Alexander, le differenze tra la versione originale e la Ultimate Cut di Oliver Stone

Alexander, le differenze tra la versione originale e la Ultimate Cut di Oliver Stone
di

Incentrato sulla storia di Alessandro Magno dalla sua infanzia all'ascesa sul trono della Macedonia, Alexander di Oliver Stone ricevette una pessima accoglienza da parte di critica e pubblico quando uscì al cinema nel 2004. Tuttavia, negli anni il regista ha potuto rimediare all'insuccesso con una serie di versioni estese.

Dopo la "Director's Cut", la "Final Cut" pubblicate rispettivamente nel 2005 e 2007 insieme alle edizioni home video del film, nel 2013 è infatti arrivata la "Alexander: The Ultimate Cut", ovvero quella che possiamo definire come la versione definitiva del film epico. Ma quali sono le differenze principali?

Con circa 30 minuti in più rispetto alla pellicola originale, Alexander: The Ultimate Cut prima di tutto mette da parte la narrazione lineare: invece di raccontare la storia dall'infanzia di Alessandro Magno fino alla sua morte, il film si apre con la battaglia di Gaugamela e prosegue muovendosi avanti e indietro nel tempo.

Se nella versione cinematografica la bisessualità del protagonista viene sottolineata in gran parte dagli sguardi desiderosi tra lui e il migliore amico Efestione (Jared Leto), nella Ultimate Cut questo aspetto viene esplorato anche attraverso alcune scene di amore omosessuale tra Alessandro e lo schiavo di nome Bagoa. All'interno della Ultimate Cut viene inoltre messo in rilievo il rapporto amoroso tra Alessandro e Efestione: quando quest'ultimo soccombe alla malattia, infatti, il Re di Macedonia muore poco dopo mentre osserva l'anello che Efestione gli ha donato.

Per altri approfondimenti, vi lasciamo ai 5 film imperdibili di Oliver Stone. Vi ricordiamo inoltre che, nelle ultime settimane, il regista ha fatto parlare di sé per essersi inettato il vaccino russo Sputnik V.

FONTE: SR
Quanto è interessante?
1