Trilli e il tesoro perduto, tutto sul film prodotto da John Lasseter

Scopriamo tutti i dettagli sulla nuova avventura dedicata alla fatina Trilli, prodotta dal regista Pixar John Lasseter.

Articolo a cura di

Lasciate che la vostra fantasia prenda il volo in un nuovo e incantevole film, con protagonista la fatina più amata. La Festa Autunnale di quest'anno promette di essere qualche cosa di speciale. In cielo salirà una luna di settembre blu, grazie alla quale le fatine potranno usare una preziosa pietra lunaria per ripristinare l'Albero della Polvere Magica, la fonte di tutte le loro magie. Ma quando Trilli per sbaglio mette in pericolo tutta la Radura Incantata, deve attraversare il mare per una missione segreta e rimettere le cose a posto. Con l'aiuto dell'amico folletto Terence - e di una simpatica lucciola birichina di nome Brillo - Trilli dovrà affrontare un nuovo ed emozionante viaggio, per scoprire il tesoro più grande. Trilli e il tesoro perduto è una favola fantastica sulla forza della vera amicizia, che piacerà sicuramente a tutta la famiglia.

La storia.

La maggiore avventura di Trilli inizia mentre la comunità delle fate si prepara per l'autunno. Sulla terraferma, molte sono impegnate a cambiare i colori delle foglie, a coltivare le zucche e ad aiutare le oche a trovare il loro percorso verso sud.

Tuttavia, a Radura Incantata, Trilli è eccitata per aver ricevuto una convocazione reale. La rara Luna Blu sta per apparire, un evento decisamente inusuale. Quando la sua luce passa attraverso una magica pietra lunare presente nello speciale scettro cerimoniale che Trilli dovrà creare, la riserva di polvere lunare di Radura Incantata tornerà ai livelli abituali.

Il migliore amico di Trilli, Terence, è a disposizione per aiutare la nostra eroina in ogni passo del suo percorso, ma scoppia il disastro quando una discussione tra questi due esseri adorabili porta la pietra lunare, una rara e preziosa gemma fatata, ad andare a pezzi. Cosa ha combinato Trilli? Ha messo in pericolo la riserva di polvere fatata di Radura Incantata? Lei dà la colpa a Terence per la tragedia e quindi la loro amicizia è in pericolo.

Trilli è disperata e cerca di trovare una nuova pietra lunare per salvare la loro terra magica e ristabilire la riserva di polvere fatata. Tuttavia, lei è riluttante all'idea di chiedere a Terence un aiuto dopo il loro conflitto. Invece, questa fata intelligente utilizza il suo talento per costruire un pallone di cotone e dirigersi in una missione segreta per trovare l'incantato Specchio di Incanta, che permette di veder realizzato ogni desiderio.

La sua ricerca porta la nostra coraggiosa eroina a nord dell'Isola che non c'è, in cerca della leggendaria nave pirata che nasconde un segreto magico. E' un'avventura lunga e complessa, che va ben oltre Radura Incantata, a una terra di creature incredibili, emozioni e sorprese, ma Trilli è fortunata ad avere con sé una lucciola carina e coraggiosa chiamata Blaze, in grado di aiutarla nella sua missione. Riuscirà Trilli a salvare Radura Incantata? Sarà in grado di tornare a casa prima dell'ascesa della Luna Blu? La sua amicizia con Terence ritornerà a come era in passato? Soltanto il tempo è in grado di rispondere a questa domanda...


TRILLI E IL TESORO PERDUTO comprende dei personaggi amati che conosciamo dalla pellicola di debutto delle Disney Fairies, Trilli. Tra questi, ci sono i miglior amici di Trilli, Daina, Iridessa, Rosetta e Argentea, così come delle apparizioni della benevola regina Clarion, sua mentore, l'affettuosa Fata Mary e i talenti comici Clank e Blò Blò.

Alla fine, Trilli effettua una scoperta commovente in questo racconto epico e avventuroso: non c'è un tesoro maggiore di un vero amico. Con il potere della fede, della fiducia e un po' di polvere delle fate, scopre l'importanza di essere fedele a se stessa e la magnifica forza dell'amicizia.


LA PRODUZIONE
I realizzatori avevano una sfida notevole di fronte a sé nel creare un nuovo film per l'amatissima icona della Disney Trilli. Con l'adorazione pubblica di questa fata arrivata a livelli altissimi, le aspettative del pubblico sono enormi, un fatto che la squadra creativa non ha trascurato.

Il regista Klay Hall sentiva di avere una grande responsabilità nei confronti del pubblico. "La possibilità di giocare con un personaggio leggendario come Trilli era un sogno che diventava realtà. Sono un fan di Peter Pan e della classica pellicola della Walt Disney da quando ero ragazzino, quindi l'opportunità di giocare con questo personaggio classico era una grande fonte di ispirazione e un divertimento notevole. Trilli è amata da tutti, così è magnifico lavorare in un mondo dotato di tale fascino e creare una nuova avventura epica per le fate di Radura Incantata. Trilli è una giovane donna decisa, determinata e dalla volontà di ferro. Lei ha ottime intenzioni in tutto quello che fa, ma talvolta si va a impelagare in cose che non dovrebbero succedere. Lei continua ad andare avanti e corregge i suoi errori grazie al suo cuore grande. E' stata una gioia portare avanti la sua storia con questa seconda pellicola della serie delle Fate".

Il produttore Sean Lurie aggiunge che "Trilli è un personaggio magnifico e amato da milioni di persone, quindi questo film rappresentava una responsabilità enorme. E' stato fantastico ricevere un supporto e delle reazioni importanti e positive su come funziona il film e il modo in cui rappresentavamo il personaggio. Trilli ricopre un posto speciale nel cuore di tanta gente. La sua passione è ammirevole, così come il modo in cui lei affronta ogni cosa mettendo tutta se stessa. Ritengo che tutti possiamo ammirare questa passione, perché ognuno di noi ne possiede un po'".

Il mondo magico di Radura Incantata è stato esplorato nei minimi dettagli nel primo film, Trilli, una cosa di cui Hall è grato. "I creatori della pellicola originale della serie di Trilli hanno svolto un lavoro magnifico nel porre le basi delle origini del personaggio di Trilli e di come lei è realmente, così come del meraviglioso mondo di Radura Incantata. Una volta che questo è stato fatto, noi abbiamo potuto giocare con Radura Incantata e con tutte le sue fate per creare la nostra storia".

Lurie aggiunge che "questo ci ha permesso di concentrarci un po' meno sul personaggio di Trilli e più su Radura Incantata, perché noi avevamo già le basi della storia. Così, abbiamo potuto tentare di creare il film più convincente possibile".

Lurie spiega le tematiche della pellicola. "Il cuore del film è una storia sull'amicizia e il perdono, nel modo in cui viene esplorata da due ottimi amici: Trilli e Terence. Loro litigano all'inizio della storia, cosa che porta Trilli a gettarsi in questa folle avventura per conto suo, ma ci sono delle scene magnifiche che le forniscono l'opportunità di vedere come funziona l'amicizia e riflettere su cosa è andato storto con Terence. Inoltre, lei scopre che probabilmente ha incolpato ingiustamente Terence".

"Come arriva a questa conclusione? Lei ha al suo fianco un personaggio magnifico che si chiama Blaze, una lucciola che diventa compagna di Trilli in questo percorso per trovare lo Specchio di Incanta e in breve tempo apprezza il valore della sua compagnia, cosa che la porta a riflettere sull'amicizia con Terence. C'è una scena magnifica in cui Trilli è veramente depressa. E' a uno dei punti più tristi nel film e Blaze la aiuta, ma questo porta Trilli a capire quanto sia importante avere degli amici".

Il tema dell'amicizia è approfondito quando Trilli incontra due troll nel film. Hall spiega di "essersi divertito molto con questi due tipi, che controllano un passaggio da diversi secoli. Loro iniziano a litigare nel momento in cui il troll più grande insulta per sbaglio quello più piccolo, chiamandolo 'gnomo da giardino'. E' un momento importante del film, perché il troll grande capisce di aver ferito i sentimenti di quello piccolo e quindi si scusa. Trilli e Brillo osservano questo dialogo ed è una scena che fa riflettere molto Trilli, perché lei capisce che il loro rapporto stretto è simile a quello che ha con Terence".

Lurie aggiunge che "si tratta di una scena magnifica, perché questi troll dall'aspetto inquietante sembrano molto cattivi l'uno con l'altro, ma in breve tempo si capisce che loro non volevano ferire i sentimenti reciproci. Molti spettatori che hanno visto il film li ritengono i personaggi più graziosi di tutta la pellicola, una cosa incredibile se consideriamo che hanno un aspetto veramente spaventoso e brutto. Loro rivestono un ruolo importante nel film nel far capire a Trilli il valore dell'amicizia in tutte le sue forme".

Nessun film della Disney sarebbe completo senza un tocco di ironia, quindi i personaggi di Clank e Blò Blò, così come i due troll, servono per offrire un sollievo comico alla storia. "Clank e Blò Blò mi ricordano Laurel e Hardy o Abbott e Costello nel loro approccio alla comicità", ammette Hall. "Bradley Raymond, il regista della prima pellicola di Trilli, ha svolto un lavoro magnifico nel porre le basi per i personaggi. Sono dei tipi molto ingegnosi e che si impegnano molto, oltre che, cosa più importante, estremamente simpatici. Sono grandi amici da molto tempo e si divertono insieme. Sono come dei fratelli maggiori, mentre Trilli è una sorta di sorella minore, quindi sono molto protettivi nei suoi confronti, ma anche una coppia con la quale ci si può divertire molto".

TRILLI E IL TESORO PERDUTO può vantare anche dei contenuti bonus creati dai realizzatori. "Ci sono delle scene eliminate e delle sequenze tagliate divertenti, così come un video musicale per la canzone alla fine dei titoli di coda, The Gift of a Friend, che è stata eseguita dalla magnifica star del Disney Channel Demi Lovato", rivela Lurie. "C'è una gran quantità di materiale comico lì e ogni volta che lo vediamo ci mettiamo a ridere. C'erano delle sequenze magnifiche nel film che, per una ragione o l'altra, sono state tagliate, così siamo tornati indietro e abbiamo fatto risorgere le nostre parti preferite".

Hall prosegue dicendo che "ci sono un paio di momenti fantastici nei contenuti bonus, compreso Trilli e Terence che rincorrono una rana. Inoltre, c'è una sequenza in cui Terence si reca dalle ragazze per un consiglio su come tornare nelle grazie di Trilli. Lui parla con Iridessa e impara il galateo, una cosa molto divertente da osservare. Infine, c'è anche un'ulteriore scena con i troll".

"Il mio insulto preferito dei troll in realtà si trova nei contenuti bonus", ammette Lurie. "E' decisamente divertente, quindi se siete dei fan dei troll, osservate la magnifica scena tagliata con loro quando litigano per scoprire chi è il più puzzolente. Il peggiore insulto che si scambiano è di avere un buon odore, una cosa esilarante".

"In generale, non solo noi speriamo di aver creato un nuovo film avventuroso e divertente, ma anche di inserire tanta eccitazione, pericoli, risate e nuovi posti esotici da far visitare a Trilli", conclude Hall. "Noi ci sentivamo veramente fortunati a poter uscire dall'ambito di Radura Incantata e divertirci con questa avventura. Ci sono dei nuovi personaggi affascinanti, così come un grazioso piccolo aiutante per la nostra fata. Non vediamo l'ora che le persone possano godersi il film".

L'influenza di john Lasseter

"Ho sempre pensato che, per riuscire a fare una bella pellicola d'animazione, ci sia bisogno di tre cose", spiega John Lasseter. "Raccontare una storia affascinante che tenga le persone incollate alla poltrona, riempire la storia con dei personaggi memorabili e affascinanti e inserire questa vicenda avvincente e i personaggi memorabili in un mondo credibile. Se riesci a fare bene queste cose, allora il pubblico rimarrà conquistato e si divertirà un mondo".

"John Lasseter è sempre stato coinvolto in ogni passo del nostro processo di realizzazione", ammette Hall. "E' decisamente appassionato quando parla di Trilli. Ha un forte interesse in quello che è lei e nel mondo in cui funzionerà questa storia, quindi lui era lì a guidarci su come lei si comporterebbe e chi è realmente. E' stata una collaborazione notevole".

"Lasseter fornisce i suoi contributi a ogni cosa", prosegue Hall. "Per esempio, noi volevamo suscitare un gran divertimento grazie ai troll, quindi loro sono veramente sporchi e inquietanti. John Lasseter ha certamente riflettuto a questo proposito per farli apparire come dei troll che non avevamo mai visto prima. All'inizio, li abbiamo creati con il legno, per poi coprirli di muschio, ma avevano anche dei bernoccoli, delle bolle e delle orecchie a punta, così come dei peli dove non dovrebbero esserci. Nonostante questa bruttezza, emergono come due esseri affascinanti e toccanti".

In effetti, l'influenza di Lasseter era evidente a tutti i realizzatori, compreso Joel McNeely, compositore del Trilli originale e del suo sequel TRILLI E IL TESORO PERDUTO. "John è sempre utile con i suoi commenti precisi", spiega McNeely. "Abbiamo questi mondi musicali che convivono all'interno dell'orchestra e una piccola band con un coro, così i suoi suggerimenti mi hanno fatto trovare il modo di unire tutti questi mondi".

"Ancora una volta, Joel McNeely ha un ruolo fondamentale nella pellicola", aggiunge Hall. "E' un genio della musica e ha trovato un modo ottimo di sostenere emotivamente la storia grazie alla musica. Inoltre, è un maestro dei tempi comici. Lui permette alla scena di respirare e poi può colpire il bersaglio, grazie alla sua esperienza nel mondo del cinema. Per tanti versi, in certi punti sembra che noi siamo partiti dalla sua musica per l'animazione, visto quanto si integrano bene. E' stata magnifico, una collaborazione fantastica. La sua colonna sonora era meravigliosa".

Creare la storia

I realizzatori erano desiderosi di far sì che la nuova storia avesse un fascino universale, una delle ragioni per cui hanno voluto creare un'avventura epica per Trilli.

Lurie spiega che "io e Klay volevamo realizzare un film sul fascino delle fate per un pubblico più ampio. Desideravamo creare un ottimo intrattenimento per i padri e i fratelli, così come le figlie, le ragazzine e le madri. Era un obiettivo importante per noi e sentivamo che la pellicola avesse un ottimo equilibrio, perché c'era qualcosa di interessante per tutti. Ognuno poteva trovare un elemento a cui collegarsi".

Hall prosegue, "ho due figli, così come Sean Lurie, quindi era un'opportunità magnifica di lasciare che loro ispirassero alcuni aspetti della storia. Noi amiamo Trilli e Radura Incantata, ma c'è una opportunità splendida di spostare i confini della storia per condurre un'esplorazione maggiore grazie alla sua ricerca. La pellicola è un film d'avventura che può piacere a tutti e una volta che Trilli parte, è veramente decisa. Lei affronta pipistrelli, troll, gli elementi atmosferici e dei topi giganti. Deve andare su una nave dei pirati inquietante per trovare il suo tesoro e il tutto con un conto alla rovescia da rispettare, perché lei a un certo punto deve tornare. Trilli è veramente sotto pressione".

I realizzatori erano assolutamente consapevoli che gli elementi spaventosi della pellicola non dovevano essere eccessivi e troppo paurosi per il pubblico generalista e questo concetto è chiarissimo nei personaggi dei topi. "I ratti hanno le dimensioni di un cavallo per Trilli, perché lei è alta meno di quindici centimetri", sostiene Hall. "Sono decisamente inquietanti quando li vediamo nella pellicola, soprattutto quando inseguono Trilli e Terence. I topi sono veramente grandi e spaventosi, ma erano un elemento importante da avere. Anche con loro dovevamo fare attenzione, non potevano essere troppo spaventosi e minacciosi, quindi li abbiamo resi anche divertenti. Non volevamo sconvolgere nessuno".

Per quanto riguarda la trama del film, i realizzatori erano molto soddisfati della struttura narrativa e dei suoi vari temi. "Quando arriva l'autunno, le fate sono molto impegnate a cambiare il colore delle foglie, a raccogliere le zucche e ad aiutare a prepararsi i giovani animali che in inverno cadono in letargo", rivela Hall. "Sono veramente indaffarate ed è a questo punto che inizia il film".

Lurie prosegue dicendo che "ogni otto anni, c'è una luna autunnale speciale, che viene celebrata a Radura Incantata. Viene chiamata la Luna Blu ed è legata a un'enorme celebrazione per la quale a Trilli viene conferito l'onore di creare lo scettro autunnale. Al cuore dello scettro c'è una pietra lunare speciale, una gemma fatata rarissima, ma poi avviene un disastro legato a questo prezioso gioiello".

"Noi abbiamo pensato a questa celebrazione autunnale come se fosse la cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici", afferma Hall. "E' questa idea che abbiamo utilizzato nelle motivazioni della storia. Trilli riceve l'onore di costruire lo scettro autunnale e lei deve farcela in tempo con la Luna Blu per creare una speciale polvere fatata, che rimetta a posto l'Albero della polvere a Radura Incantata, la fonte di tutta la polvere fatata".

"Trilli è entusiasta di realizzare lo scettro e il suo migliore amico, Terence, si offre di aiutarla, quindi iniziano a costruirlo insieme. Purtroppo, una cosa tira l'altra e la pietra lunare si rompe. Trilli è una testa calda e si arrabbia con Terence, suscitando un grave conflitto. Non soltanto lo scettro è danneggiato, ma anche la loro amicizia è rovinata".

"La pietra lunare è una componente importante dello scettro, perché è anche l'unica che sia stata trovata negli ultimi 150 anni. Così, quando per sbaglio si rompe, Trilli è veramente nei guai. Poco dopo, lei scopre l'esistenza dello Specchio di Incanta, che offre la possibilità di esaudire tre desideri. Due di questi sono già stati sfruttati, ma ne è rimasto uno e quindi lei pensa che, se riuscirà a trovare lo specchio, potrà rimettere a posto la pietra lunare e quindi risolvere i suoi problemi. E' così che inizia il suo viaggio, perché lei la vede come la sua unica speranza".

LA NATURA NEL FILM...
Vi siete mai chiesti come la natura produce le sue immagini, chi fornisce la luce e i colori al succedersi delle stagioni? E' il lavoro delle fate e per questo la natura è evidente in ogni scena del film. La natura fornisce tutte le location, le residenze, i veicoli e gli oggetti di scena, oltre che, cosa più importante, servire come foglio bianco per l'immaginazione di ogni bambino.

Che stiano vicini a uno stagno o guardando fuori da una finestra, i bambini si pongono costantemente le questioni fondamentali sul mondo intorno a loro: come è possibile che le foglie cambino colore? Cosa porta a un arcobaleno la sua miriade di colori? Da dove proviene la brina mattutina? Il primo film di Trilli ha risposto a queste domande con l'utilizzo fantasioso delle fate e del loro rapporto con la natura, così TRILLI E IL TESORO PERDUTO porta questo messaggio attraverso il secondo film, in particolare quando si tratta dei nuovi costumi per i personaggi.

"Ambientare il film in autunno ci ha fornito una grande opportunità di divertirci con gli abiti di Trilli e cambiarli un po'", spiega Hall. "Quando arriva l'autunno, diventa tutto un po' freddo, così abbiamo studiato con la nostra creatrice dei personaggi Ritsuko Notani e l'art director Ellen Jin Over il modo di esplorare altri aspetti legati alla moda di Trilli. Gli abiti delle fate sono un po' leggeri per l'autunno, quindi li abbiamo coperti un po' fornendo loro dei gambali e delle cappe, rimanendo comunque legati al tema naturale e assicurandoci che queste nuove aggiunte fossero realizzate con del materiale organico trovato a Radura Incantata. Questa è stata, fin dall'inizio, la parola d'ordine di John Lasseter, che sosteneva che questo mondo dovesse sembrare assolutamente organico, quindi volevamo inserire degli elementi realistici nei vestiti grazie a foglie, radici, semi, petali di fiore e muschio".

Ellen Jin Over aggiunge che "Trilli è un'amante della moda che ha una grande sensibilità ecologica. Tutte le cose con cui realizza i suoi vestiti sono riciclabili. Ogni cosa è organica e lei è assolutamente desiderosa di riciclare qualsiasi materiale ed essere ecologista. Ci siamo sforzati molto di trovare delle cose naturali per realizzare i suoi abiti e accessori. L'autunno è probabilmente la stagione più eccitante per quanto riguarda i colori, perché gli alberi hanno varie sfumature di giallo, verde, rosso e marrone. E' stato veramente eccitante utilizzare questi colori per gli abiti".

Creare e aggiornare gli abiti delle fate è stato un compito duro per la troupe. Over spiega che "si tratta di una responsabilità enorme vedersi affidare gli abiti di Trilli. Noi dovevamo creare dei vestiti che esprimessero l'affascinante personalità di Trilli e il suo spirito avventuroso, una cosa veramente importante. In questa pellicola, Trilli sta compiendo un viaggio in tanti ambienti diversi. Lei cammina, salta e scala montagne, ma non può fare tutto questo con un abito corto perché avrebbe un aspetto strano. Così, le abbiamo fornito un abbigliamento ispirato all'esterno, come un cappello e dei gambali. Ora, può saltare, correre e cadere. Trilli sta andando a l'Isola che non c'è in questo viaggio e lei non sa come sarà il tempo, così si crea uno scialle nel caso faccia freddo. Inoltre, ha anche degli stivali per l'eventualità di dover scalare una montagna imponente. Lei non sa cosa potrà trovare in questo viaggio, così sarà preparata a tutto".

"Noi volevamo mantenere il vestito originale di Trilli, perché rappresenta il personaggio", prosegue Over. "E' il suo marchio di fabbrica, un vestito di un verde foglia brillante, ma sotto lei indossa dei gambali lunghi e degli stivali favolosi realizzati con delle foglie verdi. Gli stivali sono chiusi con un nastro rosso, realizzato grazie a uno stame di un fiore, assieme con dei pompon di cotone molto carini, proprio come quelli presenti nelle sue scarpe originali. Lei ha anche uno scialle creato con una foglia spessa per mantenerla al caldo, mentre abbiamo aggiunto un bottone fatto con un seme per poter chiudere tutto. Inoltre, ha un cappello realizzato con una foglia verde e una piuma rossa".

Lurie aggiunge "la cintura di Trilli è particolarmente interessante, perché è fatta di un tessuto molto bello. E' come il gambo di un ramo, da cui puoi tagliare dei pezzi e intrecciarli come delle piante rampicanti. Amo i suoi abiti perché non c'è nulla di costruito in Trilli. Lei ci ispira tutti a trovare dei modi in cui poter incorporare le risorse naturali che esistono sulla Terra nelle loro vite".

Non è soltanto Trilli ad subire un cambiamento di moda autunnale. "Anche le altre fate hanno un abbigliamento elegante in questa pellicola", rivela Hall. "Tutte hanno degli abiti nuovi".

Over spiega che "nel creare questi nuovi vestiti, ci siamo ispirati ai costumi originali dei personaggi. Abbiamo quattro fate principali, ognuna dotata di una personalità distinta, quindi ci siamo ispirati alle loro caratteristiche. Abbiamo allungato la gonna di Argentea e le abbiamo fornito delle maniche che non aveva prima. Lei ha degli stivali veramente carini, ma abbiamo anche allargato la sua collana per riflettere parte della sua personalità femminile nei vestiti che indossa. Daina indossa una t-shirt con le maniche lunghe, così come dei vestiti lunghi arancioni fatti con il muschio".

"Abbiamo deciso di fornire a Iridessa una capigliatura da rockband e una giacca di petali di girasole, così come dei gambali e degli stivali corti molto belli", prosegue Ritsuko Notani. "Invece, Rosetta indossa una giacca di petali di rosa con degli stivali lunghi".

Anche i personaggi maschili hanno subito una trasformazione nella pellicola, come rivela Over. "Non vogliamo far vestire i ragazzi in rosso, blu e giallo, perché sono dei colori femminili già sfruttati per le ragazze. Piuttosto, abbiamo deciso di fornire loro delle sfumature di giallo e marrone, soprattutto a Terence".

Lurie aggiunge, "noi eravamo eccitati per il lavoro di design svolto per creare questi nuovi costumi. Ci fornisce qualcosa di nuovo per i nostri amati personaggi e dà l'atmosfera giusta alla pellicola".

"Sono estremamente orgoglioso degli abiti che abbiamo creato e ritengo che le ragazze troveranno la moda di TRILLI E IL TESORO PERDUTO molto affascinante, visto che c'è qualcosa per ogni occasione", prosegue Over. "Le fate hanno dei vestiti magnifici e Trilli è elegantissima, tanto che risulterebbe magnifica in una sfilata. Gli accessori sono molto importanti per lei e per la moda in generale, così le abbiamo fornito un cappello, uno scialle, una cintura e degli stivali carini. E' una ragazza decisamente elegante, quindi credo che abbia un totale di 150 borse. Tutte le ragazze ce l'hanno, vero? In tutta onestà, lei possiede diverse borse per vari scopi. Una presenta tutto il cibo che lei porta per il viaggio e un'altra viene utilizzata per la polvere fatata. Poi, un'altra serve per i pezzi rotti della pietra lunare. Amo tutti gli abiti e accessori che abbiamo creato. Io posso anche immaginare di vestire degli stivali fatati per lavorare, perché non hanno un design fantasy, ma invece sono organici, pratici, facili da indossare e, soprattutto, sono veramente carini".

ANIMARE TRILLI IN CGI...
Portare in vita un'icona internazionale rappresenta una sfida monumentale. Tuttavia, buona parte del duro lavoro nel trasferire il personaggio della Walt Disney in 2D all'animazione digitale è già stato fatto con il primo film delle Disney Fairies, Trilli.

"Assieme a Topolino, Trilli è il simbolo della magia per la Walt Disney Company, così dovevamo assicurarci che lei fosse perfetta", spiega Doug Little, il produttore digitale in entrambi i film di Trilli. "Penso che siamo passati per circa venti versioni del suo modello prima che tutti accettassero il suo aspetto".

Un grande dibattito è sorto sull'altezza e la forma degli occhi di Trilli. La prima domanda ha trovato una rapida risposta grazie a una piccola ricerca internazionale. Nel 2005, il Great Ormand Street Hospital di Londra ha realizzato la più piccola statua della cittadina, quella di Trilli. Le dimensioni erano circa 17 centimetri di altezza, con un'apertura alare di circa 23 centimetri. Questo ha fornito ai realizzatori un punto di vista su cui lavorare, per cui si è stabilito che Trilli fosse alta circa 14 centimetri.

La forma degli occhi di Trilli si è dimostrata più difficile da regolare, visto che il suo creatore originale, Marc Davis, ha variato i disegni a seconda della sua posa. "Ha cambiato idea su di lei", sostiene Little parlando dei progetti di Davis. "Molte volte lei aveva soltanto un accenno di forma degli occhi, ma nelle sue pose migliori erano rotondi. Marc Davis l'ha disegnata in maniera diversa, a seconda di come piegava la sua testa, così abbiamo variato anche i suoi occhi".

"Noi volevamo rimanere fedeli alla Trilli che tutti conoscono e amano, ma era difficile e le cose funzionano in maniera diversa col digitale, soprattutto le proporzioni del design e in particolare la forma dei suoi occhi e la zona del naso e della bocca. Il mondo del 3-D è assolutamente realistico, così dovevamo giocare con il suo profilo mentre lei si muove. Alla fine, ci siamo arrivati e siamo assolutamente soddisfatti dei risultati".

IL FASCINO DI TRILLI...
L'amatissimo personaggio di Trilli ha un fascino speciale per le persone. Discutere con il cast e la troupe del film sulle loro impressioni e i ricordi legati a Trilli offre un punto di vista ampio sul fascino duraturo del personaggio.

"Anche se lei è una piccola fata alta solo 14 centimetri, per me risulta assolutamente reale", ammette il regista Klay Hall. "E' quasi umana. Si mette nei guai ogni tanto e perde la pazienza. Ha delle emozioni veramente riconoscibili e penso che abbia un fascino universale. E' un personaggio magnifico con un cuore grande".

Il produttore Sean Lurie è d'accordo. "Mi ricordo di aver visto 'Peter Pan' tantissime volte quando crescevo e Trilli è un personaggio forte e memorabile di quel film. Inoltre, mi ricordo di aver scoperto The Wonderful World of Disney con lei all'inizio, con la musica e il suo campanellino. Sono dei ricordi notevoli per un'icona straordinaria".

"Trilli ha rappresentato qualcosa di importante per me quando crescevo, visto che Peter Pan è la mia storia preferita", sostiene Mae Whitman, la voce di Trilli. "Mi ero innamorata perdutamente di Peter Pan, così ero un po' gelosa di Trilli, considerando che lei gli stava sempre intorno. Ma dopo un po' ho iniziato ad ammirare la sua sfacciataggine e il suo atteggiamento forte. Non avevo mai visto prima una cosa del genere all'interno di un cartone, lei era assolutamente diversa. Credo che Trilli sia un ottimo modello per le ragazzine, perché non è la solita principessa in rosa. Lei è un maschiaccio. E' dura e forte. Si mette nei guai perché ha un carattere notevole. Ha una personalità notevole e non è soltanto un volto carino".

"La prima volta che ho conosciuto Trilli è stato nel libro di Peter Pan", rivela Angelica Huston, la voce della regina Clarion. "A quel tempo, avevo un'idea ben definita di lei. Forse Trilli è stato il mio personaggio preferito mentre crescevo, perché lei mette assieme umorismo, una sorta di slapstick delicato e un'intelligenza notevole. Inoltre, è molto bella. Io sono cresciuta in Irlanda, quindi non vedevo molti cartoni, ma mi ricordo benissimo la sua presenza svolazzante. Aveva un circoletto di luce intorno a lei e penso che la sua sfacciataggine fosse divertente e affascinante. E' una fatina impertinente".

"Io ero un'enorme fan di Trilli e sono veramente eccitata che abbia tante fate amiche, perché hanno tutte forme, dimensioni e colori diversi", sostiene Lucy Liu, la voce di Argentea. "Trilli è decisamente cocciuta, magnifica e leale, ma ha anche una forte volontà e crede fermamente nelle sue idee. Ha un cuore grande e vuole aiutare, oltre che partecipare alle cose. Insomma, è magnifica".

"Le fate sono il massimo dell'immaginazione", rivela Raven-Symoné, la voce di Iridessa. "Quando pensi a Trilli, hai a che fare con tutti i sogni che hai fatto o i personaggi che volevi essere. Le fate sono quelle che li hanno resi reali e Trilli è quella più conosciuta".

"Io sono rimasto conquistato da Peter Pan quando ero bambino e il musical di Mary Martin ha rappresentato un'influenza enorme per me", rivela il compositore Joel McNeely. "Avendo scritto la colonna sonora di Ritorno all'isola che non c'è, io sono già stato in quel mondo. Ma con Trilli, ho veramente esplorato i personaggi per capire cosa stessero vedendo e quali fossero i loro sentimenti, quindi io potevo tradurre queste cose in musica. Ora sento di conoscerla veramente bene".

"Ritengo che Trilli possegga un fascino universale per tante generazioni perché tutti vogliono un po' di magia nelle loro vite", sostiene la violinista Máiréad Nesbitt. "Penso che Trilli sia fantastica perché è molto complessa e possiede un cuore grande. Lei affronta alcuni incidenti nel suo percorso, ma il suo cuore è indirizzato nella direzione giusta e cerca di fare veramente le cose per bene. Credo sia questa la ragione per cui tutti noi la amiamo".

"Tutti amano Trilli perché possono identificarsi con lei", spiega l'art director Ellen Jin Over. "Penso che le ragazze che crescono oggi abbiano opinioni variegate e siano un po' diverse rispetto alla generazione che le ha precedute. Trilli è un modello per quanto riguardo lo spirito di avventura e la capacità di prendere decisioni importanti. Ritengo che sia la sua personalità che ce la faccia amare".

"Ritengo che Trilli sia riconoscibile sia dai ragazzi che dalle ragazze, perché è un bel personaggio femminile, dotato di grande potere e coraggio", rivela Jeff Bennett, la voce di Bubble. "Io amo il fatto che lei dica 'non mi piace questo modo di fare, è meglio come dico io'. Anche se lei infrange le regole, almeno è onesta con se stessa. E' come se lei facesse capire che, se si parla liberamente, questo non creerà sempre problemi. Il mondo non vi distruggerà per questo".

Rob Paulsen, la voce di Clank, aggiunge che "c'è qualcosa di veramente magico nella storia di Peter Pan e tutto quello che è collegato, che si tratti di Trilli, Peter, Wendy o i Ragazzi perduti. Io mi ricordo chiaramente di aver visto la versione televisiva con Cyril Ritchard e Mary Martin, quando Trilli era fondamentalmente una piccola luce che splendeva sullo schermo, ma l'immagine è rimasta con me nel corso degli anni. Molte persone hanno la sindrome di Peter Pan perché non vogliono crescere, ma ora basta accendere il lettore DVD per un'ora e mezza e vivere questa meravigliosa, creativa e costruttiva forma di evasione. Io sono un po' sorpreso che ci sia voluto così tanto per trovare qualcosa da fare con Trilli, perché lei è veramente un personaggio magnifico. Trilli è favolosa".

I personaggi

Radura Incantata è la dimora di tante amiche fate di Trilli, comprese Daina, Iridessa, Rosetta e Argentea. Ogni personaggio è carino e colorato, dotato di capacità diverse e ognuna è stata ideata per riflettere il loro stile di vita e il loro ruolo nella magnifica comunità di Radura Incantata. Ovviamente, quando non stanno discutendo tra loro, sono impegnate a portare la natura al mondo. In effetti, molti dei personaggi di Radura Incantata ci sono stati presentati nel primo film delle Fate della Disney, ma ci sono anche delle nuove aggiunte in TRILLI E IL TESORO PERDUTO. Ecco una comoda guida di tutti, vecchi e nuovi...

Trilli
Trilli
è la fata che tutti noi conosciamo e amiamo. E' decisa, ribelle, impaziente, impulsiva, determinata, tenace, incostante, ma anche affascinante e amabile. Ha un gran talento per sistemare le cose, un amore per le cose perse ed è più coraggiosa di tante altre fate quando si tratta di contatti con gli esseri umani. Ovviamente, il suo caratterino può facilmente avere la meglio, ma è sempre un amica altruista e devota quando la posta in gioco è alta.

Daina
Daina è una fata animale combattiva, piena di simpatia e malizia. Lei è una burlona e un maschiaccio, che ama fare scherzi a Iridessa, e Trilli adora la sua natura maliziosa. Daina parla tanti linguaggi animali diversi, anche se quello dei rospi è il suo preferito. Le altre fate hanno vestiti composti di fiori e foglie, mentre i costumi di Daina hanno una struttura diversa, perché sono fatti di muschio arancione. D'altronde, le fate animali vivono negli alberi, dove cresce il muschio. Daina possiede un'aggressività che a un certo punto avrà un effetto importante su Trilli, come quando sfida Capitan Uncino o disobbedisce a Peter Pan. Ultima cosa: Daina non si preoccupa di sporcarsi le unghie.

Iridessa
Iridessa è una fata della luce, che contribuisce a illuminare la stagione con trucchi come fornire alle lucciole la loro luce. Probabilmente la più razionale di tutte le amiche di Trilli, lei vuole aiutarla, ma sa che rimarrà sempre una sperimentatrice. Iridessa segue la logica, è intelligente e una perfezionista. Nel suo cuore, è una ragazza scout e ha una passione per il suo lavoro, ma può risultare anche apprensiva. Lei cerca di vedere il lato positivo delle cose, ma spesso fiuta in anticipo il disastro. Può risultare difficile convincerla a seguire un piano pericoloso, quindi è necessaria una testardaggine che Trilli possiede sicuramente. Talvolta sono preoccupazioni eccessive, ma in altri casi la sua cautela è fondata su basi solide. Alla fine comunque, lei farebbe di tutto per aiutare un amico.

Rosetta
Rosetta è una fata del giardino con un debole per le formalità. E' gentile e dalle buone maniere, ma anche dotata di sagacia, ironia e molta grazia. Le fate ovviamente non rivelano mai la loro età, ma Rosetta è arrivata a Radura Incantata prima della maggior parte dei suoi amici, quindi è un po' più saggia degli altri. Rosetta è la leader non dichiarata del gruppo di amiche fate. Lei è sempre pronta a offrire suggerimenti di bellezza e trucchi per le amiche e i fiori. Il suo vestito è composto, in maniera poetica, da una rosa rovesciata.

Argentea
Argentea è una fata acquatica che ha un modo delizioso e particolare di osservare il mondo. E' uno spirito libero, che spesso ascolta il suo cuore più della sua testa. Tuttavia, è anche un'anima cordiale che ama piacere. Argentea non ha problemi a farsi degli amici e il suo senso di lealtà non ha rivali, una cosa che Trilli adora. I suoi compiti sono legati all'acqua, dal far mormorare i ruscelli all'assicurare che le gocce di rugiada siano poste nei punti strategici al mattino. Lei è sempre decisa, brillante e originale, mentre il suo vestito è composto della calla dei fioristi.

Terence
Terence conserva la polvere e distribuisce la sostanza magica secondo i bisogni delle fate. Ha una visione incredibile del mondo delle fate e una conoscenza notevole del modo di pensare di Trilli. D'altronde, lei è la sua migliore amica fata. Sebbene lui ami divertirsi, è anche gentile e riflessivo, dotato di una grande saggezza nel suo cuore. Terence ha uno dei compiti più importanti a Radura Incantata. Infatti, ogni giorno si alza prima dell'alba per passare la polvere alle altre fate, che hanno bisogno di una quantità precisa di polvere ogni giorno per poter volare e svolgere le loro attività magiche.



Fata Mary
La fata Mary è una sorta di madre saggia per le fate, considerando che gestisce il gruppo con un atteggiamento protettivo e amorevole in ogni occasione. Lei è grande, coraggiosa e determinata. Ama quello che fa ed è orgogliosa della situazione. Mary capisce che Trilli ha portato la loro attività a un altro livello ed è una grande sostenitrice di questo piccolo prodigio. Tuttavia, è meglio non farla arrabbiare.

Clank
Clank è grande e grosso, ama il suo ruolo e il fatto di stare vicino al suo migliore amico, Blò Blò). A sorpresa, Clank si tappa le orecchie quando martella le cose. Sarebbe naturale pensare che dovrebbe essere il primo ad amare il suono delle fate, ma lui insiste a sostenere di avere le 'orecchie delicate'. Quando non sta aiutando le sue colleghe fate a Radura Incantata, probabilmente si può trovarlo a lavorare a qualcosa di non terminato e che fin dall'inizio era una sciocchezza.

Blò Blò
Blò Blò è amichevole e pone grande attenzione nei dettagli, tanto da invadere la sfera di influenza degli altri. Lui ritiene di essere più raffinato e intelligente dei suoi colleghi. In effetti, è un tipo bizzarro, che spesso si trova, assieme al suo migliore amico Clank, ad avere problemi con la Fata Mary, che non sopporta bene le buffonate. Blò Blò ammira la sua buona amica e vicina Trilli per le sue doti e il talento che possiede.

Brillo
Brillo è una lucciola carina e coraggiosa. Lui non parla, ma volteggia con l'entusiasmo di un cucciolo. Sebbene sia un piccoletto, il suo coraggio non conosce confini, forse anche per via del suo nome. Si affeziona rapidamente a Trilli, che però non vuole né ha bisogno del suo aiuto. Tuttavia, grazie alla sua dolcezza, lei gli permette di starle vicino. Brillo ha l'abilità di illuminare la giornata (e la nottata) di tutti!

Caciotta
Sì, è un topo che si chiama Caciotta. O almeno le fate sono convinte che questo sia il suo nome perché lui risponde sempre quando lo chiamano così. Un aiutante simpatico e amichevole delle fate, Caciotta. è la colonna portante di Trilli nel momento del bisogno, anche quando lui non sa che in che guai si sta per cacciare. Nonostante talvolta risulti nervoso e riluttante, è un amico gentile e fedele. Sa sempre quando Trilli si sente depressa e ha bisogno di essere tirata su di morale. All'inizio, Cheese non aveva un nome, ma una volta che John Lasseter ha visto l'impatto del personaggio nella prima pellicola di Trilli, ha chiesto che si pensasse a un soprannome. Caciotta. è stato il vincitore.

Regina Clarion
La Regina Clarion è la responsabile reale di Radura Incantata. Ha un amore genuino verso tutti i fedeli sudditi, sebbene abbia un debole per la determinata Trilli. Un essere etereo, è praticamente Madre Natura, così come una figura materna per tutte le fate. La sua conoscenza della magia delle fate è così avanzata che è anche in grado di viaggiare su una scia di pura polvere fatata. Nonostante la sua saggezza e il suo potere, non prende troppo seriamente il suo ruolo, quindi è calorosa, semplice, gentile e amabile. Tuttavia, può anche diventare rigida nel momento del bisogno.

Gary
Gary è molto deciso. E' il responsabile del Deposito della Polvere ed è molto divertente ascoltare questo saggio quando dice a tutti cosa devono fare. Gary controlla chi utilizza la polvere fatata e chi non lo fa, perché deve sempre mantenere costante il flusso del prodotto. Gary è apparentemente duro, ma in realtà ha un cuore d'oro. Adora Trilli, ma non per questo cederà e infrangerà le regole per lei.

Musica!

Prima di iniziare a lavorare a TRILLI E IL TESORO PERDUTO, il compositore Joel McNeely ha passato diverso tempo nel reame delle fate, soprattutto grazie alla sua acclamata colonna sonora per Ritorno all'isola che non c'è, così come per il lavoro nella pellicola d'esordio di Radura Incantata, Trilli.

"Joel McNeely è un genio della musica", rivela Hall. "Non avremmo potuto chiedere di meglio a una colonna sonora di un nuovo film. Il suono sembra decisamente naturale e lui mette assieme tutto in maniera magnifica. E' bellissimo".

McNeely si è concentrato nel creare la colonna sonora fondamentalmente attraverso l'utilizzo di elementi della world music, enfatizzando una forte base celtica con delle influenze musicali da culture di tutto il pianeta. Così, le composizioni orchestrali sono arricchite dal suono di tanti strumenti, da quelli a fiato di ogni forma e dimensione, ai flauti di bambù indiani, alle cornamuse scozzesi, la balalaika russa, così come le ocarine peruviane e italiane, per non parlare delle bottiglie di tequila riempite di acqua che generano delle note basse ed eteree. Inoltre, sono state aggiunte delle percussioni grazie all'utilizzo di strumenti africani, indiani, irlandesi e cinesi. Una piccola band, che comprendeva un organino, mandolino, basso e chitarra ha contribuito alla colonna sonora.

McNeely rivela che "siamo stati in grado di creare un mondo decisamente eclettico, che non è legato esclusivamente a una cultura, mentre questa fusione di influenze musicali si presta bene per il mondo delle fate".

Le tonalità celtiche sono ben presenti nelle melodie della colonna sonora, in particolare nei contributi della violista Máiréad Nesbitt. Il suo sound inimitabile è diventato un personaggio a se stante nei film di Trilli. McNeely cercava un componente per amalgamare la colonna sonora originale della pellicola, quando ha visto l'esibizione della Nesbitt in uno speciale della PBS e immediatamente ha capito che la sua accattivante combinazione di stile celtico espressivo e suoni classici avrebbe fornito un ingrediente perfetto alle sue composizioni.

"L'approccio di Máiréad alla musica è decisamente etereo e spirituale, oltre al fatto che assomiglia a Trilli", spiega Hall. "Lei è irlandese, affascinante, piccola, bionda e dolce. Quando la osservi suonare, mette tutta se stessa nella musica e si fonde con essa. Lei ha fornito una gran sensibilità ed emozione alla colonna sonora. Ha delle doti notevoli, così come una grande passione".

McNeely ha composto le musiche appositamente per esaltare lo stile personale della Nesbitt e ha collaborato con questa solista per abbellire le musiche con una dose di autenticità celtica. Il risultato è un tono etereo da vecchio mondo, che risuona di emozioni e colori toccanti, come è particolarmente evidente nelle interpretazioni soliste ispirate e liriche della Nesbitt nel corso del film.

"La musica è il cuore e l'anima di un film per raccontare la storia a livello emotivo, quindi penso che le persone capiscano immediatamente quando qualcuno è triste, felice o eccitato dalla musica. E' veramente importante", sostiene Nesbitt. "Le atmosfere e i colori che porto alla musica sono legati alle emozioni e al cuore".

Trilli si imbarca in un'avventura eccitante in TRILLI E IL TESORO PERDUTO, molto diversa da quella vissuta nel primo film, in cui il personaggio e il mondo pacifico di Radura Incantata sono stati presentati al pubblico. Le musiche del nuovo film riflettono questo cambiamento di ritmo. "Molte delle musiche nel primo film di Trilli erano decisamente emozionanti ed emotive", spiega la Nesbitt. "In questo film, permangono ancora delle tracce emotive, ma ci sono anche dei pezzi gioiosi, enormi e notevoli, grazie a delle orchestrazioni meravigliose".

Prima di creare le musiche di Trilli, McNeely ha svolto delle ricerche approfondite sui Celti e la vecchia musica irlandese, e avere a disposizione la Nesbitt nel film ha contribuito alla conoscenza e all'esperienza in questi ambiti musicali. McNeely e la Nesbitt hanno collaborato a molte tracce, assicurando una notevole genuinità ai toni della pellicola.

"Penso che ci siamo sostenuti a vicenda", ricorda McNeely. "Máiréad era assolutamente entusiasta del progetto e io avevo capito come sfruttare al meglio le sue doti. Io realizzavo un demo, lo inviavo a lei che era impegnata in tournée e che lo registrava sul suo computer portatile, per poi svolgere dei cambiamenti e rimandarlo indietro. Alla fine, mi ha aiutato a scrivere delle cose che poteva interpretare in modo autentico e fedele rispetto ai temi della storia".

Alla fine, McNeely ha deciso di inserire il violino della Nesbitt nelle musiche, utilizzando il suo sound unico per rendere compatte le musiche dell'intera pellicola. "Máiréad ha fornito un contributo veramente personale alla colonna sonora e ha inserito qualcosa di assolutamente differente", sostiene McNeely. "Lei offre una combinazione di autentica musica celtica e di sensibilità stilistiche classiche. E' un'interprete assolutamente emozionante ed è in grado di comunicare le sue sensazioni molto bene grazie al suo fraseggio, portando anche una maggiore profondità a molte scene".

La Nesbitt riempie di complimenti il suo collaboratore. "Joel McNeely è un compositore fantastico. Io ero veramente eccitata di salire a bordo in questo secondo film dopo l'esperienza di Trilli, che è stata fantastica".

Oltre alle musiche di McNeely, la pellicola comprende la canzone dei titoli di coda The Gift of a Friend, eseguita dalla star del Disney Channel Demi Lovato (Camp Rock, Princess Protection Program, Sonny With a Chance).

Come spiega Hall, "Demi è stata veramente partecipe ed entusiasta. Lei è venuta a vedere il film ed era assolutamente coinvolta nella proiezione, ma non si è limitata ad assistere alla pellicola. In effetti, ha anche chiesto la sceneggiatura, così come degli artwork da portare a casa per studiarli meglio. Ha letto più volte la sceneggiatura e con Adam Watts e Andy Dodd ha composto una magnifica canzone (High School Musical 3), che è veramente emozionante e personale. Demi è decisamente un'artista in ogni senso e il risultato finale è una canzone meravigliosa".

Trilli e il tesoro perduto Trilli e il Tesoro Perduto si presenta come un'ottima occasione per offrire al target femminile dei personaggi Disney una nuova avventura che risulterà certamente gradita. Per chi abita in una località che ospita un multisala o una sala del circuito UCI, Walt Disney Motion Picture Italia da l'opportunità di vedere questo cartoon in CGI anche al cinema a partire da venerdì due ottobre. Da novembre, il dvd e il Blu Ray saranno invece disponibili in tutte le migliori videoteche e nella grande distribuzione

Che voto dai a: Trilli e il tesoro perduto

Media Voto Utenti
Voti: 53
5.5
nd