CC2010

Speciale The Walking Dead - Il panel ufficiale

Un'occhiata approfondita al più importante progetto di genere degli ultimi tempi

Speciale The Walking Dead - Il panel ufficiale
Articolo a cura di

A The walking dead abbiamo già dedicato uno speciale, ma ieri sera si è svolto il panel di presentazione ufficiale, in presenza degli artefici di questa attesissima serie: Joel Stillerman, Frank Darabont e Robert Kirkman. Erano inoltre presenti l'artefice dell'eccellente make-up della serie, Greg Nicotero, e la coproduttrice Gale Anne Hurdeshow, la quale, alla domanda "Come ha scoperto The walking dead?" ha risposto "Come molti di noi, è stato The walking dead a trovare noi. Se siete degli appassionati del genere, non avete bisogno di cercare altro: Robert Kirkman ha creato un must del genere. Del resto, è in lizza per un premio Eisner quest'anno. E noi tutti siamo fieri di poter lavorare all'evoluzione del suo progetto."
Il regista, Darabont, ha affermato che ha cercato a lungo un progetto interessante per esplorare il genere, finché in fumetteria non ha scoperto l'albo di Kirkman. "Era proprio ciò che cercavo. In molti hanno realizzato ottimi prodotti basati sugli zombie, ma Robert ha fatto di più, espandendo il genere in nuove direzioni. Adoravo accarezzare l'idea di un prodotto così spudorato per la tv, una cosa così basata sui personaggi."
Stillerman ha poi aggiunto "The walking dead debutterà ad ottobre all'annuale AMC Festival: siamo in partnership con la FOX, e abbiamo intenzione di vendere il prodotto in oltre 120 paesi e 30 lingue" [quindi possiamo essere quasi sicuri che tra questi paesi ci sarà l'Italia, N.d.R.]
Kirman ha raccontato la sua sorpresa, al momento in cui gli hanno proposto di realizzare una serie tv a partire dal suo fumetto. "Non pensavo l'avrebbero mai adattato per lo schermo: troppo violento per la tv, insensato per il cinema: non avrebbe senso uno zombie movie che può continuare potenzialmente all'infinito. Eppure l'hanno fatto. Spesso le trasposizioni fanno "orrore" eppure qui ogni passo è stata una conferma. Bizzarro. E' stata una benedizione."
Ha quindi preso la parola la Hurdeshow, rimarcando come il prodotto sia a livelli cinematografici: "Tutti dicono sempre 'abbiamo creato la miniserie come una serie di film di un'ora' ma spesso non è così, il feeling è diverso. Qui invece abbiamo davvero dato vita a sei piccoli film per la prima stagione".

Il teaser

Interpellato a riguardo della fedeltà alla storia originale, Darabont ha risposto: "La traccia di Mr.Kirman è eccezionale e noi abbiamo preso tutto il meglio, ma abbiamo anche sentito la necessità di espandere i punti che ritenevamo più interessanti, pur rimanendo sempre fedeli e rispettosi".
Giunge quindi il momento della prèmiere del teaser, della durata di cinque, intensissimi minuti.
Qui vediamo, proprio come nell'incipit del fumetto, Rick Grimes (Andrew Lincoln) e il suo amico Shane (Jon Bernthal) impegnati in uno scontro a fuoco contro due assassini fuori controllo. Rick, colpito al petto, si risveglia tempo dopo in un inquietante ospedale abbandonato pieno di morti e di raccapriccianti scoperte. Rick cerca allora di raggiungere Atlanta per scoprire se sua moglie Lori (Sarah Wayne Callies) e suo figlio Carl (Charles Riggs) sono ancora vivi in mezzo a questa folle epidemia di zombie. “Sono un uomo in cerca di moglie e figlio. Se mi intralci la strada, hai perso” è la frase che riserva al misterioso Merle Dixon (Michael Rooker).

Curiosità e domande dal pubblico

Dopo la clip, entrano gli attori: Andrew Lincoln (Rick), Sarah Wayne Callies (Lori), Jon Bernthal (Shane), Laurie Holden (Andrea) e Emma Bell (Amy).
Lincoln parla del suo personaggio: "Rick è un poliziotto di un piccolo centro in Georgia. E' sposato, con un figlio, un uomo normale dalla grande morale che tutto ad un tratto si ritrova in mezzo ad un incredibile inferno. La cosa bella di questo personaggio è il suo percorso morale all'interno della serie. Quando mi hanno proposto la parte, non sapevo fosse tratto da un comic book. Ma una volta letto, mi ha catturato: disegnato e narrato in maniera eccezionale!"
Darabont ha poi scherzato sull'incredibile calura di Atlanta: "Ho perso chili e chili già solo sudando! Ma è la dieta AMC, in fondo".
La battuta ha però portato alla luce un argomento interessante. Secondo Nicotero, "Il trucco, naturalmente, col caldo si scioglie e si rovina. Era una guerra contro il tempo. Chi impersonava gli zombie soffriva il caldo e il pesante trucco, e ritoccarlo era sempre un problema. Poi erano così davvero "decadenti" che il resto degli attori non "zombizzati" non riusciva a mangiare nella stessa stanza con loro, in pausa pranzo".

"Come gestirete il personaggio del piccolo Carl?" hanno domandato dal pubblico. "Ancora non siamo arrivati ai momenti più drammatici, e sarà dura da rappresentare con la stessa intensità senza creare un trauma anche nel piccolo attore. Inoltre, già che ci sono, devo fare i complimenti a Chandler, è assolutamente fantastico!" ha risposto Darabont, che ha inoltre parlato del livello di violenza nella serie. "Le scene che avete visto sono editate dei particolari più violenti, per poter mostrare questo teaser al Comic-Con. Il prodotto che andrà in onda sarà davvero 'forte'".
Altre domande dal pubblico: "Come mai non avete girato in bianco e nero, o in scala di grigio, come il fumetto originale?" "Ci avevamo pensato. Credo che inseriremo l'opzione per una visione simile nella versione home-video".
"Che ci dite della colonna sonora?" Bear McCreary, il compositore delle musiche originali della serie, viene quindi chiamato sul palco a rispondere. "Volevo creare qualcosa che desse la giusta atmosfera, com'è di rigore, ma anche qualcosa che non vi aspettereste. Vedrete!"

Quanto attendi: The Walking Dead - Stagione 1

Hype
Hype totali: 80
63%
nd