Adam McKay diffonde uno spot fasullo della Chevron: "Non ce ne frega un c***o di voi"

di

Da sempre attento alle questioni relative all'ambiente, Adam McKay ha da poco donato ben 4 milioni di dollari al Climate Emergency Fund e pubblicato un video denuncia nei confronti della Chevron, azienda petrolifera statunitense.

Nel video in questione si osservano splendide immagini accompagnate da parole dure e ciniche, usate da McKay per prendere in giro tutte quelle multinazionali che cercano, ogni giorno, di distrarre la gente dalle loro malefatte in tema di salvaguardia dell'ambiente.

Il finto spot prevede una voce fuori campo, che si vanta dell'indifferenza del gigante petrolifero Chevron nei confronti della vita umana ed ha già ottenuto oltre 50.000 visualizzazioni sul canale YouTube Hyperobject Industries. Il narratore si vanta di aver alimentato le guerre in Medio Oriente e di aver "trasformato il pianeta in un film infernale di George Miller", mentre le immagini tranquillizzano gli spettatori rendendoli passivi. "Perché alla fine della giornata, a noi della Chevron non frega un ca***o di te, dei tuoi strani bambini o del tuo cane rognoso", si sente nel video.

McKay ha sempre manifestato la sua attenzione per le cause ambientali e proprio con il suo Don't Look Up, grazie al quale ha ricevuto due nomination all'Oscar, ha parodiato quella che secondo lui è l'indifferenza dei media e del sistema politico americano nei confronti della minaccia del riscaldamento globale.

Un' indifferenza sempre più pericolosa. Pochi mesi fa, infatti, Don't Look Up è diventato realtà: una giornalista della rete GB News ha brutalmente interrotto il meteorologo britannico John Hammond (che stava mettendo in guardia circa l’intensa ondata di calore che pochi giorni dopo avrebbe colpito il Regno Unito), affrettandosi a bollare tutti i meteorologi come 'annunciatori di sventure'.

FONTE: Indie Wire
Quanto è interessante?
4