Speciale The Blues Brothers: i trent’anni di un cult

Rivive in Blu-Ray il mito dei Blues Brothers

INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Tornano gli insuperabili Blues Brothers, questa volta nello splendore di una nuova versione Blu-Ray.
Universal, per festeggiare questa scoppiettante uscita, ci ha fornito un contenuto esclusivo: un piccolo excursus nella storia e nel mito dei due Bluesman 'in missione per conto di Dio'.

Il 21 settembre esce per la prima volta in formato Blu-Ray l’intramontabile classico di John Landis del 1980: The Blues Brothers, la storica commedia musicale che vede protagonisti Dan Aykroyd e il compianto John Belushi negli indimenticabili ruoli di una coppia di fratelli musicisti impegnati ad organizzare il concerto più travolgente mai visto sul grande schermo!
A oltre trent’anni di distanza dalla sua originaria uscita nelle sale, The Blues Brothers resta un film amatissimo dal pubblico di più di una generazione, grazie al suo formidabile mix di ironia, ritmo e musica e alla presenza di alcune famosissime star della musica black: da Aretha Franklin a Ray Charles, passando per James Brown, John Lee Hooker, Chaka Kahn e il veterano Cab Calloway; senza contare i camei dei cantanti Steve Lawrence e Stephen Bishop, della modella Twiggy e perfino dei registi Frank Oz e Steven Spielberg.
I Blues Brothers, in realtà, erano “nati” nel 1978 come personaggi fittizi di alcuni sketch del Saturday Night Live, il varietà televisivo interpretato proprio da Aykroyd e Belushi (il nome Blues Brothers fu coniato dal compositore Howard Shore). Fu Aykroyd a convincere la Universal a realizzare un film basato sui due fratelli Jake ed Elwood Blues, presentando agli studios un gigantesco copione di ben 324 pagine (poi riadattato dal regista Landis in una “vera” sceneggiatura).

Siamo in missione per conto di Dio!

The Blues Brothers uscì nelle sale americane il 20 giugno 1980, risultando il secondo film più visto del week-end dopo L’Impero colpisce ancora - un altro film in cui, fra l’altro, recitava Carrie Fisher, la star femminile di The Blues Brothers. La commedia di Landis ottenne da subito recensioni eccellenti e un favorevolissimo passaparola fra il pubblico, arrivando a incassare un totale da record di 57 milioni di dollari negli Stati Uniti e di 115 milioni in tutto il mondo, con oltre quaranta milioni di spettatori nelle sale. La vasta popolarità di The Blues Brothers è confermata anche dalla grande quantità di screening notturni che, dal 1980 ad oggi, hanno assistito alla partecipazione entusiasta dei fan della pellicola.
La strepitosa colonna sonora, con una serie di cover di classici del blues e del rock&roll, è senza dubbio l’altro elemento di forza del film: l’album della soundtrack, infatti, include hit senza tempo come Gimme some lovin’, Everybody needs somebody to love e Jailhouse rock, oltre a The old landmark cantata da James Brown, Shake a tail feather in duetto con Ray Charles e la straordinaria Think di Aretha Franklin.
Nel 1998, John Landis ha firmato anche un sequel del cult del 1980, intitolato Blues Brothers 2000 e presentato fuori concorso al Festival di Cannes. Il film vedeva di nuovo Dan Aykroyd nei panni di Elwood Blues, affiancato questa volta da John Goodman. Oltre al ritorno di Aretha Franklin e James Brown, questo sequel vedeva fra le guest-star musicali nomi del calibro di Eric Clapton, B.B. King, Clarence Clemons, Isaac Hayes e Steve Winwood!

Quanto attendi: Blues Brothers

Hype
Hype totali: 12
61%
nd