C'era una volta a... Hollywood: Jason Reitman rende omaggio al film su Variety

C'era una volta a... Hollywood: Jason Reitman rende omaggio al film su Variety
di

Attraverso un articolo pubblicato su Variety, Jason Reitman ha voluto rendere omaggio all'ultimo film di Quentin Tarantino, C'era una volta a... Hollywood. Il regista di Ghostbusters: Legacy ha elogiato il film e soprattutto il talento del regista di Pulp Fiction e Le iene, definendo la sua ultima fatica come 'il capolavoro di Los Angeles'.

"Una città merita un autore. Un regista insignito. New York ha Scorsese. Parigi ha Truffaut. Madrid ha Almodovar. Voglio dire, Omaha ha Alexander Payne. Los Angeles ha Tarantino. La nascita di Le Iene, Pulp Fiction e Jackie Brown ha segnato più dell'arrivo del rock'n'roll. Ogni film era un ritratto di L.A. visto attraverso il parabrezza di un Angeleno che è cresciuto in autostrada e che è nato dagli scaffali dei nastri VHS. Se esaminati al microscopio, possiamo solo presumere che i filamenti del DNA di Tarantino abbiano dei pignoni di pellicola".
Si tratta di uno dei passaggi più interessanti e lusinghieri dell'articolo che Jason Reitman ha dedicato a Quentin Tarantino su Variety.

C'era una volta a... Hollywood è il nono capitolo della filmografia di Tarantino e racconta la Los Angeles del 1969 attraverso gli occhi di Rick Dalton (Leonardo DiCaprio) un'ex star della tv alla ricerca del suo posto nell'industria hollywoodiana e il suo stunt-man, Cliff Booth (Brad Pitt).
Jason Reitman è pronto per ereditare il lavoro di suo padre Ivan nel franchise Ghostbusters, con il terzo film in arrivo nelle sale nel 2020.
In questi giorni si è parlato di una scena eliminata con Charles Manson in C'era una volta a... Hollywood, che già aveva fatto parlare di sé in prossimità dell'uscita del film.
Inoltre a breve Brad Pitt sarà insignito del Producers Guild Achievement 2020.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
5