Werewolf by Night: tra vampiri e TVA, un prodotto Marvel atipico

Werewolf by Night si mostra con un trailer molto particolare e virtuoso, ricco di richiami e citazioni nonché di piccole chicche nascoste in brevi frame.

Werewolf by Night: tra vampiri e TVA, un prodotto Marvel atipico
Articolo a cura di

Probabilmente più bizzarro di così era difficile immaginarselo, forse solo qualche mente geniale capace di prevedere le mosse di Feige e soci o dotato di un'inventiva fuori dal comune avrebbe mai potuto concepire questo trailer al D23 per Werewolf by Night, il primo special di Halloween - se lo si può definire in tal modo - targato MCU che tuttavia sbarcherà su Disney+ un po' prima, il prossimo 7 ottobre. Che Werewolf by Night fosse già di base un progetto estremamente unico, istrionico e peculiare lo sapevamo, viste le scarne notizie in sede di marketing diffuse dalla Casa delle Idee: un annuncio in tono incredibilmente minore e passato quasi inosservato, qualche news di casting in ruoli poco specificati e molto generici, il regista - Michael Giacchino - scelto a ridosso immediato dell'inizio delle riprese; insomma, tante cose facevano presagire, specialmente a causa dell'ultimo anno e mezzo abbondante, all'ennesimo progetto Marvel esclusivo su Disney+, cui la sorte aveva riservato ben poca cura.

E invece fatichiamo ancora un po' a reggere l'urto di questo primo sguardo a Werewolf by Night, che sembra non solo possedere un'identità forte e quanto mai sorprendente, ma anche nascondere un'infinità di piccoli dettagli intriganti.

Una battuta di caccia speciale

Un filmato che si apre già in maniera distintiva, con schermate e musica simili ad un bollettino speciale ed tempestivo del telegiornale durante la vostra trasmissione preferita che poi mutano per assumere le sembianze e i toni di un vecchio trailer di un film horror anni ‘40-50: un cimitero, il bianco e nero, un narratore che incita - o avverte, a seconda delle interpretazioni - gli spettatori al terrore incombente su di loro e infine il logo, in tutta la sua bellezza meravigliosamente vintage quasi da drive-in. Un accenno di trama si prende le luci della ribalta, in quanto viene sostanzialmente spiegato che un gruppo variopinto di cacciatori di mostri è riunito - probabilmente nel maniero della famiglia Bloodstone - per partecipare ad una battuta speciale.

Perché speciale? Perchè uno di loro è in realtà un mostro sotto mentite spoglie, come se si trattasse della versione soprannaturale di una cena con delitto. Da notare subito il cameo di Ulysses Bloodstone, nei fumetti un immortale cacciatore di mostri e qui portato su schermo al pari di una sorta di zombie molto anziato, sebbene con ancora un senso dell'umorismo molto cringe messo già in mostra con un assurdo gioco di parole. E già nelle scene successive Werewolf by Night inizia a gettare i semi di quello che potrebbe essere un concept folle.

Una marea di sorprese

Da una parte, infatti, abbiamo delle sequenze che ricordano molto gli horror appunto degli anni ‘40-50, un po' alla Psycho di Hitchcock per intenderci, con una musica ansiogena sempre più insistente e ritmica e una regia che insiste decisamente sulle espressioni di orrore dei personaggi con blocchi repentini. Un susseguirsi di scenari in realtà piuttosto classici per il genere, come l'omonimo protagonista Jack Russell (interpretato da Gael Garcia Bernal) messo in gabbia e torturato a causa della sua natura da licantropo di cui spesso però si intravede solo la silhouette o inquadrature parziali. Peccato che a torturare il buon Licantropus ci sia anche chiaramente la Time Variance Authority, che quindi fa il suo ritorno sugli schermi a distanza di oltre un anno da Loki (qui potete recuperare la nostra recensione di Loki).

Che tutto ciò che vedremo sia destinato ad essere soltanto una timeline alternativa da cancellare? Il fatto che la Marvel stessa stia promuovendo Werewolf by Night come una presentazione speciale, forse slegata dal resto dell'universo condiviso, ci fa propendere verso una spiegazione del genere. Le sorprese, però, non finiscono qui, poiché il vero mostro non sarà Jack a quanto pare, bensì come si vede in maniera lampante in un frame sarà presente anche Man-Thing, la versione Marvel del mostro della palude in pratica. In che modo questi elementi andranno a fondersi insieme non lo sappiamo, ma di una cosa siamo certi: Werewolf by Night ha catturato la nostra attenzione e soprattutto interesse.

Quanto attendi: Licantropus

Hype
Hype totali: 21
76%
nd