di

Durante lo Star Wars Show sono intervenuti i membri dello Story Group della Lucasfilm, Leland Chee, Pablo Hidalgo, Matt Martin e Rayne Roberts, per svelare alcune interessanti easter egg presenti in Star Wars: Gli Ultimi Jedi. Siete certi di sapere ogni curiosità sulla pellicola di Rian Johnson?

Generalmente le easter egg sono delle chicche, quasi sempre di difficile individuazione ad una prima visione, inserite all'interno di un film. Esse svolgono la mera funzione di rinviare l'occhio dello spettatore attento ad altri rimandi non necessariamente cinematografici o legati a precedenti capitoli di una saga. Quelle che leggerete in basso di certo non esauriscono l'intero panorama di bizzarrie raccolte in Star Wars: Gli Ultimi Jedi, ma potrete commentare sotto la notizia per dirci quante e quali di queste avevate scoperto durante la proiezione in sala:

  1. Nel tempio Jedi dove Luke si è ritirato in esilio vediamo una bussola. Si tratta della stessa bussola che il maestro Jedi prende in una valigetta durante una sequenza del gioco Star Wars Battlefront II. Lo strumento ha permesso inoltre al discepolo di Yoda di raggiungere il pianeta di Ahch-To.
  2. Luke possiede una collana con un cristallo Kyber incastonato.
  3. La copertina di uno dei testi sacri Jedi mostra il simbolo dell'Ordine, visto altresì in alcuni materiali di Star Wars: The Clone Wars.
  4. Nel DLC "Resurrection" di Star Wars Battlefront II, Iden, Zay e Shriv trovano i piani della Corazzata Stellare, i quali ritorneranno utili per Poe Dameron durante la missione di apertura del film.
  5. In Rogue One: A Star Wars Story Jyn Erso scova i piani dei sistemi di navigazione per il tracciamento nell'iperspazio. Anni dopo sarà il Primo Ordine, non l'Impero, a realizzare quei progetti, riuscendo così a stare alle costole della Resistenza.
  6. Quando Finn e Rose si trovano nella città di Canto Bight, il primo osserva con un binocolo un Fathier, la creatura quadrupede, di nome "Hothstuff".
  7. Il nome del personaggio interpretato da Benicio del Toro, DJ (Don't Join), è un rinvio ad un poster del cantautore britannico Elvis Costello. L'attore indossa anche un cappello che a chiare lettere indica sulla placca metallica questa frase in inglese.
  8. In Star Wars: Il Risveglio della Forza vediamo per la prima volta, anche se velocemente e durante il volo, i Porg durante la scena in cui Rey trova Luke su Ahch-To.
  9. Il sesso dei Porg si distingue sulla base delle dimensioni, leggermente più grandi i maschi, più piccole le femmine Porg.
  10. Il Porg che Chewbecca spinge dalla cloche del Millenium Falcon è un maschio.
  11. La scena ambientata nella lavanderia del Primo Ordine è un richiamo ironico al primo fan film di Star Wars, Hardware Wars.
  12. Tutti i membri dello Story Group concordano nel ritenere che tra Rey e Kylo Ren ci sia della tensione emotiva in Star Wars: Gli Ultimi Jedi, già ripresa a tratti durante la tortura che l'uomo infligge alla ragazza in Star Wars: Il Risveglio della Forza.
  13. Poco prima dello scontro con Kylo Ren, si può notare come Luke, pur calpestando visivamente il deserto di sale, non produca alcun suono e non lasci impronta sul terreno.
  14. Un altro segnale che avrebbe dovuto far storcere il naso riguardo la reale presenza fisica di Luke sul posto ha a che fare con il suo ingresso in scena all'interno della base ribelle di Crait. Non essendoci un'altra via d'uscita, eccezion fatta per quella creata successivamente da Rey attraverso l'utilizzo della Forza, o d'ingresso, di quale entrata avrebbe mai potuto usufruire il maestro Jedi?
  15. L'ologramma di Leia che R2-D2 mostra a Luke nel Millenium Falcon non è una sequenza girata in CGI, ma è preso dal materiale di archivio girato per Una Nuova Speranza.
  16. L'attore Noah Segan, apparso in ogni film diretto da Rian Johnson, interpreta qui il pilota di un X-Wing di nome Stomeroni Starck.
  17. Tutti e tre i figli di Mark Hamill (Luke Skywalker) appaiono come membri della Resistenza.
  18. Il regista di Rogue One: A Star Wars Story, Gareth Edwards, ha avuto un piccolo cammeo. Il suo volto è riconoscibile come un soldato della Resistenza in trincea durante la battaglia svoltasi su Crait.
  19. Quando la Resistenza si barrica all'interno dell'ultima base ribelle di Crait, è possibile vedere sullo sfondo il cammeo del regista Edgar Wright nella scena in cui C-3PO viene inquadrato assieme a Poe.

Per rinfrescare la memoria delle scene indicate vi invitiamo a guardare la clip pubblicata al di sopra della notizia. Se avete altre curiosità da segnalarci indicatele qui sotto tra i commenti!

Quanto è interessante?
5