The Suicide Squad, tutte le ultime novità sul cinecomic di James Gunn

A poche settimane dall'inizio della riprese, il regista e sceneggiatore della nuova Task Force X cinematografica annuncia cast completo e dettagli.

speciale The Suicide Squad, tutte le ultime novità sul cinecomic di James Gunn
Articolo a cura di

Il 2018 non è certamente stato il migliore degli anni per James Gunn, preso d'assalto dall'Alt-Right americana prima di ritirarsi dalla scena pubblica per svariati mesi. Non torneremo sul licenziamento e successiva riassunzione però, già ampiamente approfondita a tempo debito, perché fortunatamente tutta la questione si è risolta nel migliore dei modi con l'ingaggio dell'autore per scrivere e dirigere The Suicide Squad e il suo ritorno alla regia di Guardiani della Galassia Vol. 3, che come annunciato dallo stesso Gunn sarà l'ultimo capitolo del franchise.

Quello che ci consola, al momento, è sapere una mente brillante e attiva come quella dell'autore nuovamente al lavoro non su uno ma su due dei film mainstream più attesi dei prossimi tre anni, sviluppati per due etichette-studios dalla rivalità centenaria, che trovano proprio in James Gunn un grande punto di contatto e condivisione. Appare tutto talmente ben congegnato che la Disney ha addirittura accettato di mettere in stallo fino al 2021 la produzione di Guardiani della Galassia Vol. 3 per permettere al regista di occuparsi di quello che lui stesso ha definito "il progetto più divertente a cui abbia lavorato da molti anni a questa parte", connotando la sua collaborazione con la DC Films come una tra le più libere e spensierate della sua carriera. Forse per la natura certamente sfumata ma tendenzialmente criminale dei personaggi della Task Force X, forse perché proprio nella scrittura e in un titolo tanto grande da rilanciare ha ritrovato una calma serafica e una pace interiore profondamente avvelenata nell'estate dello scorso anno, James Gunn ne è davvero convinto: il suo The Suicide Squad ci farà elettrizzare come pochi altri cinecomic.

Generoso, variegato e saporito

Il titolo del paragrafo non introduce porzioni e gusto di un gelato ma anticipa le qualità del cast completo (salvo successive sorprese) del cinecomic della DC Films, che di base sarà un soft reboot del franchise, un sequel mascherato da rilancio cinematografico per un titolo che necessitava di un profondo cambio di rotta. In termini di storia e contenuti non possiamo purtroppo sbilanciarci sulla convinta sterzata stilistica di James Gunn, che siamo sicuri sarà comunque decisa e significativa, ma guardando alle scelte di casting, ai ritorni e alle new entry, è interessante notare come il regista abbia scelto di integrare anziché distruggere alcuni personaggi e una serie di dinamiche introdotte da David Ayer. E con un mannaia a forma di penna in mano e totale libertà d'azione, questo significa essere degli autori davvero generosi.

Partiamo allora dai ritorni, che come sappiamo sono rappresentati da Margot Robbie (Harley Quinn), Joel Kinnaman (Rick Flag), Jai Courtney (Capitan Boomerang) e Viola Davis (Amanda Waller). Sono tutte scelte oculate che tracciano anche un'iniziale linea guida alla rinnovata struttura del progetto, perché la Waller resta la mente dietro il progetto Task Force X, Flag il colonnello a capo della squadra (diciamo anche il supervisore), Harley Quinn il leader femminile e Jai Courtney uno dei ritrovati membri fissi. In fondo, non erano rimasti in tanti: il Deadshot di Will Smith è nuovamente in carcere, El Diablo si è sacrificato, Killer Croc si è rivelato un personaggio fin troppo secondario e sostituito da un altro predatore quale King Shark, Katana è forse tornata in Giappone e Incantatrice è stata uccisa. Diciamo anche che Gunn ha ripescato il ripescabile, tutto quello che poteva sfruttare a dovere secondo le sue corde autoriali. Poi ha cominciato a metterci del suo, partendo da una sensibilità più spiccata, adattando i suoi personaggi preferiti e introducendone qualcuno per "i fedelissimi".

Con un inizio riprese previsto per fine settembre e un programma che prevede tre mesi di set ad Atlanta e uno a Panama, The Suicide Squad è praticamente ai nastri di partenza, motivo che ha spinto in definitiva la produzione e il regista a rivelare tutti i protagonisti del cinecomic in un teaser poster ufficiale che ci ha svelato anche il logo del film. È così che oltre ai già annunciati David Dastmalchian (Polka-Dot Man), Peter Capaldi, Idris Elba, Nathan Fillion e Alice Braga sono stati ufficializzati nomi del calibro di Michael Rooker, Sean Gunn, John Cena, Pete Davidson e Taika Waititi, anche se purtroppo non ci sono indizi sui loro possibili ruoli.

Al momento sappiamo solo che Capaldi indosserà delle protesi per il suo personaggio, che Elba potrebbe essere Bronze Tiger, che Cena interpreterà Peacemaker (scelta saggia e oculata) e che, stando a un recente intervento di Kevin Smith, Fillion potrebbe interpretare un supereroe.
In aggiunta, Steve Agee vestirà i panni del già citato King Shark e Daniela Melchior quelli di Ratcatcher, villain originariamente di sesso maschile appositamente reso donna nel film. A parte la data d'uscita fissata per il 6 agosto 2021 e il velato avvertimento di "non affezionarci troppo ai personaggi" datoci direttamente da James Gunn (forse ne moriranno molti), su The Suicide Squad - al momento - è davvero tutto.

Quanto attendi: The Suicide Squad

Hype
Hype totali: 26
83%
nd