Speciale The Bourne Legacy e i CIA Movies

Un excursus sul cinema di spionaggio

Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Quest'estate, e più precisamente in agosto, tornerà sugli schermi cinematografici una delle saghe spionistiche più famose e amate di sempre: quella targata Bourne.
Tratta dai romanzi del compianto Robert Ludlum, la serie di Bourne è sinonimo di avventura e mistero, ponendo il piede sull'acceleratore dell'azione ma senza rinunciare all'intrigo, che è da sempre il cuore delle Spy Stories. Genere che, negli ultimi anni, ha subito un notevole incremento di popolarità, sia grazie a storie più riflessive come La talpa di Tomas Alfredson, che pellicole più votate all'azione come Hanna di Joe Wright o Knockout - Resa dei conti di Steven Soderbergh. Thriller e spionaggio arricchiscono anche pellicole di pura fantascienza, come nel caso de I Guardiani del destino, di George Nolfi. Per non parlare dell'inossidabile James Bond, presto nuovamente al cinema col suo ventitreesimo episodio.
Elemento immancabile della maggior parte di questi film è la presenza della CIA (o di un'agenzia simile) al centro delle vicende, di cui i protagonisti fanno parte o hanno, ad ogni modo, a che fare.
Approfittando dell'uscita del recente teaser trailer di The Bourne Legacy (e, a proposito, tenete d'occhio il twitter ufficiale del film: avremo presto gustose novità), prossimo film della serie Bourne ad approdare nei cinema con protagonisti Jeremy Renner, Rachel Weisz, Edward Norton, Joan Allen e Oscar Isaac, partiamo alla (ri)scoperta di alcuni dei più famosi CIA Movies.

The Bourne Identity

Iniziamo la rassegna, naturalmente, da The Bourne Identity, il film di Doug Liman del 2002 da cui tutto ha avuto inizio, con protagonista Matt Damon nei panni di Jason Bourne, un uomo che soffre di una grave amnesia ma scopre, al contempo, di possedere eccezionali doti spionistiche, che gli saranno molto utili nella sua fuga per l'Europa alla ricerca della verità sul suo passato. Un classico dell'action spy genre, che ha dato luogo a due fortunati seguiti, The Bourne Supremacy e The Bourne Ultimatum - Il ritorno dello sciacallo, diretti da Paul Greengrass, e all'imminente The Bourne Legacy, del quale vi lasciamo il nuovo teaser trailer.


Mission:Impossible

Recentemente nei cinema col quarto episodio, la saga di Mission:Impossible è sicuramente la più grande 'rivale' di Bourne, derivante da una celebre serie televisiva di trent'anni fa e ancora attivissima grazie agli sforzi del protagonista Tom Cruise alias Ethan Hunt, agente segreto specializzato in missioni 'impossibili'. Nell'ultimo capitolo della saga, Protocollo Fantasma, ritroviamo tra i protagonisti proprio Jeremy Renner, che vestirà anche i panni di Aaron Cross in The Bourne Legacy.

I tre giorni del Condor

Uno dei grandi classici dello spionaggio è senza dubbio Three Days of the Condor, del 1975, diretto da Sydney Pollack con protagonista un indimenticabile Robert Redford nei panni dell'unico sopravvissuto del suo dipartimento. Un vero classico, con accenni di thriller e fantapolitica.

Ronin

Robert De Niro e Jean Reno vanno a nozze con i film di spionaggio, e Ronin è uno degli esempi più eclatanti. Un manipolo di uomini altamente specializzato ha il compito di recuperare una valigetta dal contenuto tanto misterioso quanto apparentemente importante: tra questi vi è Sam (De Niro), ex agente della CIA...

Spy Game

E ritroviamo Robert Redford anche in questa pellicola del 2001 firmata Tony Scott, insieme a Brad Pitt, rispettivamente stimato operativo prossimo alla pensione e giovane idealista cacciatosi in un intrigo internazionale che potrebbe causare un incidente diplomatico con la Cina...

Io vi troverò

Una delle interpretazioni migliori di Liam Neeson possiamo ritrovarla in Taken, film del 2008 di Pierre Morel in cui Neeson interpreta un ex agente CIA che torna in azione, in una spietata missione al salvataggio della figlia rapita a Parigi da un'organizzazione criminale.

Nessuna verità

Anche il maggiore dei fratelli Scott, Ridley si è accostato alla tematica dello spionaggio e agli agenti della CIA con Body of Lies, nel 2008, che vede protagonisti Leonardo DiCaprio e Russell Crowe in un intrigo di bugie e coperture che coinvolge, tra l'altro, al-Qaida e i servizi segreti giordani.

Syriana

Restiamo in Medio Oriente per il film di Stephen Gaghan del 2005 con un attivissimo (e volutamente bolso) George Clooney e, tra gli interpreti, il Mark Strong che rivedremo nel già citato Nessuna verità e il Matt Damon protagonista della prima trilogia di Bourne. Un intreccio di molteplici storie parallele a sfondo geo-politico, con importanti risvolti socio-economici.

Caccia a Ottobre Rosso

Tratto da un romanzo di Tom Clancy, scrittore di punta del genere, The hunt for Red October vede l'ex '007' storico Sean Connery nei panni di Mark Ramius, comandante di un sottomarino nucleare russo misteriosamente diretto verso le coste statunitensi. Mentre il sottomarino diviene bersaglio prescelto sia dei russi che degli americani, l'analista della CIA Jack Ryan (Alec Baldwin) è l'unico ad aver intuito le vere intenzioni di Ramius...

Burn after reading - A prova di spia

Brad Pitt e George Clooney di nuovo alle prese con la CIA, ma in un contesto decisamente meno drammatico dei precedenti, nella tragicommedia dei fratelli Coen del 2008, in cui l'ex agente della CIA Osbourne Cox (maldestramente ricattato da Pitt) è interpretato da John Malkovich.

The Quiet American

Altro film tratto da un classico dei romanzi di spionaggio è The quiet american, di Phillip Noyce, tratto dal libro di Graham Greene. Protagonista Michael Caine, giornalista americano nella Indocina degli anni '50 che incrocia la vita di Alden Pyle (Brendan Fraser) agente infiltrato in incognito per una delicata missione di pilotaggio politico.

Salt

Angelina Jolie è stata più volte un agente segreto, speciale o un killer nei film di cui è protagonista, ma è probabilmente Salt il film più rappresentativo in tal senso, nel quale è imputata di essere una spia dedita al doppio gioco. Anche questo film, tra l'altro, è diretto da Noyce.

The Good Shepherd - L'ombra del potere

Ecco di nuovo Bob De Niro, questa volta anche in veste di regista, e Matt Damon, in quelli di protagonista, in un vero e proprio compendio (abbondantemente romanzato) della storia della CIA, dagli esordi degli anni '40 alla tragedia della Baia dei porci del '61. Il film, tra l'altro, vanta nel cast anche Angelina Jolie, John Turturro, Joe Pesci, Alec Baldwin e William Hurt.

So many CIA movies

Si potrebbe scrivere un vero e proprio libro sui film di spionaggio che vedono la presenza della CIA, e anche solo un elenco potrebbe risultare riduttivo. Ne abbiamo visto qualcuno tra i più rappresentativi, ma tanti altri mancano ancora all'appello. Intanto però possiamo citarne qualcun altro, per dovere di completezza.
Segnaliamo, ad esempio, il dittico Giochi di Potere (1992) e Sotto il segno del pericolo (1994) con protagonista Harrison Ford, importanti perché sequel di Caccia a Ottobre Rosso, con Ford al posto di Baldwin nei panni di Jack Ryan, e perché diretti dal Phillip Noyce che più volte abbiamo nominato in questo speciale.
O ancora Bad Company - Protocollo Praga (2002), di Joel Schumacher con Anthony Hopkins e Chris Rock, o La regola del sospetto (2003), con Al Pacino e Colin Farrell.
Senza dimenticarci C'era una volta in Messico di Robert Rodriguez, in cui Johnny Depp, qui agente della CIA, offre un incarico a El Mariachi (Antonio Banderas).
Recentemente abbiamo visto l'idolo delle teenager Taylor Lautner in un film simile, per ritmo e tematiche (ma non, purtroppo, per solidità) a The Bourne Identity con Abduction: Riprenditi la tua vita; mentre non possiamo che chiudere in bellezza questa carrellata con Robert De Niro e il suo Jack Byrnes, co-protagonista della trilogia iniziata con Ti presento i miei (altro grande franchise Universal), che è un ex (?) agente della CIA che sfrutta tutti i mezzi a sua disposizione per mettere sotto torchio il genero infermiere, Greg Fotter, interpretato da Ben Stiller.

Che voto dai a: The Bourne Legacy

Media Voto Utenti
Voti: 23
7.1
nd