di

È grazie a Screen Rant, che oggi possiamo mostrarvi un'intervista, in cui le menti creative dietro agli effetti speciali di Alita: Angelo della Battaglia ci parlano del loro approccio alla realizzazione dei diversi personaggi (umani e robotici) che incontriamo durante la narrazione.

Qui di seguito, vi riportiamo alcuni estratti dall'intervista, in cui vi sarà possibile scoprire l'incredibile quantità di amore e passione, che questi artisti digitali hanno veicolato nella produzione dell'atteso blockbuster diretto da Robert Rodriguez.

Parlando delle stratosferiche sequenze d'azione, il produttore Jon Landau ha dichiarato:

"Credo che la sequenza più impegnativa da un punto di vista realizzativo sia stata la battaglia tra i vicoli. Una delle sequenze in cui vediamo Romo fare il suo atterraggio, prima con [Dr. Dyson] Ido e poi con Nyssiana. Sia Nyssiana che Romo sono personaggi reali, cui abbiamo aggiunto alcuni miglioramenti mediante l'utilizzo della computer grafica. Alita, invece, è completamente in CGI. Sul set, siamo ovviamente confinati dai limiti della realtà concreta, per cui la sfida più avvincente diventa il riuscire a mescolare così tanti elementi in una maniera che risulti organica e naturale."

La parola è poi passata a Eric Saindon, supervisore degli effetti visivi, per conto della WETA Digital, che ha commentato quanto segue:

"La sequenza del Motorball è una di quelle che presentano tantissimi personaggi bizzarri, estratti a piene mani direttamente dal manga originale. Alcuni di loro hanno un look fantastico sulla carta, che però diventa difficile traslare sul grande schermo, talvolta non risultando credibili. La sfida quindi consiste nel prendere quel design, per poi trasformarlo in un'unione di emozione ed animazione, con cui sia facile interfacciarsi, da cui farne derivare diversi aspetti somatici o pose fantastiche. Si tratta di lavorare con qualcosa che riesca a trasmetterti le stesse cose (del manga, ndr), ma che al contempo riesca a funzionare a dovere.

Abbiamo lavorato a molti dettagli legati ai vari personaggi: la dimensione delle ruote, il fatto di poterle muovere e di avere i giusti movimenti della testa. Ci siamo serviti della motion capture, in varie ambientazioni che presentavano diversi stili di movimento. Naturalmente, non tutti sono fisicamente possibili (...): la cosa importante era riuscire ad estrarre il giusto livello di movimento durante la scena, così da inserirla nel personaggio portato in vita grazie alla computer grafica."

Un discorso, quello di Saindon, a cui si ricollega quello di Jon Letteri, che approfondisce il discorso, mediante vari esempi pratici. Egli cita il fatto di "lavorare il più possibile con gli attori, per poter ottenere il giusto livello di drammaticità", così come il fatto -esilarante- che, durante le riprese, molti attori si ritrovassero a guardare i due direzioni completamente differenti, a causa delle diverse proporzioni dei vari personaggi. Saindon parla di dover "sintetizzare il tutto, affinché sia possibile ottenere una performance, in grado di giustificare quanto stiamo vedendo sullo schermo."

Parole a cui fa eco Mike Cozens, supervisore alle animazioni, che descrive i personaggi del film, classificandoli in "grossi cyborg, contraddistinti da un grande peso". Il tutto, secondo la loro visione, deve riuscire a risultare naturale, tenendo anche conto della fisicità dei protagonisti e di ciò che è possibile implementare nelle fasi successive della lavorazione.

Quanto è interessante?
3

Alita - Angelo della battaglia

Alita - Angelo della battaglia
  • Distributore: Twentieth Century Fox
  • Genere: Azione
  • Regia: Robert Rodriguez
  • Interpreti: Rosa Salazar, Christoph Waltz, Jennifer Connelly, Jackie Earle Haley, Ed Skrein, Eiza Gonzales, Lana Condor, Leonard Wu, Mahershala Ali
  • +

Nelle sale Italiane dal: 14/02/2019

incasso box office: 1.806.142 Euro

Nelle sale USA dal: 21/12/2018

Che voto dai a: Alita - Angelo della battaglia

Media Voto Utenti
Voti: 48
7.6
nd