Addio a Stanley Donen, acclamato regista di Singin' in the Rain

Addio a Stanley Donen, acclamato regista di Singin' in the Rain
di

Si è spento, alla veneranda età di 94 anni, Stanley Donen, rinomato regista statunitense, autore di alcuni tra i più importanti lungometraggi musicali della storia del cinema. Durante sua la lunga carriera ad Hollywood, Donen ha alternato la carriera da regista a quella di coreografo, accanto al compianto Gene Kelly.

Nato a Columbia, nel South Carolina, nel 1924, Donen ha esordito come ballerino, debuttando nei maestosi palcoscenici di Broadway.

Tra gli anni '40 e '50, il filmmaker ha raggiunto la celebrità artistica grazie a due film acclamati da critica e pubblico, Un Giorno a New York (1949) e Cantando Sotto la Pioggia (1952).

La notizia della morte è stata annunciata, originariamente, dal figlio del regista, in un articolo del Chicago Tribune, riportato dal critico cinematografico Michael Phillips:

"Come confermato da uno dei suoi figli, Stanley Donen è venuto a mancare, all'età di 94 anni. Un talento, il suo, che svariate volte è stato dimenticato."

Nel corso della propria carriera, Donen è stato parte integrante dei MGM Studios, dirigendo e coreografando moltissime loro produzioni destinate al grande schermo, capaci di incantare e meravigliare migliaia di spettatori in tutto il mondo.

Nonostante le mancate nomination agli Oscar, nel 1998 i membri dell'Academy Awards hanno deciso, all'unanimità, di premiarne le ineccepibili qualità artistiche, conferendo a Donen un Oscar Onorario, come "riconoscimento per un lavoro artistico segnato dalla grazia, l'eleganza, l'arguzia e l'innovatività visiva."

Con la sua dipartita, il mondo del cinema ha indubbiamente perso uno degli autori più geniali e visionari, che la Settima Arte abbia mai conosciuto. I suoi film, brillanti e innovativi nello stile quanto nella resa visiva, sono destinati a rimanere impressi nell'immaginario collettivo per molti anni a venire.

Quanto è interessante?
5