Aladdin, i primi tracking anticipano un esordio tra i $70 e $90 milioni

Aladdin, i primi tracking anticipano un esordio tra i $70 e $90 milioni
di

Dopo aver ammirato i nuovi character poster di Aladdin, per il remake live-action della Disney diretto da Guy Ritchie arrivano ora anche i primi dati di tracciamento del box office.

Stando a Box Office Pro, l'opera esordirà con una cifra compresa tra i $70-95 milioni di dollari in 3 giorni, che potrebbe ampliarsi a $85-$115 milioni sui quattro giorni di programmazione.

Il sito ha anche analizzato alcuni pro e contro che potrebbero o meno influire sulla performance commerciale del film con Will Smith: tra i pro, BOP ci ricorda che il film del 1992, oltre ad aver vinto un Oscar ed essere stato un enorme successo al botteghino (con l'inflazione, oggi avrebbe incassato $473 milioni di dollari) è ancora un film piuttosto amato dai fan, che saranno particolarmente eccitati dalla prospettiva del ritorno del compositore premio Oscar Alan Menken.

I cinefili invece non potranno ignorare il nuovo lavoro dell'acclamato regista Guy Ritchie (Sherlock Holmes) e dello scrittore John August (Big Fish), che nonostante una campagna promozionale non proprio esaltante suscita comunque sempre grande interesse. Impossibile poi non citare la presenza di Will Smith nel ruolo del Genio, che dovrebbe far riempire le sale dalle sue schiere di fan.

Un altro aspetto da considerare favorevole è il giorno d'apertura, non solo a ridosso del Memorial Day (cosa che garantirà un week-end lungo quattro giorni) ma soprattutto praticamente senza avversari, con Detective Pikachu della Warner Bros. che avrà già vissuto per oltre due settimane nelle sale statunitensi all'arrivo di Aladdin. Infine, a circa otto settimane dall'uscita, le metriche di impatto del trailer sono molto positive, con un interesse positivo medio dell'83% che supera quello del 72% di Dumbo.

Per i contro però si riparte proprio da qui, dato che sebbene le reazioni ad altri elementi dei trailer siano state generalmente positive, tutte le polemiche che si sono susseguite intorno all'aspetto della CGI del Genio hanno drasticamente spostato gli equilibri della campagna pubblicitaria: adesso le recensioni e il passaparola saranno cruciali per l'apertura e le prestazioni a lungo termine del film, il che significa che le previsioni al botteghino sono per il momento molto variabili.

Inoltre, al di là di tutti i recenti successi, negli ultimi dieci anni la Disney ha stabilito una sorta di record negativo in termini di under-performance al botteghino con le uscite del Memorial Day.

Come sempre, però, sarà il pubblico a parlare: in Italia vedremo la risposta dal prossimo 20 maggio, quando Aladdin arriverà nei cinema nostrani. Nell'attesa, vi rimandiamo al nuovo trailer ufficiale del film.

Quanto è interessante?
4