Ben Affleck era nella lista rossa di Harvey Weinstein: ecco perché il produttore lo temeva

Ben Affleck era nella lista rossa di Harvey Weinstein: ecco perché il produttore lo temeva
di

Secondo i documenti giudiziari emersi nelle scorse ore dal processo a Harvey Weinstein, la star Ben Affleck è stato nella "lista rossa" dell'ex produttore di Hollywood.

Prima della pubblicazione dei rapporti sulle accuse di molestie sessuali, che hanno a loro volta innescato il movimento #MeToo e portato alla caduta dell'ex magnate, Weinstein aveva un elenco di nomi di persone delle quali era preoccupato e che temeva potessero parlare con i giornalisti a proposito della sua criminale condotta sessuale.

Il nome di Affleck è apparso su quel documento, noto come "elenco da bandiera rossa", che è stato visto da Variety nelle scorse ore. L'elenco faceva parte di circa 1.000 pagine di documenti che sono stati svelati al tribunale penale di New York City, in vista della condanna di Weinstein che sarà emessa oggi mercoledì 11. Il produttore è attualmente detenuto nel carcere di Rykers Island.

Il documento era stato presentato durante il processo di sette settimane a Weinstein, ma solo il nome dell'accusatrice Annabella Sciorra era stato svelato fino ad oggi. Il procuratore capo ha richiesto che l'elenco (che includeva sia uomini che donne) fosse fornito alla giuria in modo che i membri potessero vederne tutti i nomi, ma il giudice glielo ha negato.

Nella lista pare ci siano circa 70 nomi, inclusi Affleck e Sciorra, oltre agli accusatori Rose McGowan, Zelda Perkins, Lysette Anthony e Rowena Chiu. Nella lista ci sono anche l'ex dirigente della Weinstein Company Irwin Reiter; Leslye Headland, ex assistente di Weinstein e creatrice di Russian Doll; e i produttori Megan Ellison, Donna Gigliotti, Jason Blum e Jennifer Todd.

Per altri approfondimenti sulla faccenda recuperate le dichiarazioni di Rose McGowan.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
7