ROMA10

Speciale Winx Club 3D - Magica Avventura - Conferenza Stampa

Igino Straffi parla del fenomeno Winx al Festival del Cinema di Roma.

speciale Winx Club 3D - Magica Avventura - Conferenza Stampa
Articolo a cura di

Le magiche fatine di Alfea invadono la quinta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. A parlare del loro successo e del loro passaggio da cartone animato a fenomeno cinematografico 3D è Igino Straffi, padre del Winx Club e fondatore della Rainbow S.p.A.

Un successo planetario

La Rainbow è la prima azienda italiana ad accogliere la sfida della stereoscopia. Com è stato lavorare con questa nuova tecnologia?
Le Winx volano, fanno incantesimi e vivono in un mondo magico: è stato automatico pensare di ricreare tutto questo mondo con il 3D, perché in questo modo tutto ha un sapore molto più vero e speciale. Ovviamente questo ci ha imposto anche un investimento maggiore a livello economico: il film è costato circa il 30% in più e molte lavorazioni devono essere realizzate doppie, ma il risultato finale ci soddisfa davvero molto e speriamo che ne sia valsa la pena e che il film convinca il pubblico come ha conquistato noi. Il lavoro è stato molto complicato, perché nel film le fate hanno questi capelli lunghissimi dalle acconciature complesse, questi vestiti svolazzanti che sono difficili da rendere credibili. E poi volando nel cinema e avvicinandosi molto agli spettatori tutti i loro difetti sono esattamente davanti ai nostri occhi e quindi facilmente visibili. Il nostro lavoro era di eliminare al massimo questa possibilità.

Le Winx sono un successo planetario tutto italiano. Come ci si sente?
Noi alla Rainbow siamo molto orgogliosi delle Winx. Il primo film è stato distribuito in 43 Paesi ed è stato un successo ovunque. E Winx Club 3D - Magica Avventura è stato già venduto in tutta Europa e USA. Per noi è un piacere raccontare la storia di queste fatine e sapere che ci sono bambini in tutto il mondo che ci guardano ci rende, ovviamente, felici e orgogliosi. Spero che anche gli Italiani, solitamente restii a farlo, siano orgogliosi di questo nostro successo tutto italiano.

Parlaci della Rainbow...
Siamo partiti circa 16 anni fa con tanta voglia di fare qualcosa ma anche tanta paura, anche perché, non essendo nessuno e non avendo una tradizione dell'animazione italiana alle spalle, era difficile muoversi nei vari settori e trovare qualcuno che ci desse ascolto e credito. Ci siamo dovuti affermare pian piano sul campo con vari progetti, fino ad arrivare alle Winx, che ci hanno portato effettivamente alla ribalta. Una delle cose positive è che abbiamo sempre reinvestito i profitti realizzati in qualcosa di più grande. Per esempio il film delle Winx del prossimo anno (in cui le fatine dovranno affrontare qualcosa di molto simile al mondo dei gladiatori) raggiungerà dei livelli di animazione altissimi e molto competitivi. Abbiamo creato un'industria dell'animazione italiana che prima non esisteva. Inoltre io avevo un sogno: quello di creare un parco a tema qui a Roma e così abbiamo realizzato la Rainbow Magic Land, che aprirà a pochi kilometri dalla capitale la prossima primavera. Ci piace l'idea di condividere questa magia che caratterizza le Winx con tutti e nei più svariati modi. Quest'anno abbiamo anche stretto un importante accordo con Nickelodeon che porterà la serie delle Winx in America: infatti coprodurremmo con loro la quinta e la sesta stagione del cartone animato.

Come si spiega il successo delle Winx?

Il pubblico diventa fan delle Winx molto velocemente: bastano pochissimi episodi per creare un'affezione molto forte. Ognuna di loro ha un carattereben distinto e con tratti molto evidenti, che le differenziano l'una dall'altra, e sicuramente questo permette a ogni tipo di ragazza di identificarsi in una di loro. Inoltre la storia ha avuto una gestazione molto lunga e io credevo molto in lei. Poi, quando dopo molto lavoro abbiamo trovato le grafiche adatte a esprimere quello che volevamo raccontare, mi sono convinto sempre di più del loro possibile successo. Pochi mesi dopo la messa in onda della prima stagione il fenomeno è letteralmente esploso ed è stato bello rendersi conto che queste fatine avevano davvero qualcosa di speciale.

Ci racconta qualcosa in più sul parco a tema che state realizzando?

Il parco sorgerà a Valmontone, a 30km da Roma e abbiamo già stipulato diversi accordi con tutti gli enti pubblici. Ma a livello di fondi il parco è totalmente finanziato da privati. Ci saranno attrazioni di nuovissima generazione, con moltissima realtà virtuale e simulatori 4D e 5D. Ci sarà anche un Dark-ride unico in Europa in cui gli ospiti potranno interagire con tutto l'ambiente dell'attrazione, sia a livello di oggetti che di sceneggiatura e sviluppo degli eventi. Sarà fantastico e renderà reale tutta la magia del mondo Rainbow.

Che voto dai a: Winx Club 3D - Magica Avventura

Media Voto Utenti
Voti: 28
5
nd