Marvel

Titani e Pianeti Folli: i 5 nemici più forti del Marvel Cinematic Universe

Scopriamo insieme quelli che (a nostro avviso) sono i villain più potenti dell'Universo Cinematografico Marvel, almeno tra quelli visti finora.

speciale Titani e Pianeti Folli: i 5 nemici più forti del Marvel Cinematic Universe
Articolo a cura di

Non possono esistere grandi supereroi senza dei grandi villain. È un contraltare narrativo essenziale a ogni storia che contempli una minaccia da sventare, necessario ai fumetti come ai derivativi cinecomic. Il nemico è l'altra faccia della medaglia, quella tenuta più tempo nell'ombra ma che completa l'oggetto morale e tematico del racconto. La qualità di un eroe la detta spesso la qualità di un avversario, ancora di più se si tratta di una nemesi, la perfetta figura speculare del protagonista (o dei protagonisti) della storia.

Nel corso di dodici anni del Marvel Cinematic Universe, con la bellezza di quasi cinquanta nemici apparsi sul grande schermo, pochi in verità hanno saputo rappresentare una vera nemesi per i singoli personaggi, anche se diversi lo hanno fatto al plurale, mettendosi dall'altra parte della barricata in senso più generale. È soprattutto nel "piccolo" che si è riusciti a raggiungere un risultato più che soddisfacente, in questo senso, guardando ad esempio ad Alexander Pierce di Robert Redford o all'Avvoltioio di Michael Keaton. Villain che però in termini di forza e potenza non potrebbero competere con nomi sulla carta ben più distruttivi e pericolosi. Come già fatto per i supereroi del MCU, vogliamo adesso provare a scovare i cinque avversari più minacciosi e potenti apparsi sul grande schermo, quelli che a nostro avviso sono potenzialmente i più infidi e devastanti.

Ronan l'Accusatore

Al netto di una formidabile mancanza di carisma che ne spegne la presenza scenica in pochissimi minuti, Ronan l'Accusatore è un nemico davvero pericoloso, giudice, giuria e boia sguinzagliato dalla razza Kree. Ambizioso, intelligente e di grande forza fisica, Ronan è un Kree conservatore che apprezza metodi violenti e punizioni corporali, deciso a sconfiggere ogni suo avversario arrivando ad allearsi persino con Thanos. È anzi grazie a questa collaborazione che riesce a mettere le mani sulla Gemma del Potere, acquisendo per pochi minuti quel carisma che gli è sempre mancato, velocemente perso dopo l'intervento dei Guardiani della Galassia uniti. Abbiamo scelto lui anziché Loki perché il fratellastro di Thor è ormai un personaggio molto più ambiguo della sua scrittura iniziale, addirittura protagonista di una serie Disney+ tutta sua. Inoltre si è più volte dimostrato un buono con seri problemi personali anziché cattivo arido, spietato e senza cuore.

Ultron

L'elemento più interessante della figura di Ultron è il suo essere stato creato con lo scopo di fare del bene dalle menti più brillanti degli Avengers. Una volta "acceso" si è poi ribellato ai suoi creatori come una moderna Creatura di Frankenstein, corrompendo coscienziosamente le sue funzioni per annientare la minaccia più grande della Terra: l'Uomo. Capace di vivere in rete e connettersi a ogni hardware o software, con un corpo straordinariamente resistente fatto di Vibranio e con un esercito di robot-cloni che controlla personalmente, Ultron è uno dei nemici che i Vendicatori hanno dovuto combattere obbligatoriamente fianco a fianco e che è comunque costato centinaia di vite, avvicinandosi spaventosamente alla distruzione del Mondo mediante un Meteorite home-made.

L'arrivo di Visione, sostanziale nemesi di Ultron, ha aiutato non poco la vittoria degli Avengers. Pur non avendo attecchito come avrebbe potuto nel cuore dei fan, il nemico doppiato da James Spader condensa in sé un pensiero insidioso perché condivisibile, aperto alla mutua-distruzione e alla ricostruzione dell'intero eco-sistema naturale e sociale del pianeta, coadiuvato da una significativa muscolarità dovuta al suo corpo artificiale. A stringere e voler esagerare, è un po' l'antesignano in piccolo di Thanos.

Dormammu

Entità mistica e stregone sovrannaturale, Signore della Dimensione Oscura del Multiverso e anche conosciuto come Distruttore dei Mondi, Dormammu ha ricevuto un trattamento un po' superficiale in Doctor Strange. Presentato come una delle figure più pericolose e potenti del Multiverso, capace di portare male e oscurità in ogni angolo delle multi-galassie, è stato sconfitto dallo Stregone Supremo con un "semplice" trucco legato al potere del tempo, venendo intrappolato in un loop. Non ucciso, non sopraffatto, non ferito: solo ingannato. Se non fosse stato per l'intervento di Strange, comunque, Dormammu avrebbe tranquillamente infettato e distrutto la Terra con la sua infinita malvagità. Il fatto che non abbia neanche corpo ma sia composto da pura energia mistica lo rende ancora più inconoscibile e temibile, ed è inoltre immortale, capace di plasmare la materia ed essere potenziato grazie al Culto degli Adepti.
Se agisce dalla sua Dimensione è virtualmente indistruttibile, instancabile e imbattibile, ed è per questo che Doctor Strange nulla ha potuto se non intrappolarlo in un loop per decenni, da cui prima o poi l'Entità verrà sicuramente fuori. E chissà se non avremo modo di rivederla in futuro.

Ego

Sicuramente il villain più strano del Marvel Cinematic Universe e tra i più curiosi dei fumetti dell'etichetta americana. Ego è letteralmente un Pianeta Vivente appartenente alla razza degli Antichi dell'Universo (nel MCU un Celestiale), in vita praticamente da sempre. Nella rilettura intraprendente e brillante che ne ha fatto James Gunn, questo è diventato anche una sorta di parassita invasivo con l'obiettivo di terraformare ogni pianeta in cui è stato, rendendolo un'estensione di se stesso e unificando il sistema.

Oltre a poter controllare ogni millimetro del suo diametro planetario, Ego è anche in grado di creare delle copie fisiche sotto forma di avatar grazie alle quali viaggiare in tutto il cosmo e infettare i vari mondi con i suoi semi. La sua stazza, la sua lunga esperienza e la sua stessa natura lo rendono un essere assolutamente temibile, tanto che era quasi arrivato sul punto di controllare l'intera Galassia, evento fortunatamente sventato dall'intervento dei Guardiani e dai geni celestiali iniettati dentro Peter Quill. Un'eternità passata a ingravidare l'universo per poi esplodere letteralmente per mano del proprio figlio.

Thanos

L'Araldo della Morte, il Titano Folle, il Decimatore Universale. Thanos ha molti appellativi e ognuno di questi racconta soltanto una piccola parte della sua stratificata, complessa e straordinaria personalità. Molti lo vedono come un anti-eroe del MCU, ma la verità è che il suo egocentrismo e la sua ambizione hanno superato di gran lunga la sua contorta e ingarbugliata morale. Thanos è un self-made villain: non possiede abilità speciali ma ogni grammo della sua incredibile e sovrumana forza e della sua grande intelligenza lo deve a se stesso, al proprio impegno e alla dedizione, a una causa che ne ha plasmato l'intera esistenza. È il solo essere vivente del Marvel Cinematic Universe che è stato in grado di tenere testa un combattimento dopo l'altro - in successione - ai Guardiani della Galassia, a Spider-Man e Doctor Strange, Iron Man e poi Scarlet, Visione e Captain America. Inarrestabile, carismatico e ineluttabile, Thanos è il nemico per eccellenza, la nemesi della vita che muove i suoi passi guidato da un'innaturale etica esistenzialista e da un distorto concetto d'equilibrio. La risoluzione di ogni problema è raggiungibile mediante una semi-estinzione universale, il che rende la morte un traguardo da raggiungere, persino per lui. Le sue contraddizioni e i vizi della sua coscienza vengono a galla in Endgame, dove messo di fronte a una vittoria per lui certa e inoppugnabile, mette da parte l'equilibrio da lui tanto blasonato per rivelarsi dittatore totalitarista dell'esistenza, senza più imparzialità, senza neanche paura di fallire. Lui è la risposta a tutto. Lui detterà ogni regola. Ed è invece magnifico che venga cancellato dall'esistenza grazie al sacrificio del singolo, suo opposto, che accetta la morte per salvare la vita.