Speciale The Twilight Saga: Eclipse

Il cast di Eclipse a Roma per partecipare alla prima convention italiana e raccontarci il film.

speciale The Twilight Saga: Eclipse
Articolo a cura di

Per la prima volta in Italia arriva la Twilight ItaCon, una tre giorni interamente dedicata alla saga scritta da Stephenie Meyer che offre la possibilità ai fan di conoscere da vicino gli attori che hanno portato la storia al cinema. Dal 29 al 31 Maggio Roma ospita la prima convention italiana dedicata al fenomeno del momento, seguendo il modello di quelle americane. Organizzata dalla FantasyEvent, una giovane organizzazione no-profit con l'intento di promuovere la cultura fantasy e la sua relativa produzione letteraria e cinematografica, l'evento ha un programma ricco di attività: welcome cocktail con gli attori, panel tematici, la possibilità di posare con gli attori per una foto professionale, farsi autografare materiale, interagire con i propri beniamini durante eventi speciali come il brunch di beneficenza o il ballo a tema Twilight.

Dentro Twilight

Ospiti della convention sono gli attori BooBoo Stewart, il giovane licantropo Seth in Eclipse, Alex Meraz, Paul il capo del wolfpack, Daniel Cudmore, il mastodontico Felix, braccio destro dei Volturi, Justin Chon, l'umano Eric, e il simpaticissimo Gil Birmingham, ovvero Billy Black, il padre di Jacob.

Cosa ne pensate della scelta di Bill Condon come regista del quarto film della saga, Breacking Dawn?
AM: In realtà non abbiamo molte notizie a riguardo, ma è davvero un ottimo regista, quindi è una scelta perfetta!

Che effetto vi fa essere i personaggi si un comic book?
AM: È cool! È davvero una cosa meravigliosa, ma quando si interpreta un personaggio con un numero di fan pari a quello di Twilight, bisogna anche trovare un giusto equilibrio nell'interpretazione. Hai sempre paura di deludere qualcuno.
DC: Essere parte di un libro del genere, con così tanto seguito, ti pone al centro di un dilemma. Non vuoi mai fare errori come attore ma vuoi anche essere esattamente come il personaggio, così come è stato descritto da Stephenie Meyer.

Nella saga cinematografica ogni capitolo è stato assegnato ad un regista differente. Quali sono i cambiamenti maggiori di una scelta del genere?
DC: È un modo per mantenere sempre fresco il progetto. È bello vedere come ogni regista viene impressionato dal progetto in maniera diversa e ha una percezione completamente differente della pellicola. Ognuno lo fa suo e lo rende particolare. David Slade, ad esempio, è molto dark, il che è perfetto per questo capitolo che rappresenta la nostra vendetta.
AM: Ogni libro è diverso ed è giusto che sia così anche per i film. David Slade è riuscito a fare davvero un ottimo lavoro. Più che di un regista si tratta di un vero e proprio filmmaker: sa così tante cose su come si fa un film che ti segue come se fosse lui stesso la macchina da presa.
GB: Personalmente ho preferito il lavoro di Catherine Hardwicke. È stata lei a lanciare la saga ed è stata davvero una grande esperienza. La sua energia era percepibile ovunque. Inoltre ci ha dato la possibilità di sviluppare personalmente i nostri personaggi. È stato davvero interessante.

BooBoo, eri già un fan della saga quando sei entrato a far parte del cast?
BS: Ho letto i libri prima di fare l'audizione per la parte. Volevo essere preparato e dare il 100%... così sono ovviamente diventato fan della saga.
GB: Io sono diventato un fan perché mi hanno dato un lavoro! (ride)

Justin, tu sei l'unico umano di questo gruppo. Come ci si sente? Non pensi sia migliore il ruolo del vampiro?
JC: Sono soddisfatto del mio essere un umano! È molto divertente, anche perché è come essere un normale teenager, con tutte le sue sfumature.

Qual è la tua scena preferita in Eclipse?
JC: Non ho ancora visto il film, quindi non posso dirvi sinceramente quale sia. Ma le scene d'azione sono semplicemente magnifiche.

Daniel tu sei uno dei Volturi. Potendo scegliere che cosa saresti voluto essere?
DC: Vorrei essere parte del wolfpack! Loro possono leggerti la mente e sapere che cosa pensi... insomma non puoi nemmeno fargli uno scherzo. Non è divertente essere un vampiro con loro. Se gli fai il gioco del "Toc toc" loro sanno già la risposta! Inoltre mi piacerebbe fare tutto quello che fanno loro: saltare da altezze vertiginose e correre libero fra gli alberi.
GB: I licantropi sono divertenti... e poi sono "bollenti"! (Letteralmente: "They're fun. They're hot!", ndr)

Tra finzione e realtà

Billy controlla tutti i licantropi della tribù. Come ci si sente ad avere tutto questo potere?
GB: Veramente io non li controllo... semplicemente li aiuto ad affrontare la loro trasformazione, questo particolare momento di passaggio che devono affrontare.

Alex, nel film Bella ti schiaffeggia. Quali sono stati i tuoi sentimenti a riguardo?
AM: In realtà non si tratta di uno schiaffo... ma di un pugno! E dal punto di vista della mia faccia c'è una grande differenza. Kristen è cresciuta con i suoi fratelli e quindi è molto allenata a dare pugni. Ero un po' nervoso e continuavo a ricordarle che io con la mia faccia ci lavoro, che mi serviva. È stato difficile soprattutto riuscire a farle dare un pugno da ragazza, meno forse e deciso e più femminile.

Avete intenzione di tenere i vostri tatuaggi da lupo dopo la fine del film?
AM: Ci stiamo pensando. Sarebbe bello ma non abbiamo ancora deciso... e poi BooBoo è troppo giovane per un tatuaggio!

Come vi ha aiutato Stephenie Meyer con i vostri personaggi?
AM: Paul apparentemente è molto gentile, ma in realtà è nervoso e cova molta rabbia. Credo sia dovuto al suo essere ispirato al fratello di Stephenie che è andato via molto presto... e la rabbia è il sentimento che esprime attraverso il mio personaggio.
GB: Io non ho mai conosciuto Stephenie... no, non è vero. È una bugia! L'ho conosciuta durante il primo film, ma non mi ha mai detto nulla sul personaggio.
JC: Con Eric è stato semplice. Non ci sono moltissime informazioni su di lui nel libro...
DC: Nemmeno il mio personaggio è molto approfondito nei libri. Passavo il tempo nel backstage, truccato e vestito da Felix, pensando a come dovesse essere il personaggio, al suo modo di pensare, di agire, di comportarsi in determinate situazioni. Poi l'ho fatto... e lei mi ha semplicemente detto che andava bene.

Alex, oltre ad essere un attore sei anche un bravo ballerino e coreografo. Perché hai scelto di recitare?
AM: Sono cresciuto circondato dall'arte. Sarei voluto essere come Bruce Lee e fare qualsiasi cosa. Essere tutte queste cose per me è una conseguenza naturale. Ma in realtà non ho scelto, è come se nulla mi sembrasse mai abbastanza. A volte sono un attore, ma non mi basta, e allora disegno, e poi sono un ballerino... è il mio modo di partecipare alla vita. Sono come un bambino, faccio quello che voglio.
GB: Si... un bambino piagnucolone! (ride)

Parte del fenomeno

Come ci si sente a far parte di un fenomeno così grande?
GB: Quando mi hanno detto che ero parte del cast di Twilight sono rimasto stupido dal grande fanbase della saga, dalla quantità di fan del film che esistevano già prima che esso fosse realizzato.
JC: Quando abbiamo cominciato a girare il primo film stavamo partecipando a una pellicola indipendente. Eppure c'erano ragazze ovunque che fotografavano il set a tantissimi metri di distanza e mi lasciavano dei biglietti con i loro numeri di telefono. E io non sapevo perché lo facessero o che cosa ci dovessi fare. Durante la premieri di New Moon mi sono mescolato al pubblico e mi sono messo a distribuire caramelle alla folla... solo che le persone mi urlavano di stare zitto perché volevano vedere gli attori. Nessuno si è accorto chi fossi!
GB: Non cercare di essere te!!! (ridono) Quando ho incontrato Taylor (Lautner) la prima volta è stato tutto molto tranquillo. Dopo New Moon invece non potevo neanche dare la buonanotte a qualcuno di loro... Robert (Pattinson) era continuamente attorniato da guardie del corpo.
BS: Il bello è che le fan rimangono tutta la giornata lì, a fissarti e aspettarti. E quando ti si ritrovano davanti non sanno cosa dirti... e nemmeno tu sai cosa dire loro.

Che cosa vi piace e che cosa cambiereste dei vostri personaggi?
GB: Sono seduto tutto il giorno... è comodo! E la cosa negativa? Bhe, sono seduto tutto il giorno! (ride)
BS: Seth è uno di quei personaggi pacificatori... è bello. Non ci sono lati che non mi piacciono di lui.
DC: Non cambierei nulla. Mi piace che sia cattivo e che, soprattutto, si diverta nell'esserlo.

BooBoo tu sei l'ultimo arrivato. È stato difficile farsi accettare all'interno del cast?
BS: No. Sono stati tutti molto carini con me.
AM: È un po' come essere ad American Idol. Solo per il fatto di aver superato i provini ed essere entrato a far parte del cast, tutti appena ti vedono ti fanno un applauso e ti dicono bravo.
DC: Sei il ragazzo nuovo a scuola. La prima cosa che fai è cercare di capire chi sono i più popolari del gruppo e cercare di fare amicizia con loro...così stai tranquillo per il resto dell'anno.

Che voto dai a: The Twilight Saga: Eclipse

Media Voto Utenti
Voti: 71
5.6
nd