SDCC12

Speciale Twilight: Breaking Dawn Part 2 al Comic-Con 2012

L'ultima volta di Twilight al Comic-Con

speciale Twilight: Breaking Dawn Part 2 al Comic-Con 2012
Articolo a cura di

Curioso come in questa edizione del San Diego ComicCon il primo film ad aprire la manifestazione sia proprio l’ultimo della saga di Twilight: Breaking Dawn - Part II. Fin dai tempi dell’annuncio del primo Twilight, i suoi protagonisti sono sempre stati presenti all’evento riempiendo di entusiasmi gli animi dei tantissimi fan provenienti da tutto il mondo. E anche quando ormai la parola fine è vicinissima il fanbase di Twilight non delude, con appostamenti in tenda all’esterno dei padiglioni fin dai giorni immediatamente precedenti (con relativa e del tutto inaspettata tragedia). Più che di un panel destinato a soddisfare le più bramose curiosità degli astanti, in questa edizione il tempo dedicato a Breaking Dawn - Part II si trasforma in un’occasione per dare quell’ultimo saluto che molti non sono pronti a ricevere, un messaggio di commiato pieno di amore e riconoscenza da parte degli ormai idolatrati protagonisti del franchise. Una breve conferenza stampa per i giornalisti seguita dal bagno di folla del panel ufficiale per concludere, dopo anni di press tour e tantissime città visitate, l’eterno viaggio di Bella ed Edward.

Quel che resta di Twilight

Non c’erano grandi aspettative per questo panel iniziale del San Diego ComicCon 2012 e infatti il tutto si svolge in un assoluto clima di rilassatezza, tra battutine tra amici e una sequela di ringraziamenti e ricordi dei tempi andati. Breaking Dawn - Part II ha poche novità da regalare al pubblico e preferisce lasciare nascosti i suoi assi nella manica per l’effettivo arrivo della pellicola in sala (16 novembre in contemporanea mondiale). Vieni quindi prima mostrata una clip che mostra Bella, ormai potente e bellissima vampira, alle prese con la sua prima sessione di caccia, che combatte tra il desiderio, del tutto istintivo e animale, di attaccare un essere umano e quello di dedicarsi a prede più alla sua altezza di feroce predatore.
Che si tratti delle domande dei giornalisti, del moderatore o del pubblico, il nocciolo della questione rimane sempre lo stesso: come vi sentite adesso che questa avventura è ormai finita. A cercare di rimettere insieme i pezzi di anni di vita passata tra le pagine di Twilight sono Stephenie Meyer, Kristen Stewart, Robert Pattinson, Taylor Lautner e la piccola Mckenzie Foy, seguiti da Peter Facinelli, Elizabeth Reaser, Nikki Reed, Kellan Lutz, Ashley Greene e Jackson Rathbone.

Amarcord vampirico

Kristen dichiara di aver amato molto il mondo di Bella e che se si presentasse la prospettiva di dover rigirare alcune scene, ne sarebbe entusiasta. Si è dichiarata anche aperta alla possibilità di un reboot della saga (The Amazing Twilight come ama chiamarlo scherzosamente Rathbone), ma preferirebbe non si interferisse ulteriormente sulla storia di Bella ed Edward. Nel corso dei quattro libri, infatti, i due apparentemente sfortunati amanti ne hanno passate di tutti i colori e al termine di Breaking Dawn ci si sente soddisfatti del traguardo raggiunto. Se qualcuno tornasse a tormentare le loro vite, la Stewart ha ammesso che correrebbe a prendere le loro difese urlando di lasciarli stare in pace! Della stessa idea è la scrittrice Stephenie Meyer che ammette di aver raccontato tutto il possibile su Bella e che ormai la sua storia è giunta al termine. Certo, questo non significa obbligatoriamente un addio al mondo di Twilight... dopotutto è anche per questo che è stata creata Renesmee, interpretata da una un po’ impaurita dalla folla ma molto dolce Mckenzie Foy. Ma guai a chiederle notizie più certe: dopo 10 anni passati tra i vampiri, la Meyer confessa di essere un po’ stanca di loro e che preferisce dedicarsi a nuove storie. Persino il tanto discusso Midnight Sun, bloccato ormai da tempo dopo quei celebri primi capitoli divulgati in rete, è un progetto abbandonato a se stesso. Certo, se Robert Pattinson volesse prenderne le redini e raccontare lui stesso tutta la storia dal punto di vista di Edward non potrebbe esserne che entusiasta. Ma l’attore inglese ha un’idea del tutto diversa sul futuro del suo personaggio con Bella: chi lo sa, tra dieci anni potrebbero divorziare e diventare una versione soprannaturale di Mr. & Mrs. Smith (le scommesse sono già aperte e i più puntano tutti sulla supremazia di Bella, Kristen compresa!).

Tra scherzi e anticipazioni

Nulla di nuovo ed eclatante emerge quindi da questo incontro. Al pubblico viene mostrato un secondo video che racconta il processo di umanizzazione della Bella vampira, necessario per prepararla al suo primo incontro con il padre. Per lo più il panel si svolge tra risate e ricordi del passato: di quando Lautner ha colpito un cameraman con una palla da baseball o di quando si è presentato ai provini come un ragazzino talmente mingherlino che nessuno credeva sarebbe potuto diventare il Jacob di New Moon, del modo in cui ognuno di loro si è impegnato tantissimo nell’interpretare il proprio ruolo e di quanto, ormai, attore e personaggio si somiglino in più punti. Interessanti i racconti, un po’ impacciati a causa della presenza della piccola Foy, della Stewart sulle possibili scene di sesso di Breaking Dawn - Part II in cui sia Bella che Edward sono privi della loro parte umana e il consiglio spassionato che l’Edward dell’ultimo film darebbe a quello protagonista di Twilight: “tienitelo nei pantaloni!”. Un panel dolce/amaro quello di apertura del Comic-Con, che ci sembra il caso di concludere con le parole del tutto condivisibili di Kristen Stewart: essere arrivati alla fine è triste ma ti fa anche sentire bene, perché puoi dirti “si, ce l’abbiamo fatta!”.

Che voto dai a: The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 20
4.3
nd