88 Minuti, il film con Al Pacino è in 'real-time': ma i conti alla fine tornano?

88 Minuti, il film con Al Pacino è in 'real-time': ma i conti alla fine tornano?
di

Stasera su Cielo a partire dalle 21:20 torna in onda 88 minuti, thriller con Al Pacino diretto da Jon Avnet e interpretato anche da Alicia Witt e Ben McKenzie.

Il film è ambientato a Seattle e racconta la storia dello psichiatra forense e professore universitario Jack Gramm, responsabile della condanna del serial killer Jon Forster, che la giuria ha condannato a morte. Il criminale però accusa Jack di aver manipolato il processo e, e alla vigilia dell'esecuzione, i crimini ricominciano con lo stesso modus operandi: a complicare le cose, Jack riceve una telefonata che gli dice che ha solo ottantotto minuti di vita, dando il via ad una corsa disperata per risolvere il caso.

Per prepararvi alla visione, vi proponiamo le migliori curiosità su 88 minuti:

  • Il film è girato in "tempo reale", il che significa che quando a Jack Gramm viene detto che ha solo ottantotto minuti di vita, il tempo rimanente è esattamente di ottantotto minuti: allo scadere del count-down viene rivelata l'identità della persona che ha minacciato il protagonista.
  • Questo film ha rappresentato tre grandi riunioni per Al Pacino: la star si è infatti rincontrata con Amy Brenneman, con la quale aveva lavorato in Heat di Michael Mann (1995), Damien Leake, che aveva incontrato in Sea of Love (1989) e infine con William Forsythe, che aveva recitato in Dick Tracy (1990).
  • Il film è stato girato nel campus dell'Università della British Columbia a Vancouver, Canada: secondo una fonte locale, Al Pacino era solito recarsi negli appartamenti degli studenti per sorprenderli e salutarne il più possibile.
  • 88 minuti è il secondo in cui il personaggio di Al Pacino ha un monologo sul "libero arbitrio": era già successo ne L'avvocato del diavolo, con Keanu Reeves e Charlize Theron, uscito nel 1997.

Buona visione!

Quanto è interessante?
2