Ben Affleck accusato di whitewashing: 'Perché in Argo interpreta un messicano?'

Ben Affleck accusato di whitewashing: 'Perché in Argo interpreta un messicano?'
di

La questione del whitewashing è presente nel mondo del cinema da tempo immemore: da Hollywood vediamo da sempre arrivare film con attori bianchi nel ruolo di personaggi neri o comunque di diverse etnie, scatenando spesso un bel po' di polemiche. Nell'occhio del ciclone stavolta è finito Ben Affleck per il suo Argo.

Nel film che nel 2013 tornò a casa con un Oscar al Miglior film Affleck, oltre a posizionarsi dietro la macchina da presa, vestiva i panni dell'agente dell'Intelligence statunitense di origini messicane Tony Mendez.

Una scelta che ancora oggi fa storcere il naso a qualcuno, come dimostrato dalle ultime esternazioni dell'attore Edward James Olmos: "Ben Affleck interpretava Tony Mendez. Non avrebbe mai dovuto interpretare Tony Mendez. Lui disse che non avrebbero fatto il film se non ci fosse stato lui nella parte, ma sono str****te. Lui l'ha diretto, lui l'ha scritto. Ha vinto il Miglior film per l'Academy, di cosa stiamo parlando? Tony Mendez era un americano messicano, nato e cresciuto ad El Paso, Texas. Ora il 99% delle persone neanche lo sa" si è sfogato l'attore di Miami Vice.

Cosa ne pensate? Avreste preferito vedere un vero messicano nei panni di Mendez o pensate che la scelta di Affleck abbia avuto senso? Per saperne di più, qui trovate la nostra recensione di Argo; vediamo insieme, invece, quali sono le migliori interpretazioni di Ben Affleck.

Quanto è interessante?
5