Noi Credevamo

Noi Credevamo

Nelle sale Italiane dal: 01/11/2010

Box Office: 737.256 Euro

Distributore:
01 Distribution
Regia:
Mario Martone
Genere:
Drammatico
Sceneggiatura:
Mario Martone
Interpreti:
Luigi Lo Cascio, Valerio Binasco,Francesca Inaudi.
7.5

media su 2 voti

Inserisci il tuo voto

Tre ragazzi del sud Italia, in seguito alla feroce repressione borbonica dei moti che nel 1828 vedono coinvolte le loro famiglie, maturano la decisione di affiliarsi alla Giovine Italia di Giuseppe Mazzini. Attraverso quattro episodi che corrispondono ad altrettante pagine oscure del processo risorgimentale per l’Unità d’Italia, le vite di Domenico, Angelo e Salvatore verranno segnate tragicamente dalla loro missione di cospiratori e rivoluzionari, sospese come saranno tra rigore morale e pulsione omicida, spirito di sacrificio e paura, carcere e clandestinità, slanci ideali e disillusioni politiche.Sullo sfondo, la storia più sconosciuta della nascita del paese, dei conflitti implacabili tra i “padri della patria”, dell’insanabile frattura tra nord e sud, delle radici contorte su cui sì è sviluppata l’Italia in cui viviamo.
INFORMAZIONI FILM

Notizie

    Noi Credevamo, due nuovi video e il trailer del film di Mario Martone
    notizia17.15, 26 Ottobre 2010

    Noi Credevamo, due nuovi video e il trailer del film di Mario Martone

    Grazie a 01 Distribution, vi mostriamo due clip del film Noi Credevamo di Mario Martone. I video sono visibili direttamente dal nostro portale tv (trovate i link più in basso, dopo la trama del film). Direttamente embeddato nella pagina, il trailer ufficiale della pellicola. Tre ragazzi del sud Italia, in seguito alla feroce repressione borbonica dei moti che nel 1828 vedono coinvolte le loro famiglie, maturano la decisione di affiliarsi alla Giovine Italia di Giuseppe Mazzini. Attraverso quattro episodi che corrispondono ad altrettante pagine oscure del processo risorgimentale per l’Unità d’Italia, le vite di Domenico, Angelo e Salvatore verranno segnate tragicamente dalla loro missione di cospiratori e rivoluzionari, sospese come saranno tra rigore morale e pulsione omicida, spirito di sacrificio e paura, carcere e clandestinità, slanci ideali e disillusioni politiche.Sullo sfondo, la storia più sconosciuta della nascita del paese, dei conflitti implacabili tra i “padri della patria”, dell’insanabile frattura tra nord e sud, delle radici contorte su cui sì è sviluppata l’Italia in cui viviamo.