007 James Bond, cosa è andato storto con Quantum of Solace? Parla Daniel Craig

007 James Bond, cosa è andato storto con Quantum of Solace? Parla Daniel Craig
di

Nel recente documentario di Apple TV, Becoming Bond, il protagonista Daniel Craig e i produttori Barbara Broccoli e Michael G. Wilson hanno parlato onestamente di cosa andò storto con Quantum of Solace, secondo episodio della nuova saga di 007 James Bond.

In particolare, la responsabilità del fallimento del film è stata individuata nello sciopero degli sceneggiatori che colpì Hollywood in quel periodo, e che secondo Daniel Craig portò Quantum of Solace a faticare nel seguire organicamente gli eventi di Casino Royale, acclamato primo capitolo del suo ciclo bondiano. Ecco che cosa hanno detto in proposito i tre diretti interessati:

Daniel Craig - “Abbiamo avuto un grosso sciopero degli scrittori durante la lavorazione. Avevamo una sceneggiatura, ma non era stata completata al cento per cento. Il film in generale funziona, ma non riuscì a seguire Casino Royale. E' stato un po' letteralmente colpito dalla 'sindrome del secondo film'. In un certo senso, non siamo riusciti a superare Casino, e quello era l'obiettivo. Una cosa facile a dirsi. Ma, sai... ci sono alcuni momenti davvero speciali in quel film".

Barbara Broccoli - “In pratica abbiamo iniziato a girare senza un copione, il che non è mai una buona idea. Ma la sceneggiatura era stata consegnata, e ricordo che lo scrittore che ha consegnato il copione ha preso il suo assegno e poi si è messo fuori dallo studio a protestare con tutti gli altri. Sapevamo di essere mezzi fottuti, e abbiamo dovuto concentrarci soprattutto per cercare di far funzionare la storia, ma non stava funzionando alla grande. Ma se ripenso al film, lo reputo ancora un buon film, tutto sommato".

Michael G. Wilson - “E' un film che non ha intercettato il viaggio di Bond nel modo giusto. Non era totalmente incentrato sul suo personaggio e sulla sua maturazione, perché a volte siamo troppo presi dalla trama piuttosto che ai suoi protagonisti. Il che è un problema per questo tipo di film".

Per altri approfondimenti ecco il trailer finale di No Time To Die; inoltre, il regista del nuovo film di 007 Cary Fukunaga ha risposto definitivamente ad una famosa teoria sul villain Safin interpretato da Rami Malek.

Quanto è interessante?
1