Star Trek: i cinque episodi più bizzarri

Il reboot di Star Trek è troppo triviale, per voi? Siete affezionati solo alle vecchie saghe tv, più “serie”? Forse non ricordate questi episodi...

speciale Star Trek: i cinque episodi più bizzarri
Articolo a cura di

Vi abbiamo raccontato, nel precedente speciale, di cosa ha reso Star Trek la pietra miliare della fantascienza seriale: una costruzione attenta di personaggi e situazioni, spesso memorabili, una certa plausibilità (relativamente a un contesto sci-fi) e l'innovativo concept della ricerca di un'evoluzione dell'umanità non basata sul conflitto e la prevaricazione quanto sulla ricerca e la comprensione. In parte, quest'aspetto è stato smorzato (anche se, per fortuna, non completamente messo da parte) nella versione reboot, in favore di un mix più "digeribile" al grande pubblico, con una presenza maggiore di azione e situazioni divertenti. Attenzione, però: non dimentichiamo mai che anche nelle serie classiche di Star Trek le occasioni per ridere, i personaggi eccentrici e le situazioni buffe non mancavano mai. In The Next Generation, anzi, erano parte integrante di moltissime puntate. Oggi vogliamo ricordarvi (o farvi scoprire) cinque episodi della serie classica che presentano, all'interno, spunti decisamente 'camp' per i quali sono passati alla storia.

Le bizzarre avventure dell'Enterprise

Spock's brain

La terza stagione della serie classica si apre con uno degli episodi più spernacchiati della storia di Star Trek: a Spock è stato letteralmente rubato il cervello e l'equipaggio dell'Enterprise ha 24 ore di tempo per ritrovarlo e... rimetterlo al suo posto. Leonard Nimoy non ricordava l'episodio con tenerezza, diciamo.

I, Mudd

Kirk e il suo equipaggio avevano già avuto a che fare con il mefistofelico Harry Mudd nella prima stagione ma -fatto decisamente inusuale- ecco un villain che ritorna nella seconda, per avere la sua vendetta. Mudd cattura l'equipaggio dell'Enterprise e lo segrega sul pianeta di androidi (di squisite fattezze femminili) di cui è divenuto despota.

A piece of action

Entriamo nel vivo delle bizzarrie con questo episodio della seconda stagione in cui i nostri entrano in contatto con un pianeta su cui l'influenza della cultura terrestre ha avuto esiti imprevedibili, facendo basare usi e costumi della civiltà locale sulla Terra dell'America degli anni '20. Vedremo Kirk e Spock alle prese con... gangster in doppio petto!

The naked time

Nelle serie tv, non tutti gli episodi vantano lo stesso budget, e alcuni sono prettamente riempitivi e situazionali: The naked time, nella prima stagione, ne è un perfetto esempio. Girato con l'Enterprise come unico set e senza co-protagonisti o villain "esterni", l'episodio vede Sulu infettato con un virus pericolosissimo, che tra le altre cose riduce le inibizioni degli infetti. Il presupposto è serissimo, ma quando un Sulu a torso nudo invade il Ponte imbracciando un fioretto di certo la sensazione di disagio nello spettatore è palpabile.

The Trouble with Tribbles

Qui passiamo alla mitologia della saga: la seconda stagione introduce, difatti, una creatura mitica e iconica per Star Trek, un po' come il Chocobo per Final Fantasy: il "tribble", sorta di creaturina spaziale tanto tenera e pelosa quanto vorace e infestante... per certi versi precursore dei Gremlins di Joe Dante.

Che voto dai a: Star Trek Beyond

Media Voto Utenti
Voti: 19
7.7
nd