quanto è interessante?
9