Addio a Robby Müller, il cineasta di Paris, Texas. Aveva 78 anni

Addio a Robby Müller, il cineasta di Paris, Texas. Aveva 78 anni
di

Robby Müller è morto all'età di 78 anni. Tra i suoi lavori più importanti c'è Paris, Texas di Wim Wenders e sono molte anche le collaborazioni importanti con registi come Jim Jarmusch e Lars von Trier.

Il cineasta era nato a Willemstad, Curaçao, nelle Antille Olandesi. Era chiamato "il maestro della luce" dai colleghi. La formazione di Müller si è svolta alla Netherlands Film Academy e il suo primo lavoro è stato un lungometraggio con Wenders, intitolato Summer in the City.

Müller prestava moltissima attenzione alla luce nelle sue riprese, e prediligeva quella naturale. Tra gli importanti riconoscimenti ottenuti in carriera ci sono quattro nomination ai Film Independent Spirit Award (tre delle quali erano per di film di Jarmusch), un Camerimage Lifetime Achievement Award, e un American Society of Cinematographers, oltre all'USA International Award. Müller è morto a 78 anni, dopo una carriera lunga 50 anni nella cinematografia.

Secondo quanto riportato da The Independent, la famiglia del direttore della fotografia ha rivelato che Müller - il cui ultimo progetto è stato un cortometraggio intitolato Ashes del 2014 - era malato da un po' di tempo. Soffriva infatti di una malattia nota come demenza degenerativa vascolare.

Tutti i registi che hanno lavorato con lui hanno scritto un messaggio per ricordare il grande cineasta. McQueen ha detto di lui: "c'è magia in tutto ciò che riprende."

Quanto è interessante?
3