Tom Cruise nello Spazio a 57 anni: alla conquista di nuovi orizzonti

Ormai vicino ai sessant'anni, Il futuro lavorativo della star di Mission: Impossible appare persino più audace del suo giovane passato.

Tom Cruise nello Spazio a 57 anni: alla conquista di nuovi orizzonti
Articolo a cura di

La tenacia è l'unico vero rimedio all'invecchiamento. Paolo Sorrentino sostiene nel suo Youth che per essere sempre giovani sia necessario avere un piano. Qualsiasi piano. La senilità della mente viene smarcata da un pro-attivismo che abbatte ogni costrutto dell'anzianità, a cui prima bisogna però arrivare. Socialmente parlando, i 65 anni sono la porta d'ingresso della Terza Età, una prima sbirciatina a quello che sarà, fermi sull'uscio, ad aspettare il domani della vita. E il saggio dice che una mente sana va sempre integrata in un corpo sano e possibilmente in forma, così da evitare magagne spiacevoli in termini di mobilità o passioni, specie per chi ha sempre vissuto in modo dinamico e poco sedentario.

Con i suoi 57 anni, Tom Cruise è ancora un "giovanotto", ma sulla soglia dei 60, più vicino alla Terza Età che alla prima, i suoi fan e probabilmente il suo manager si domandano quanto ancora possa durare questa sua carriera fatta di stunt esagerati e rischi più o meno calcolati. L'ultimo film gli è costato una brutta frattura a una caviglia, due anni fa, anche se certo, pensando a quel lancio in paracadute in Medio Oriente ripetuto una decina di volte, il più alto del mondo, un osso spazzato non fa proprio paura. La risposta comunque Tom Cruise ce l'ha, riguardo a come sarà il suo prossimo futuro, e la tranquillità, superata la mezza età, non rientra nei programmi. Al contrario, i prossimi anni saranno stratosferici. Letteralmente, dato che punta a girare persino nello Spazio.

Ci vuole un fisico bestiale

Un passato fatto di grandi drammi e interpretazioni blasonate riposto nel cassetto, quello di Cruise. Oggi è una delle più grandi star del cinema d'azione e va benissimo così, per lui e per i fan del genere, essendo l'attore uno scavezzacollo non da poco. L'Eletto di Scientology vive e lavora al limite dello sforzo fisico, pur con tutti i dovuti allenamenti e le precauzione necessarie. A chiedere in giro, quanti attori 50enni insisterebbero per scalare il Burj Khalifa? E a 54 anni di appendersi allo sportellone di un aereo in fase di decollo? Possiamo anche sorvolare sullo "scalare" un elicottero in volo o sul paracadutismo sopra citato, perché la risposta è una sola: pochi. Quasi nessuno. Un po' per il rischio in sé, obiettivamente inutile e non accettato da molti attori, un po' per volontà delle agenzie e delle produzioni, che preferiscono di gran lunga utilizzare controfigure professioniste per evitare che un idolo delle folle si spiaccichi al suolo per fare l'eroe.
Attenzione però: pochi non significa nessuno. Due dei primi esempi che ci vengono in mente sono Bruce Willis e Harrison Ford, che rispettivamente all'età di 52 anni e di 66 anni hanno girato molte delle scene d'azione di Die Hard - Vivere e Morire e di Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo.

Interpreti e professionisti che amano per loro natura l'adrenalina, se pensiamo ad esempio alla passione (e agli incidenti) di Ford per gli aeroplani e gli elicotteri o ai durissimi allenamenti sostenuti da Willis nel corso di una filmografia quasi sempre passata nel cinema d'azione. Ecco, ormai superati i 55, Tom Cruise vuole adesso superare tutti, anche i suoi colleghi più blasonati, imbarcandosi in progetti davvero unici o sfidando se stesso con preparazioni atletiche impressionanti.

Quella per l'attesissimo Top Gun: Maverick, ad esempio, parla per sé. La star ha dovuto imparare a sopportare la spinta di un caccia jet da combattimento, addestrandosi alla sopravvivenza in mare (anche sott'acqua) e costringendo i suoi colleghi più giovani a fare lo stesso - Miles Teller si è detto "distrutto dalla riprese". Un approntamento fisico e spirituale di stampo duramente militare durato tre mesi e in cui Cruise è sempre arrivato primo, superando brillantemente ogni test.

Concluse queste estenuanti riprese, la stragrande maggioranza delle co-star di Maverick ha progetti ridotti in fase di sviluppo, sicuramente non così complessi in fase preparatoria. Tom Cruise no, è pronto a girare due Mission: Impossible consecutivi e un film con vere riprese nello Spazio, il primo in assoluto della storia.

Tutto questo richiede ovviamente ulteriori allenamenti, diete e addestramenti specifici, uno sicuramente da astronauta in cui verrà aiutato dalla NASA e della SpaceX di Elon Musk. Compito arduo e avvincente, per Cruise, che in tandem con nuove e sempre più spericolate trovate per le sue missioni impossibili è ormai pronto a stressare i limiti d'azione del cinema e provare sulla propria pelle il brivido della novità. E chissà se continuerà a sperimentare anche a 70 anni. Immaginiamo lo scopriremo nel tempo, ma il piano sembra proprio essere questo. Ed è solo con un piano, dicevamo, che si smarca la vecchiaia.

Quanto attendi: Top Gun: Maverick

Hype
Hype totali: 94
69%
nd