Suicide Squad: Hell to Pay, il villain team DC tenta la strada dell'animazione

La squadra composta dai "peggiori dei peggiori" DC tornerà nel 2018 in home video in un film d'animazione dal grande potenziale.

speciale Suicide Squad: Hell to Pay, il villain team DC tenta la strada dell'animazione
Articolo a cura di

Nonostante i 746 milioni di dollari incassati in tutto il mondo nel 2016, il criticatissimo Suicide Squad di David Ayer non è riuscito a ottenere con il pubblico il risultato sperato, venendo invece etichettato come un prodotto monco e povero di spettacolarità, senza contare tutti i problemi relativi ai vari cut del film e alle polemiche legate al Joker di Jared Leto. Detto questo, il bottino portato a casa non è certamente stato ignorato e, tentando di migliorare un franchise dal grande potenziale, la Warner ha deciso di mettere in produzione il sequel, chiamando alla sceneggiatura e alle regia Gavin O'Connor (The Accountant). Nel secondo capitolo ritorneranno Will Smith, Margot Robbie e Leto, ma oggi non siamo qui per parlare di Suicide Squad 2, ma del film animato sulla Task Force X che precederà di un anno l'uscita nelle sale del sequel di O'Connor, chiamato Suicide Squad: Hell to Pay.
E anche se non vederà la stessa identica squadra suicida vista al cinema e non ha avrà lo stesso peso del sequel, dal primo trailer ufficiale e dalle informazioni disponibili sembra proprio che il DC Universe Animated Original Movie abbia al suo arco una freccia dall'energia latente enorme, almeno nel campo di appartenenza.


Nemici amici

Suicide Squad: Hell to Pay sarà il 31° film dell'universo animato dei film originali, primo che avrà una storia totalmente focalizzata sulla Task Force di villain. Anche se infatti non è la prima volta che la squadra compare in un film animato DC, essendo apparsa in Batman: Assault on Arkham del 2014, è però l'esordio da protagonisti di questi personaggi, diretti dall'ormai navigato Sam Liu, già dietro alla trasposizione di Batman: The Killing Joke e Batman and Harley Quinn.

Un conoscitore essenzialmente estremo dell'Universo che racconta e soprattutto un regista che ha già avuto modo di approfondire le sfaccettature morali di Harley Quinn, che anche in Hell to Pay avrà un ruolo centrale al fianco degli altri membri della Suicide Squad. E soffermandoci proprio sulla composizione della Task Force X, questa vedrà tra le sue fila anche Deadshot, Captain Boomerang, Killer Frost, Copperhead e Bronze Tiger. Mentre i primi due non hanno bisogno di presentazioni, anche se ricordiamo saranno doppiati nel film d'animazione rispettivamente da Christian Slater e Liam McIntyire, per gli altri forse c'è bisogno di una piccola introduzione. Come vedete, la Suicide Squad ha membri fissi e altri variabili, dato che a scegliere i nemici più adatti missione dopo missione è sempre la perfida Amanda Waller, a capo del progetto. E allora qui vengono messi da parte Rick Flag, El Diablo, Killer Croc e Katana per lasciare spazio ai tre membri sopra citati. Bronze Tiger è un esperto di arti marziali e membro della Lega degli Assassini. Anche nei fumetti è uno dei personaggi reclutati dalla Waller per la Suicide Squad e appare nel team in alcune delle storyline più importanti.
Killer Frost è invece tale Louise Lincoln, seconda iterazione del personaggio e prima accreditata tra le fila della squadra della Waller. Come suggerisce il nome, ha la capacità di manipolare il ghiaccio, di mutare il proprio corpo e rigenerarsi. Sotto il costume da serpente di Copperhead troviamo invece Nathan Prince: assassino supercriminale dotato di superforza e fattore rigenerante. Tutti insieme, questi nemici verranno chiamati dalla Waller in Hell to Pay per recuperare un importante artefatto sottratto da Scandal Savage, figlia del ben più noto Vandal Savage, criminale temporale, già nemesi della serie Legends of Tomorrow della DC.

Dal trailer sembra proprio che la Warner e Liu abbiamo voluto mettere d'accordo in un titolo minore i fan dei personaggi rimasti delusi dal cinecomic di Ayer, creando una storia più accattivante e dall'azione migliore, anche se ovviamente non in live-action. Il risultato lo scopriremo la prossima primavera, dato che l'uscita di Suicide Squad: Hell to Pay è prevista per quel periodo, mentre per il Suicide Squad 2 di O'Connor bisognerà attendere il 2019. Certo fino a quel momento saremo (forse) in buona compagnia.

Che voto dai a: Suicide Squad

Media Voto Utenti
Voti: 125
6
nd