Netflix

Alfonso Cuaron difende Netflix dall'attacco di Steven Spielberg: "Serve più flessibilità"

Alfonso Cuaron difende Netflix dall'attacco di Steven Spielberg: 'Serve più flessibilità'
di

Come saprete certamente, qualche giorno fa un portavoce della Ambilin ha avuto modo di sottolineare la posizione battagliare di Steven Spielberg in difesa dell'esperienza da sala e contro Netflix, che secondo il grande regista dovrebbe essere addirittura esclusa dai futuri Academy Awards, gli Oscar.

Il portavoce ha infatti spiegato quanto "Steven sia fortemente interessato a rimarcare la differenza tra lo streaming e l'esperienza della sala cinematografica, tanto da dirsi molto felice se gli altri si uniranno alla sua campagna quando si presenterà alla riunione del Board of Governors dell'Academy". Sempre il portavoce ha poi sottolineato che "le discussioni sulle regole dei premi sono in corso con le varie gilde" e che "la commissione probabilmente discuterà l'argomento già nella riunione di aprile."

Sono diversi i punti contestati a Netflix (li trovate qui), ma in difesa del colosso dello streaming online è intervenuto in queste ultime ore Alfonso Cuaron, fresco di due Premi Oscar per Roma, distribuito proprio da Netflix. Parlando con Variety, così, Cuaron ha avuto modo di spiegare:

"Ci deve essere una maggiore diversità nel modo di pubblicazione dei nostri film. I modelli di distribuzione devono essere più flessibili, a seconda del film. Non è più possibile imporre la strategia di diffusione nelle sale adatta a film tentacolari a titoli invece piccoli. Ci sarebbe bisogno di meno sale e un permanenza in programmazione più lunga, con modelli differenti. Si ragione ancora troppo in un unico paradigma, quando è invece ora di aumentarli i paradigmi. In questo momento, si tratta di confronti tra modelli economici differenti, ma non è che se un modello favorisce il cinema l'altro non lo fa".

Cosa ne pensate?

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
2