Wonder Woman 1984: tutte le ultime novità sul sequel con Gal Gadot

Diana di Themyscira sta tornando, in un'epoca differente, contro una nuova e agguerrita villain e sempre al fianco di Steve Trevor.

speciale Wonder Woman 1984: tutte le ultime novità sul sequel con Gal Gadot
Articolo a cura di

Con Walter Hamada al comando di una DC Films ancora in cerca di un'identità precisa, come abbiamo visto in questi ultimi giorni, sembra che lo studio stia cercando di correre ai ripari studiando nuove ed efficaci strategie, con il lancio ad esempio di quella che dovrebbe essere una nuova etichetta cinematografica, la DC Black. Innovare e diversificare è il motto, insomma, ma rinunciare a un DCEU comunque remunerativo (eccetto il flop Justice League) è fuori discussione, e così, se quest'anno sarà l'anno dell'attesissimo Aquaman di James Wan, il prossimo arriveranno invece Shazam! e il sequel di Wonder Woman. E proprio sul film diretto nuovamente da Patty Jenkins sono uscite nell'ultimo mese innumerevoli informazioni, comprese foto ufficiali e dal set, grazie all'inizio delle riprese ovviamente, quindi è arrivato il momento di fare un bel recap generale e provare a capire in che direzione andrà Wonder Woman 1984 (questo, salvo sorprese, il titolo ufficiale).

Il ritorno dell'Amazzone... e del soldato!

Il titolo, innanzitutto, precisa il periodo storico durante il quale sarà ambiento il sequel, nel 1984 appunto, tra sintetizzatori, musica elettronica, cinema di genere e nascita di grandi leggende della cultura pop. L'idea della produzione, in particolar modo della Jenkins e di Geoff Johns, qui sceneggiatore, è quella di raccontare la vita passata dell'Amazzone guerriera attraverso diversi periodi del '900. Curiosa ma comprensibile la scelta di saltare a piedi pari la Seconda Guerra Mondiale, culla della Diana fumettistica rispetto alla Prima Guerra Mondiale vista nel primo Wonder Woman: l'effetto già visto sarebbe stato troppo forte. Meglio saltare direttamente sessant'anni e arrivare al periodo della "Seconda" Guerra Fredda. Nelle foto ufficiali rilasciate, infatti, è possibile ammirare Gal Gadot nei panni di Diana davanti a degli schermi televisivi che riportano alcuni fatti essenziali dell'epoca, mentre un'altra foto ci presenta il ritorno di un personaggio che finora era stato solo presunto e mai confermato: lo Steve Trevor di Chris Pine.
Il soldato inglese amante di Wonder Woman tornerà infatti anche in questa seconda avventura cinematografica, ma è comunque necessario sottolineare un paio di cose. Prima di tutto, Steve appare ancora molto giovane nonostante siano passati più di sessant'anni, vestito in abiti casul anni '80, in un luogo non meglio specificato. Inoltre, come ricorderete, il buon Trevor è uscito di scena nel primo film sacrificando la sua vita per il bene dell'umanità, motivando in questo modo anche il risveglio divino di Diana. Cosa non da poco, insomma, eppure eccolo lì, vivo e vegeto, giovane e aitante nei suoi (presunti) 80 o 90 anni. Ci sarebbe da applaudire a un fisico così arzillo a quella veneranda età, ma qualcosa non torna.
Anche se si fosse salvato, dovrebbe comunque essere invecchiato se non addirittura morto, come ad esempio la Peggy Carter di Hayley Hatwell in Captain America, e invece niente. Ecco: qui conoscere i fumetti potrebbe tornare utile, perché come gli appassionati di Wonder Woman sanno benissimo, Steve Trevor è stato ucciso più e più volte tra le pagine dei comics. Prima negli anni '60 per essere poi riportato in vita da Afrodite e successivamente nel 1978, questa volta in modo definitivo. O almeno, la versione di Trevor della nostra dimensione, dato che negli anni '80 viene sostituito da uno Steve di un'altra dimensione presente nel multiverso. Una di queste due opzioni potrebbe allora rispondere al quesito di cui sopra, con molte probabilità la seconda visto che appare giovane e in forze. O più semplicemente, secondo alcuni fan, si tratta solo di una proiezione mentale di Diana, anche se i vestiti e i rumor più insistenti contraddicono tale ipotesi.

A orchestrare il ritorno di Trevor, però, potrebbe benissimo esserci anche la nuova villain del film, Cheetah, interpretata da Kristen Wiig, una delle arci-nemiche di Diana. Questa è una possibilità molto piccola, ma essendo Cheetah una spietata guerriera disposta a tutto pur di raggiungere il suo scopo e sconfiggere Wonder Woman, un piano del genere potrebbe tranquillamente destabilizzare l'equilibrio psico-emotivo dell'avversaria. L'incarnazione di Cheetah sarà poi una delle più moderne, dell'archeologa Barbara Ann Minerva, un personaggio prima amico di Diana che venderà successivamente la sua anima a un'entità superiore ottenendo in cambio poteri soprannaturali.
Ultima ma non meno importante informazione su Wonder Woman 1984 è poi l'introduzione di un nuovo personaggio maschile, interpretato da Pedro Pascal. Non è ancora chiaro di chi possa trattarsi esattamente, ma stando alle solite voci di corridoio a quanto pare l'attore dovrebbe vestire i panni "di un dio camuffato" che però no, non ingannerà Diana travestendosi da Steve ma avrà un ruolo tutto suo, specifico e importante.
Con l'arrivo del San Diego Comic-Con 2018 e la produzione del film attualmente in corso, comunque, state certi che nei prossimi giorni arriveranno ancora moltissime informazioni su uno dei cinecomic più attesi del 2019, che magari daranno a tutti noi più certezze su Wonder Woman 1984.

Che voto dai a: Wonder Woman 1984

Media Voto Utenti
Voti: 0
ND.
nd