Marvel

Tony Stark e l'eredità di Robert Downey Jr: è davvero così insostituibile?

Avengers: Infinity War potrebbe essere l'inizio della fine per l'amatissimo Iron Man, sul cui futuro si è aperto adesso un acceso dibattito.

speciale Tony Stark e l'eredità di Robert Downey Jr: è davvero così insostituibile?
Articolo a cura di

Siamo ormai al punto di non ritorno. Soltanto 8 giorni ci separano dall'uscita nelle sale dell'attesissimo Avengers: Infinity War dei fratelli Russo, terzo crossover del Marvel Cinematic Universe, e a ridosso della release sia i registi che il cast hanno deciso di non rivelare più nulla sulla battaglia tra i Vendicatori e il Titano Folle, che ricordiamo sarà interpretato da Josh Brolin. Niente più anticipazioni succose sul progetto, quindi, tra le molteplici curiosità che sono sbarcate online in questi giorni però particolare interesse lo ha destato comunque un'intervista a Joe Russo, nella quale il cineasta dichiarava "l'inesistenza di un attore in grado di prendere in consegna il ruolo di Iron Man dalle mani di Robert Downey Jr". Un'affermazione audace però condivisa da molti fan dell'Universo Marvel, affezionati al grande mattatore del cinecomic contemporaneo, la star un tempo problematica rinata come l'Uomo di Ferro, ruolo al quale è ormai legato da ben 10 anni e che lo ha reso uno degli interpreti più pagati e famosi al mondo. I festeggiamenti del decimo anniversario dal lancio del MCU non vedranno probabilmente la dipartita del buon Tony Stark, ma con Avengers 4 la storia potrebbe cambiare, esattamente come per Chris Evans, che come sappiamo dirà addio a maschera e scudo di Captain America il prossimo anno. E allora la domanda sorge spontanea: Robert Downey Jr. è davvero così insostituibile?

Legami

La risposta è sì, esattamente come Harrison Ford è e sarà sempre un insostituibile Indiana Jones o Han Solo, per buona pace di Alden Ehrenreich. Non si tratta solo di una mera questione di attaccamento al personaggio, ma di come questo è stato ormai recepito dal grande pubblico, fisicità e psicologia comprese. Il problema relativo a Iron Man è semmai lo stesso condiviso da ogni personaggio tratto da opere a fumetti o letterarie, e cioè che per sua natura può non avere un volto specifico nell'adattamento e vivere quindi anche con fattezze differenti a seconda del caso, ferme restando le caratteristiche base. Con l'avvento dei cinecomic al cinema, però, l'attaccamento dei fan a supereroi come Captain America o Iron Man si è fatto davvero molto forte, tanto da consolidare per anni le posizioni degli interpreti, soprattutto quella di Downey Jr, considerato ormai senza troppe mezze misure come il pater familias del MCU, visto un po' da tutti come "un leader incredibile e un essere umano amichevole e inclusivo, capace di mantenere una spazio creativo sano intorno a lui". Lo ha detto Joe Russo e prima di lui anche Chris Pratt, ma sono molte le super-voci ad aver espresso solo positività nei confronti dell'amico e collega, come ad esempio Tom Holland, uno degli ultimi arrivati preso subito sotto l'ala protettrice da papà Robert. Non si parla quindi solo di un volto unico che condivide con Tony Stark anche una certa etica sociale e lavorativa, ma di un grande amico e di un interprete capace di entrare senza troppi filtri nel cuore di colleghi e fan per poi restarci.
Il discorso allora non è se sia o meno insostituibile in quanto Tony Stark, ma se e quando chi vestirà dopo di lui l'armatura di Iron Man o di qualsiasi altra invenzione sarà o meno in grado di contribuire al MCU come ha fatto Downey Jr, a livello umano e professionale. In fondo anche Captain America se ne andrà e il suo posto verrà probabilmente preso da Falcon o Bucky, ma di Steve Rogers ne esisterà sempre e comunque uno solo. E in questo contesto davvero emblematica risulta oggi la frase che proprio Stark pronuncia alla fine del primo Iron Man, identificandosi pubblicamente come l'uomo dentro l'armatura, il solo in grado di indossarla, perché allo stesso modo Robert Downey Jr è il solo in grado di indossare la spessa armatura di impertinenza, sarcasmo e fascino che risponde al nome di Tony Stark.

Che voto dai a: Avengers: Infinity War

Media Voto Utenti
Voti: 178
8.8
nd