Terminator torna al cinema con una nuova trilogia: rinascita o flop annunciato?

James Cameron vuole portare al cinema il sesto film di Terminator per iniziare una nuova trilogia: sarà la rinascita della saga o il flop definitivo?

speciale Terminator torna al cinema con una nuova trilogia: rinascita o flop annunciato?
Articolo a cura di

Lo scorso 20 settembre una strana notizia ha riecheggiato sui media di tutto il mondo: James Cameron e Tim Miller stanno lavorando a un sesto film della saga di Terminator. L'autore del primo leggendario film e il regista di questo prossimo progetto insieme per ridare nuovo lustro al franchise, che ovviamente sarà una trilogia come il mercato impone (che vi piaccia o meno). Questa non è stata la sola news a sconvolgere i fan: ben due protagonisti della serie principale sono pronti a fare il loro trionfale ritorno, ovvero Arnold Schwarzenegger e Linda Hamilton. I due riprenderanno i ruoli classici del T-800 e di Sarah Connor, intenti a continuare i fatti avvenuti dopo Terminator 2 - Il Giorno del Giudizio. Una scelta che potrebbe avere perfettamente senso a livello di trama, ma che non abbassa i rischi di un'operazione fallimentare. Come ricordavamo in apertura, questo nuovo sarebbe il sesto film del franchise, oltre al classico originale del 1984 e al sequel del 1991 abbiamo assistito poi a Terminator 3 - Le Macchine Ribelli, Terminator Salvation e Terminator Genisys, ma possiamo tranquillamente chiudere la saga con il secondo, in termini di qualità.

La rivolta (l'ennesima) delle macchine

Dopo Il Giorno del Giudizio nessun altro film della saga è riuscito a ricreare le medesime atmosfere, le medesime sensazioni nei fan, parliamo però di prodotti che non avevano assolutamente le premesse di questo sesto lavoro. Questa volta infatti le speranze sono tangibili, abbiamo dietro la produzione e la sceneggiatura lo stesso James Cameron, padre spirituale e non solo di Terminator. Con lui i protagonisti iconici della saga, che potrebbero aprire a soluzioni molto interessanti. Al di là del T-800, potrebbe avere grande spazio Sarah Connor, che effettivamente è ancora in vita dopo Terminator 2, ovvero quando questo sesto film riprende le fila della storia. A dirlo è stato lo stesso James Cameron, secondo cui il cinema contemporaneo è pieno di miti del passato che a 50 e a 60 anni le danno di santa ragione, ma sono tutti uomini. A mancare è proprio una donna di ferro di quella età, e Terminator 6 (chiamiamolo così, per ora) potrebbe davvero cambiare le cose.

Il Risveglio del Terminator

Difficile però che le nuove vicende ruotino attorno ai personaggi classici, Cameron infatti potrebbe intraprendere la medesima strada presa dalla Disney per Star Wars: Il Risveglio della Forza, inserendo nuovi e freschi personaggi accanto ai classici, che servirebbero da supporto. Sempre il regista di Titanic e Avatar ha anticipato che al cuore della storia ci sarà una ragazza di appena 18 anni, che i direttori casting stanno cercando proprio in queste ore (alter-ego cinematografico di Rey ne Il Risveglio della Forza?). Ovviamente è presto per avanzare qualsiasi speculazione, però abbiamo visto già diversi elementi che possono renderci ottimisti. Innanzitutto la scelta di tagliare definitivamente con tutto ciò che è avvenuto da Terminator 3 in poi, riprendendo la storia nel momento di massimo splendore; poi il coinvolgimento degli attori e dei ruoli classici, ma soprattutto l'idea di avere James Cameron dietro la stesura (al peggio dietro la supervisione) della sceneggiatura. Tim Miller, al timone del progetto, può invece rappresentare un'incognita: a livello di regia pura, nella sua filmografia figura soltanto Deadpool del 2016, è invece un'assoluta garanzia il suo background artistico e creativo. Speriamo soltanto che una tale sfida non sia troppo pesante per le sue sole spalle.

Che voto dai a: Terminator

Media Voto Utenti
Voti: 20
7.4
nd