Speciale Top 5 Emily Blunt

Dalla tostissima Rita Vrataski di Edge of Tomorrow alla simpatica moglie del fornaio di Into the Woods, i ruoli migliori della protagonista di Sicario nella nostra particolare TOP 5!

speciale Top 5 Emily Blunt
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Le "quotazioni" delle star di Hollywood sono sempre soggette agli scossoni del momento, ma tra le primedonne del cinema che conta al momento non possiamo che annoverare la britannica Emily Blunt, che dopo una lunga e fruttuosa carriera è ora tra le più amate dal pubblico e richieste dalle grandi produzioni, in virtù anche dello sfaccettato talento dimostrato dalla Blunt, capace di recitare con successo in ogni tipo e genere di pellicola, ricoprendo tanto ruoli da eroina action quanto altri in commedie brillanti o romantiche, o anche pellicole drammatiche e, addirittura, musical. La abbiamo vista nei panni della segretaria, ad esempio, in pellicole molto diverse tra loro come Il diavolo veste Prada (in cui è riuscita nell'impresa di farsi notare anche più della protagonista interpretata da Anne Hathaway) e I Muppet, ma anche nell'horrorifico Wolfman o nel divertente The Five-Year Engagement. Proprio in virtù di questa duttilità la Blunt è vista come la candidata ideale tanto per il sequel di Mary Poppins quanto per la supereroina Captain Marvel: e mentre questa settimana la ritroviamo sul grande schermo in Sicario, noi prendiamo ad esempio le sue, per ora, cinque interpretazioni recenti più significative per proporvi l'odierna Top Five di Everyeye. E voi? In quale ruolo l'avete preferita?

I Guardiani del Destino

Nel sottovalutato I Guardiani del Destino (The Adjustment Bureau) di George Nolfi Emily Blunt è l'interesse amoroso del protagonista Matt Damon, giovane e brillante politico che si ritrova faccia a faccia con una scelta che non cambierà solo il suo destino, ma quello del mondo intero. Nel film, la Blunt riesce bene nel suo intento di rendere quasi etereo e angelicato il suo personaggio, una ballerina, potenziale anima gemella del protagonista: la loro storia d'amore sarà però contrastata dai cosiddetti "Guardiani del Destino".

Looper

Tanto dolce il personaggio del film precedente quanto, invece, è agguerrito quello di Sara in Looper, l'interessante action/sci-fi di Rian Johnson con protagonisti Bruce Willis e Joseph Gordon-Levitt. Sara è una madre single, genitrice di un bambino molto speciale che avrà bisogno di una particolare protezione da chi lo vuole uccidere... che è, in realtà, la stessa persona che lo vuole proteggere, ma che proviene da una linea temporale diversa!

Into the Woods

Il canterino film di Rob Marshall è un po' dispersivo a livello di sceneggiatura ma certamente non ci si può lamentare del ricco cast, che comprende, tra gli altri, anche la grande Meryl Streep. Emily Blunt, nel film, è uno dei personaggi di spicco, la risoluta moglie del fornaio, e le doti sceniche e canterine dell'attrice qui non sono messe in discussione, ipotecando la sua effettiva partecipazione a Mary Poppins 2.

Edge of tomorrow

Che potesse interpretare anche personaggi femminili volitivi e determinati già lo sapevamo, ma l'interpretazione di Rita Vrataski in Edge of Tomorrow (tratto dalla graphic novel nipponica All You Need Is Kill) accanto a Tom Cruise ha decisamente stupito i detrattori della Blunt, che mette in scena un soldato apparentemente invincibile ma che nasconde, anche, un lato umano. Un ruolo che apre le porte al futuro, a cominciare da...

Sicario

In Sicario, accolto con grande interesse allo scorso Festival di Cannes e appena uscito nelle sal nostro Paese, Emily Blunt interpreta Kate Macer, agente speciale dell'FBI che si ritrova a che fare con un'operazione decisamente più spregiudicata del previsto all'interno dei cartelli della droga messicani, dove non esistono dicotomie ma solo scale di grigio, a cui ci si adatta o si finisce per soccombere. Un'interpretazione forte e sofferta, quella della Blunt, che passa dalla consapevolezza del proprio ruolo ad uno smarrimento emozionale e professionale profondamente vissuto.