1,5 milioni a Wahlberg per i reshoot di Tutti i soldi del mondo. Solo 1.000$ alla Williams

di

Mentre Tutti i soldi del mondo di Ridley Scott continua ad arrancare al boxoffice mondiale, con un incasso complessivo di soli 28 milioni di dollari, lo stesso film è finito quest'oggi nella bufera mediatica a causa di una presunta disparità sessista nei compensi per le riprese aggiuntive.

Stando infatti all'articolo di USA Today, tre fonti molto vicine al progetto di Ridley Scott ma non autorizzate a parlare pubblicamente della questione avrebbero rivelato questo presunto squilibrio tra gli stipendi per i reshoot di Mark Wahlberg e Michelle Williams, che nel film interpretano rispettivamente Fletcher Chace e Gail Getty.

A quanto pare, infatti, l'attore avrebbe ricevuto un compenso di circa 1.5 milioni di dollari per tornare sul set dopo lo scandalo che ha portato Scott a sostituire Kevin Spacey con Christopher Plummer, mentre la Williams sarebbe tornata al lavoro sul film per 80 dollari a settimana, neanche 1.000 euro totali. Questo significherebbe un compenso pari a meno dell'1% rispetto a quello del collega.

Secondo quanto riportato dalle fonti, così, le parole di Scott rilasciate a dicembre, secondo le quali "tutti erano tornai sul set a costo zero", sarebbero fasulle. I costi totali delle riprese aggiuntive, allora, si aggirerebbero intorno ai 10 milioni, con il team di Wahlberg che avrebbe sin dalle notizie dello swtich tra Spacey e Plummer negoziato una pesante retribuzione per "il ritorno forzato", appunto di 1,5 milioni di dollari.

USA Today riporta inoltre che i rappresentati dei due attori, la WME, la Sony, la Imperative Entertainment e lo stesso Ridley Scott non hanno risposto alle richieste di commento mosse dal sito.

FONTE: USAToday
Quanto è interessante?
4