Transformers, verso un nuovo inizio cinematografico

Dopo il flop de L'ultimo cavaliere di Michael Bay e lo spin-off di Bumblebee, i robottoni Hasbro sono pronti a tornare in sala sotto una nuova guida.

speciale Transformers, verso un nuovo inizio cinematografico
Articolo a cura di

I robottoni Hasbro sono finalmente pronti a tornare al cinema. C'era bisogno di un cambio di marcia deciso, dopo un'intera pentalogia curata da un maestro dei film fracasso e spasso come Michael Bay, che dopo Transformers: L'ultimo Cavaliere del 2017 ha deciso di tirarsi ufficialmente e definitivamente fuori da una saga a cui è stato legato per un intero decennio. Una firma, quella del regista di Bad Boys, che è penetrata fin nel profondo della serie, rendendola quasi autoriale e decifrabile sotto la cifra stilistica di un visionario dell'esplosione e del disastro come Bay. Necessario è adesso superare questa metrica cinematografica per creare qualcosa di valido e diverso, uscendo completamente da quel divertito revisionismo storico che ha infarcito il franchise sin dal primo capitolo.

La strada è stata già tracciata dal buon Bumblebee di Travis Knight, che nel 2018 ha rebootato i Transformers al cinema partendo dagli inizi, dalla Guerra su Cybertron fino all'arrivo dell'Autobot Senza Voce sulla Terra, prima ancora di quello di Optimus Prime e degli altri alleati. Da spin-off, insomma, il film si è velocemente trasformato in rilancio e titolo apripista di un nuovo percorso sul grande schermo per i robot trasformabili, di cui adesso conosciamo qualcosa di più, almeno per quanto riguarda il prossimo capitolo della saga, il secondo di questo recente corso cinematografico.

Lontani da Bay, vicini alle origini

Scritto dalla talentuosa Christina Hodson, Bumblebee ha ricostruito al cinema le origini dei Transformers ripartendo sostanzialmente da zero e mostrandoci per la prima volta anche lo scontro tra Autobot e Decepticon sul loro pianeta Natale, in una sequenza d'apertura avvincente e spettacolare. Elemento essenziale, questo, tanto ai fini della narrazione legata alla vicenda di Bumblebee quanto alla re-introduzione ex-novo dei robottoni sul maxi schermo, un ritorno sulla Terra diverso avvenuto per altro sul finire degli anni '80, dunque quasi un ventennio prima del racconto di Michael Bay. Questa è una chiara attestazione di distanza creativa e anche formale dall'operato del regista, che deve rimanere nel passato nella saga da lui aperta e chiusa in cinque lunghi capitoli. A diventare protagonista, di base, non è più lo spettacolo tendenzialmente fine a se stesso ma la storia e i personaggi, con una caratterizzazione più marcata e una centralità narrativa ben più ponderata e significativa. Prende spazio il racconto sull'azione, in una forma di genere più equilibrata anche se meno sontuosa, almeno in termini di purissimo showdown.

Per continuare questo percorso dopo il discreto lavoro di Knight serviva allora un regista che aveva già dimostrato ottime capacità "intromissive", intesa proprio come la competenza adeguata nel subentrare a una visione già chiara e da portare avanti con dovizia di stile.

Per questo Paramount ha scelto il già apprezzato Steven Caple Jr, che con il suo Creed II ha dato prova di grande talento registico, mettendo al servizio di un franchise già rodato la sua chiave interpretativa in termini semi-autoriali, per altro riuscendo a confezione uno degli incontri sul quadrilatero più leggendari ed emotivamente (ma anche tecnicamente, oltre i piani sequenza di Ryan Coogler) d'impatto dell'intera saga di Rocky.

Starà a lui il compito di portare verso nuovi orizzonti i Transformers, restando legati alla gloria del passato della Hasbro, a una fedeltà anche estetica dei giocattoli e contenutistica del racconto.

E sì, tutto proseguirà proprio da Bumblebee, anche se non è ancora chiaro quando e dove sarà ambientato questo nuovo film, che sicuramente non avrà per protagonista Hailee Steinfeld nei panni di Charlie Watson, uscita di scena alla fine di Bumblebee. Siamo estremamente curiosi di capire cosa verrà fuori da questa nuova firma cinematografica, quale spettacolo verrà confezionato e quale direzione sarà presa per rilanciare con qualità e sostanza i Transformers senza la guida tecnicamente arguta di Bay.

Che voto dai a: Transformers: L'ultimo cavaliere

Media Voto Utenti
Voti: 217
6.8
nd