Aborto USA, Halle Berry furiosa: "Una stron**ta! Le armi hanno più diritti delle donne!"

Aborto USA, Halle Berry furiosa: 'Una stron**ta! Le armi hanno più diritti delle donne!'
di

Non ci sono parole sufficienti per condannare la decisione, preoccupante e disastrosa, della Corte Suprema statunitense di annullare la legge che garantiva il diritto all'aborto in tutti gli USA. Ora una buona metà di Stati lo renderanno quasi o del tutto illegale. E Halle Berry, insieme a moltissime e moltissimi altri, si fa sentire.

Reazioni da tutto il mondo di fronte a uno dei più terribili passi indietro in merito di diritti nella sfera occidentale. Qualcosa che quasi non si riteneva possibile: da ieri, l’aborto negli Stati Uniti non sarà più un diritto. Non nel senso che sarà automaticamente illegale, ma poco importa: non sarà più garantito. Questo perché la Corte Suprema, facendo gioco su una maggioranza di giudici conservatori (sui nove che compongono l’organo) eletti in parte sotto l’Amministrazione Trump, ha abolito la sentenza nota come Roe v. Wade. La sentenza in questione, risalente al 1973, aveva garantito negli ultimi 50 anni che l’aborto rimanesse argomento di interesse federale

Questo vuol dire che gli Stati, molti dei quali a maggioranza estremamente conservatrice, non potevano decidere autonomamente in materia, ma solo sottostare a un diritto garantito su tutto il territorio statunitense. Da ieri non è più così: molti Stati ovviamente lo manterranno, ma molti altri invece si stanno già attivando per renderlo illegale o pressoché tale, si calcola almeno 21 (quasi il 50%) nell’immediato. Tutta Hollywood si è schierata contro la Corte Suprema e diverse media company – fra cui Disney, Warner, Netflix, Sony e Comcast – hanno comunicato fin da subito alle loro dipendenti che copriranno le spese di viaggio per aborti resi illegali dagli Stati di residenza.

Fra le tante reazioni, una delle più veementi – ma comunque quasi un nonnulla, rispetto al disastro in materia di libertà individuale che questa regressione comporterà – è stata quella dell’attrice Premio Oscar Halle Berry, condivisa a mezzo social: “Sono indignata! Quello che ha fatto la corte suprema è una stron**ta. Qualcosa deve essere fatto! Le pistole hanno più diritti delle donne. Fermate questa guerra alle donne e mantenete le vostre leggi lontane dai nostri corpi. Non possiamo accettarlo! Non possiamo semplicemente passarci sopra, dobbiamo FARE QUALCOSA al riguardo”. Se una proposta di legge per limitare l’uso delle armi sta sbarcando al Congresso proprio in questi giorni, una per tornare a garantire definitivamente l’aborto a livello di emendamenti – che, per come è impostata la Costituzione USA, dovrebbe essere implicitamente garantito – si è appena resa indispensabile e al più presto possibile.

Quanto è interessante?
6