Addio a John Gavin, l'attore di Spartacus e Psycho aveva 86 anni

di

John Gavin, che ha recitato in alcuni dei più grandi film degli anni '60, è scomparso all'età di 86 anni. Il report è stato diffuso da Variety, che ne ha dato tempestivamente notizia.

L'attore nacque come Juan Vincent Apablasa, anche se il suo nome fu cambiato in John Anthony Galanor quando aveva due anni, a causa del divorzio dei suoi genitori e di sua madre, che si è risposò.

Successivamente, Gavin si è laureato a Stanford, in affari e economia latino-americana. Durante tutta la sua infanzia e la scuola, non ha mai recitato.

Durante la guerra di Corea, Gavin prestò servizio per la Marina e sua introduzione al mondo del cinema è dovuta alle sue esperienze durante il conflitto - è infatti stato anche consulente tecnico per un film sulla nave sulla quale aveva prestato servizio, la U.S.S. Princeton. Il regista del film era un amico di famiglia che gli ha organizzato per Gavin un provino presso gli Universal Studios.

Dopo alcuni ruoli minori nel 1956 e 57, a Gavin è stato poi dato il suo primo ruolo da protagonista, in A Time to Love and a Time to Die, seguito rapidamente da Imitation of Life. Entrambi i film hanno fatto notare Gavin, anche se l'attore riteneva che la Universal non gli stesse offrendo una formazione adeguata come attore. La sua carriera ha fatto un altro balzo in avanti nel 1960, con Psycho e Spartacus. In Psycho, Gavin è infatti Sam Loomis, il fidanzato del personaggio di Janet Leigh, Marion Crane, uno degli eroi del film. E in Spartacus ha interpretato il giovane Giulio Cesare.

Gavin ha iniziato ad apparire in vari programmi televisivi dopo questi film, tra cui due episodi di The Alfred Hitchcock Hour. Inoltre, è apparso in molti altri film, tra i quali la commedia musicale di Julie Andrews, Thoroughly Modern Millie, in un ruolo che considerava una parodia di molti dei personaggi che aveva interpretato in precedenza. Ha quasi interpretato James Bond in Un Diamante è Per Sempre, ma alla fine Sean Connery è tornato nel ruolo. Mentre lavorava alla sua carriera di attore, Gavin ha anche ricoperto diverse posizioni con la Screen Actors Guild, diventando infine presidente del sindacato dal 1971 al 1973.

Nei primi anni '80, Gavin ha lasciato la recitazione per seguire un'altra passione, la politica. Da lungo tempo repubblicano e di discendenza cilena e messicana, Gavin divenne ambasciatore in Messico dal 1981 al 1986 sotto il presidente Ronald Reagan. In seguito, pensò anche di candidarsi per un seggio al Senato, ma non andò mai fino in fondo. Fino agli ultimi anni della sua vita, Gavin è stato uomo d'affari, operando nel consiglio d'amministrazione di numerose aziende. Lascia la moglie, due figli e due figli adottivi.

Quanto è interessante?
1