Venom, l'analisi del nuovo trailer ufficiale con Tom Hardy

Più azione, più simbionte, più violenza: il cinecomic Rated-R di Ruben Fleischer mostra finalmente grinta e muscoli.

speciale Venom, l'analisi del nuovo trailer ufficiale con Tom Hardy
Articolo a cura di

Nei mesi passati sono trapelati diversi rumor sull'attesissimo Venom di Ruben Fleischer di casa Sony. Su tutti, quello che più aveva sconvolto i fan era quello relativo a una presenza assai ridotta del Simbionte all'interno del film, dalle tinte certamente dark e d'atmosfera ma molto incentrato su Eddie Brock, che sappiamo avrà il volto di Tom Hardy.
Da quelle voci infondate, poi smorzate dallo stesso interprete e dalla produzione, siamo infine arrivati a questo nuovo trailer ufficiale dedicato a uno degli anti-eroi Marvel più amati di sempre, che ci ha finalmente tolto diversi dubbi, soprattutto quello più martellante di tutti: Venom c'è, in tutta la sua grandezza, in tutta la sua cattiveria!
Mentre il filmato continua a macinare visualizzazioni, oggi proviamo in queste righe ad analizzare quanto visto, materiale sicuramente migliore rispetto a un primo trailer più spento e con i freni tirati, dove la Sony ha finalmente deciso di mostrare parte delle sue carte per quello che dovrebbe essere il film apripista di un universo cinematografico Rated-R.


Fame

Pochi giorni prima dell'uscita del nuovo trailer di Venom, ci eravamo domandati quanto Fleischer e il suo team potessero traslare con rispetto e decenza al cinema la violenta e brutale natura del personaggio creato da Todd McFarlane e David Micheline.
Partivamo da due assunti simili di Hardy e Fleischer, che promettevano rispettivamente "il personaggio più violento mai visto in un cinecomic", e da quest'ultimo filmato approdato online possiamo dire che, almeno in parte, sembra che attore e regista non stessero assolutamente mentendo.
Il trailer si apre con la presentazione con voce fuoricampo di Brock, "giornalista che si ritrova sempre a interrogarsi su attività che il governo non riesce a controllare". Le immagini che scorrono, accompagnate dalle battute di Eddie, ci mostrano intanto il protagonista intrufolarsi in quello che sembra un laboratorio in cui qualcosa è andato storto, e noi sappiamo che quel "qualcosa" è relativo al Simbionte, organismo alieno parassitario presumibilmente liberatosi nella struttura.

Da lì c'è uno stacco ed Eddie ci informa con mistero di essere stato... "preso", riferendosi vagamente a qualcosa che si è introdotto nel suo corpo. Da Brock si passa successivamente al villain, il Dottor Carton Drake, interpretato da un convincente Riz Ahmed che parla di "un pianeta sull'orlo del collasso" e vaneggia negli stessi termini su di un possibile sacrificio degli esseri umani per salvarlo. Lo vediamo avvicinarsi a una stanza messa in quarantena e appoggiare la mano sul vetro, mentre da dentro la stanza un uomo fa altrettanto. Quello è l'agnello sacrificale, probabilmente il paziente zero della sperimentazione sull'abbinamento del simbionte all'uomo, "così da creare una nuova razza, una nuova specie". Come sottolinea con tono eccitato e inquietante Drake, "una nuova forma di vita superiore".
Peccato che sicuramente qualcosa andrà male e lì dentro scoppierà il caos, lo stesso nel quale finirà il naso curioso di Eddie Brock, che diventerà inconsciamente il primo esponente valido di quella razza superiore auspicata dal cattivo di turno.
Pensando così di aver contratto chissà quale brutta malattia, il nostro Eddie si sottopone a esami specifici, come ad esempio una TAC, che però gli rivelano che la sua non è una malattia, ma ben altro. Nel suo corpo si è infatti annidato il Simbionte, che agisce come un parassita legandosi a un corpo ospite ma senza per questo donare qualcosa in cambio. Che cosa voglia e perché abbia scelto Eddie non si sa, ma sicuramente lo rende più reattivo, intelligente, forte e cattivo. Ed è da qui che cominciamo a vedere il massiccio e violento Venom!
Il trailer si anima finalmente di potenza e mostra il suo vero aspetto. Riprende le fila dalla corsa in moto vista nel filmato precedente e ci mostra quella che dovrebbe essere, con ogni probabilità, la prima trasformazione di Eddie in Venom.
Il Simbionte si mette infatti a riparare il corpo ospite dopo un brutto incidente, causato dagli inseguitori che poco prima Eddie (con i poteri dell'alieno) stava mazzolando nel suo appartamento. Le ossa si riparano, le ferite si marginano e il corpo di Brock viene letteralmente inghiottito dal Simbionte. "Non possiamo fare del male alle persone", dice Eddie sicuro. "Per come la vedo io", risponde il Simbionte, "possiamo fare quello che vogliamo. Siamo d'accordo?". Beh, a quanto pare sì, visto che la fusione completa dei due dà vita a un colosso spaventoso che dichiara tranquillo a una sua vittima: "Occhi, polmoni, pancreas. Tanti spuntini e così poco tempo". Questo prima di leccare il volto del malcapitato con la sua lunga lingua.

Rispetto al trailer precedente, Venom è qui mostrato nella sua forma totale e i maestri dei VFX sembrano aver compiuto un lavoro soddisfacente, sia nei movimenti espressivi dell'anti-eroe, sia in tutti quei piccoli passaggi dove il simbionte esce fuori dal corpo di Eddie per parlarci, come entità parassitaria ma separata. Dubbi - lo sappiamo - li ha creati un particolare frame in cui vediamo Venom in tutta la sua grandezza ma con delle gambe che sembrano troppo piccole rispetto al busto. Ebbene, in realtà dovrebbe essere tutta una questione si prospettiva e illuminazione, perché il personaggio, mostrato successivamente per intero, e ripreso davanti, appare del tutto proporzionato.
Tom Hardy parlava del suo Eddie Brock come di un uomo "la cui struttura etica è stata completamente disattivata", e infatti nel trailer lo vediamo anche godere dell'immenso potere ottenuto e definirlo "non così tremendo". Anche la tag-line del film ci dà in definitiva la chiave di lettura del progetto, che non è un cinecomic dedicato a "un supereroe", dato che il "il mondo ne ha già abbastanza, di supereroi". E non lasciatevi ingannare: l'essere che spazza via un'intera sala trasformando le sue braccia in lame non è Venom ma Riot, sotto il cui costume simbiontico si nasconde proprio il Dott. Drake.
La linea di dialogo migliore del video, comunque, ci viene rivelata dopo il titolo. In un 24h Shop, infatti, con un piccolo criminale tra le mani, Venom dice: "Noi ti staccheremo le braccia, e poi le gambe, la faccia dalla testa a morsi. Sarai un coso senza braccia, senza gambe, senza faccia che rotola per la strada come un escremento al vento". E l'uomo, spaventato, domanda: "Chi sei tu". Il Simbionte apre uno spiraglio nel costume per mostrare il volto tranquillo e divertito di Eddie: "Noi. Siamo. Venom!".

Che voto dai a: Venom

Media Voto Utenti
Voti: 65
7.1
nd