Uncharted: tra omaggi ai videogiochi e idee originali, il trailer convince?

Analizziamo quanto visto nel primo trailer di Uncharted, il film targato Sony Pictures con Tom Holland nei panni dell'eroe.

Articolo a cura di

Nathan Drake ha preso vita nel primo trailer del film di Uncharted. Un footage che ci ha svelato diversi e interessanti dettagli di trama, oltre ad un Tom Holland chiaramente in gran spolvero nell'interpretare un personaggio con pochissimi margini di errore, specie nei confronti di una fanbase abbastanza esigente. Quella, ovviamente, della saga videoludica di Uncharted firmata da Naughty Dog, a cui l'adattamento cinematografico di Sony Pictures è indubbiamente debitore. Vediamo di analizzare insieme le tante "chicche" presenti in queste prime sequenze della pellicola.

Gli omaggi ai videogiochi di Uncharted

Non sono poche, a dir la verità, le citazioni squisitamente videoludiche all'interno del trailer di Uncharted. Segno che l'impronta creativa di Sony, intenzionata a non tradire il solco artistico di Naught Dog, è importante. Su tutti spicca la fisicità del protagonista, agile e snello come l'originale, con l'immancabile outfit che lo ha cristallizzato nell'immaginario collettivo e l'anello di Drake in bella vista, un oggetto che sembra nuovamente al centro di antichi misteri da svelare.

Viene ricostruito l'incontro tra il giovane Nate e il Sully di Mark Wahlberg, una figura a metà tra un padre adottivo disfunzionale e un mentore saggio. Ma soprattutto il film Sony sembra voler ricreare ambientazioni, scenari e persino situazioni che i giocatori hanno vissuto nella saga originale. Su tutti spicca, ovviamente, la sequenza dell'aereo, in cui il Nathan di Holland precipita nel vuoto prima di arrampicarsi lungo il carico penzolante del velivolo affrontando ed eliminando i nemici che gli si parano di fronte.

Una scena perfettamente speculare, anzi, del tutto identica a quella di Uncharted 3, che precede il capitombolo dell'eroe tra le dune del deserto. Nel film, a fare da sfondo ad una scena così folle e adrenalinica, ci sarà un contesto caraibico, che d'altro canto dovrebbe ispirarsi maggiormente alle vicende narrate in Uncharted 4. Esattamente come nel quarto capitolo, infatti, vedremo il Drake cinematografico inseguire un tesoro pirata perduto, ripercorrendo le rotte tracciate da uno storico corsaro.

Inoltre, proprio sulla scia dei livelli finali del quarto capitolo della saga, ammireremo Nathan mentre esplora antiche caverne e scruta i relitti di imponenti galeoni sommersi. Il trailer di Uncharted ha addirittura confermato che Sam Drake, lo scapestrato fratello maggiore del protagonista, avrà un ruolo in questa storia, e che sarà proprio il mettersi sulle sue tracce che spingerà Nathan verso l'avventura. E infine, sempre al terzo Uncharted pare ispirata la scena ambientata in un bar, in cui vediamo i due eroi in smoking proprio come nell'incipit inscenato nel pub londinese.

Il lungometraggio di Ruben Fleischer non rinuncerà nemmeno al personaggio di Chloe Frazer, portata su schermo da Sophia Taylor Ali in una versione che sembra più giovane e battagliera rispetto alla smaliziata femme fatale che abbiamo conosciuto nei videogame: una scelta sensata, poiché la mitologia della serie ci insegna che Chloe e Nathan si frequentano da diversi anni, e che prima degli eventi de Il covo dei ladri i due hanno anche avuto una storia.

Ha senso che sia quindi lei la prima "Drake Girl" (prendiamo in prestito il titolo dalla saga di James Bond) piuttosto che Elena, una figura che dovrà necessariamente comparire nei possibili futuri capitoli - quando, cioè, Nate sarà quello che abbiamo conosciuto all'inizio di Drake's Fortune: una canaglia pienamente formata, poiché il ruolo di Elena è stato soprattutto quello di riportare ordine, umanità e compassione nella vita del protagonista.

Una strada diversa dai videogiochi

Quello di Fleischer, a quanto pare, sarà un film che omaggerà i due episodi più "umani" della saga, quelli privi di elementi sovrannaturali e maggiormente incentrati sull'umanità e sulla fallibilità di Nathan Drake, Una visione a nostro modo di vedere estremamente lodevole, un approccio che già in passato aveva permesso ai videogiochi di emanciparsi dall'eredità dell'Indiana Jones o la Tomb Raider di turno, facendogli assumere un'identità e un carattere ben precisi. Ma sembra che la trasposizione cinematografica di Uncharted voglia andare anche oltre quanto fatto da Naughty Dog, riscrivendo in parte il mito legato alle origini di Nathan Drake. E, in tal senso, ci sono diversi elementi nel trailer che ce lo fanno pensare.

La prima cosa riguarda il rapporto tra Nate e Sully. Oltre al fatto che la differenza d'età tra i due personaggi sarà evidentemente meno marcata rispetto al videogame, indizio che sembra proiettarli su un legame fraterno piuttosto che padre-figlio, è possibile che le scene in cui li vediamo insieme siano quelle in cui si incontrano per la prima volta. Dettaglio, questo, che stride con quanto visto ne L'inganno di Drake, in cui scopriamo che Natthan incrocia il suo cammino con Sullivan già da ragazzino. Lo stesso coinvolgimento di Sam Drake sembra confermare questa nostra teoria: nel trailer, Nate chiede a Sully come mai conosca Sam, un dialogo che sottintende quanto i due avventurieri non siano in confidenza da molto. La presenza di un villain inedito interpretato da Antonio Banderas, inoltre, lascia intuire quanto si tratti di un racconto originale e indipendente rispetto ai videogiochi, ma pieno zeppo di citazioni ed omaggi visivi alle avventure interattive del buon Drake. La contaminazione tra scenari differenti e le divergenze narrative rispetto all'opera di Naughty Dog, insomma, guardano in un'unica direzione: che il film di Uncharted voglia soltanto ispirarsi alla serie principale, riscrivendone in parte il racconto e mescolando svariati elementi della sua mitologia per percorrere un sentiero differente. Una scelta che, per adesso, ci sentiamo di promuovere. E chissà che il fascino dell'avventura, il talento e l'energia di Tom Holland e la forza creativa del marchio Sony non ci regalino un tie-in tra cinema e videogiochi finalmente degno di questo nome.

Quanto attendi: Uncharted - Il film

Hype
Hype totali: 132
74%
nd