Aliens, James Cameron svela com'è nato il titolo: "Le leggende sul film sono tutte vere"

Aliens, James Cameron svela com'è nato il titolo: 'Le leggende sul film sono tutte vere'
di

Aliens di James Cameron non è solo uno dei migliori action scifi della storia del cinema, ma è anche un geniale sequel di Alien di Ridley Scott, in grado di sovvertire in tutto e per tutto le idee del primo capitolo della saga.

Ma com'è nata l'idea originale di Aliens Scontro Finale? Sui primi giorni dello sviluppo del film nel corso degli anni se ne sono dette di tutti i colori, e adesso in una nuova intervista promozionale il regista James Cameron ha confermato almeno una leggenda metropolitana sul conto dell'opera. Stando alle credenze popolari, infatti, il regista di Terminator e Avatar avrebbe indetto una riunione con i produttori e nel corso di questo incontro avrebbe scritto la parola "Alien" su una lavagna, per poi aggiungere una S alla fine del titolo del primo film. Infine, si dice che su quella S Cameron abbia aggiunto anche due linee verticali, trasformando la lettera nel simbolo dei dollari $.

Un'idea di presentazione a dir poco geniale, che nel corso degli anni è stata tramandata di fan in fan. La cosa davvero geniale, però, è che secondo James Cameron andò davvero in questo modo. Parlando con Cinemablend per il nuovo libro "Tech Noir: The Art of James Cameron", il regista ha confermato: "Sì, quella storia è essenzialmente vera. Mi è tornata in mente ora che me ne hai parlato. In realtà non fu su una lavagna, ma sul retro di un copione, o comunque su di una specie di documento di presentazione. Forse il trattamento della storia, non riesco a ricordare nei dettagli. Ma ero seduto con i tre produttori del film, ed eravamo nell'ufficio dell'allora capo della 20th Century Fox. E ho detto: 'Ragazzi, ho un'idea per il titolo. Eccolo'. E ho scritto 'Alien' in stampatello, aggiungendo una S alla fine. Gliel'ho mostrato. Ho detto: 'Voglio chiamarlo Aliens, perché non ce ne sarà più solo uno, ne avremo un esercito, e questo dettaglio non da poco cambierà tutto rispetto al primo film'. E poi ho dato il colpo di grazia, ho fatto: 'Ma ecco in cosa si tradurrà quella S', e ho disegnato le due linee verticali trasformando la s nel simbolo dei dollari. A quanto pare ha funzionato! Si sono convinti subito, il titolo doveva essere quello e non l'hanno mai messo in dubbio."

James Cameron ha concluso con un'altra perla di saggezza: "Arriva un momento nella vita lavorativa in cui bisogna essere sfacciati. Vale per ogni lavoro, ma tecnicamente a Hollywood dovresti sempre comportarti in questo modo. Però, quello che voglio dire, è che arriva un momento in cui devi essere eccezionalmente sfacciato, e questo momento è quando ancora la gente per cui lavori non ha idea di chi tu sia. Ti ritrovi in mezzo ad un mare di persone che come te vogliono essere notate, vogliono essere ascoltate, vogliono essere assunte, vogliono avere la fiducia di chi sta ai piani alti. A volte, devi essere sfacciato per farti notare. Ma devi farlo con il giusto scintillio negli occhi. Se lo fai bene, penso che chi ti sta di fronte non solo ti noterà ma ti rispetterà anche: perché gli ricorderai che quello è lo stesso scintillio che avevano loro, lo stesso scintillio che li ha portati dove sono oggi."

Ricordiamo che James Cameron tornerà finalmente al cinema l'anno prossimo con Avatar 2, previsto per il 16 dicembre 2022. Quali sono le vostre aspettative? Ditecelo nei commenti.

Quanto è interessante?
1