Solo: A Star Wars Story, Ron Howard sull'aiuto di sua figlia Bryce e il rapporto con Lucas

Solo: A Star Wars Story, Ron Howard sull'aiuto di sua figlia Bryce e il rapporto con Lucas
di

Intervistato da Collider in occasione del Sundance Film Festival, dove ha presentato il suo nuovo documentario Rebuilding Paradise, Ron Howard ha parlato della sua esperienza come regista di Solo: A Star Wars Story.

Parlando della presenza sul set di sua figlia Bryce, a cui più tardi è stata affidata la regia di un episodio di The Mandalorian, Howard ha spiegato: "In realtà non è una figlia, è una star del cinema. Con un cast molto giovane che avrebbe potuto sentire la pressione di Solo, non ero sicuro che tutti si sarebbero sentiti a proprio agio con Bryce intorno. Ma alla fine mi ha convinto a provare per un giorno o due, e ovviamente tutti si sono innamorati di lei perché è quel tipo di persona. Ed è stato fantastico averla sul set, ha fornito anche un paio di ottimi suggerimenti."

Ecco cos'ha detto invece sul rapporto con George Lucas: "George Lucas è un maestro, e un grandissimo amico. Mi aveva avvertito dicendomi 'Guarda, è per i fan, ma devi comunque trovare il coraggio di raccontare la storia che vuoi raccontare.' Perciò lui è d'accordo sull'espandere e innovare la saga. È la cosa che preferisce. È molto più entusiasta di chi vuole andare oltre i confini di ciò che un film o una serie di Star Wars dovrebbe essere."

Nonostante una buona accoglienza da parte della critica, l'insuccesso di Solo: A Star Wars Story (uscito nelle sale a pochi mesi di distanza da Episodio VIII) al box office ha portato la Disney a interrompere lo sviluppo del filone di spin-off dedicati al cinema. Grazie all'ottimo riscontro ricevuto da The Mandalorian, invece, sembra proprio che il futuro della saga passerà anche dallo streaming su Disney+ (qui trovate le ultime novità sulla serie di Obi-Wan Kenobi).

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
4