C'era una Volta a... Hollywood, il grande riferimento a Death Proof nel film di Tarantino

C'era una Volta a... Hollywood, il grande riferimento a Death Proof nel film di Tarantino
di

Non è una novità il fatto che a Tarantino piaccia citare e auto-citarsi. Il regista di Pulp Fiction e Kill Bill riesce sempre ad infilare in ogni sua opera uno o più riferimenti ai suoi film precedenti: C'era una Volta a... Hollywood, ovviamente, non sfugge alla regola.

In un film che rende omaggio alla Hollywood di cui Tarantino è profondamente innamorato, da'altronde, non poteva mancare un tributo al film cui cui Tarantino dichiarò il suo amore mai nascosto per l'altra Hollywood, quella dei b-movie, dello splatter, dell'exploitation.

Stiamo parlando di A Prova di Morte, il film del 2007 con Kurt Russell nei panni di Stuntman Mike, l'uomo che a bordo della sua macchina da stuntman impiegava il tempo libero attirando nella sua trappola ragazze giovani e (più o meno) indifese.

In questo caso, dunque, è proprio Kurt Russell a omaggiare sé stesso: la star di 1997: Fuga da New York appare infatti nell'ultimo lavoro di Tarantino proprio nei panni di un coordinatore degli stuntman, quel Randy Miller con cui il Cliff Booth di Brad Pitt arriva ai ferri corti dopo il combattimento con Bruce Lee (Mike Moh).

Anche stavolta, dunque, il regista non è venuto meno alle sue abitudini: avevate notato tutti il riferimento o vi era sfuggito? Di recente, intanto, Tarantino ha dichiarato di voler trarre un romanzo da C'era una Volta a... Hollywood; il regista ha anche parlato della sua idea di girare un film su Luke Cage naufragata tempo fa.

Quanto è interessante?
3