007, la macabra scoperta di Roger Moore durante le riprese de L'Uomo dalla Pistola d'Oro

007, la macabra scoperta di Roger Moore durante le riprese de L'Uomo dalla Pistola d'Oro
di

Quando ti chiami James Bond devi mettere in conto la possibilità di vivere avventure non particolarmente piacevoli: quando il tuo nome è "semplicemente" quello di Roger Moore, però, faresti volentieri a meno di trovarti in situazioni destinate al personaggio, più che all'attore. Non sempre, però, le cose vanno come vorremmo.

Durante le riprese di Agente 007 - L'Uomo dalla Pistola d'Oro, infatti, a sir Roger Moore capitò una breve quanto intensa disavventura che di certo l'indimenticato James Bond non sarà mai riuscito a rimuovere dalla sua memoria, tanto fu forte l'immagine che gli si parò davanti.

Andiamo con ordine: Moore era impegnato in quei giorni nelle riprese della scena di un inseguimento sui klong, i canali tipici della Thailandia. L'indicazione del regista fu precisa: Bond doveva restare in piedi, evitando di cadere in acqua; un diktat che Moore tradì per ben due volte, la prima cascando di proposito e la seconda in via del tutto accidentale.

Proprio la seconda caduta regalò però all'attore una visione davvero macabra: stando a quanto raccontato nella sua autobiografia, Moore avrebbe infatti scoperto una distesa di cadaveri gettati lì dalle pompe funebri locali. Insomma, prestare ascolto al regista, in questo caso, non sarebbe stata una cattiva idea! Tornando ai giorni nostri, intanto, si continua a parlare di Tom Hiddleston come futuro James Bond.

FONTE: imdb
Quanto è interessante?
4